Centenario insulina 1921/2021

Diabete tipo 1: 100° anniversario della prima iniezione di insulina somministrata

L’11 gennaio ricorre il centenario della prima iniezione di insulina somministrata. In questo giorno, 100 anni fa, Banting & Best somministrarono la prima iniezione di insulina a un giovane ragazzo di 14 anni, Leonard Thompson con una storia di diabete di due anni che veniva tenuto in vita essenzialmente dalla fame. Con un peso di appena 29 kg, era smunto e depresso, puzzava di acetone (chetosi).

Sostienici con un acquisto o donazione

L’11 gennaio 1922, Banting e Best portarono il loro estratto al Ward H del Toronto General Hospital e la prima iniezione di insulina fu somministrata a Leonard Thompson da uno stagista. La glicemia di Leonard è scesa da 440 a 320, ma ha sviluppato un ascesso sterile e ulteriori iniezioni vennero annullate. Un ulteriore lavoro venne intrapreso per purificare l’estratto in modo efficace e produttivo e Leonard ricevette un’iniezione alle ore 11 il 23 gennaio 2022 , una seconda dose, quella sera, e poi due iniezioni al giorno successivo. La sua glicemia era diventata normale e i chetoni scomparvero.

È difficile descrivere l’impatto che questo deve aver avuto e lo stupore che i medici, l’infermiere ei suoi genitori devono aver provato quando hanno visto un ragazzo così gravemente malato tornare in pieno vigore.

Da allora, abbiamo visto molti risultati della ricerca che hanno migliorato la vita di milioni di persone con diabete in tutto il mondo e la ricerca continua ancora oggi. 

Ma una cura, cure specifiche per il diabete tipo 1 non esistono e neanche terapie dedicate ai malati da questa forma autoimmune di diabete che colpisce prevalentemente i giovani.

A cento anni dalla scoperta dell’insulina è necessario e urgente darsi una mossa, L’Italia deve viaggiare investendo nella ricerca per la cura del diabete e non essere una semplice sede in “franchising” di ricerche e studi diretti da centri svizzeri, del nord Europa e d’oltre oceano.

A tale proposito AGD Ricerca, che ha lo scopo specifico di promuovere, sostenere e finanziare la ricerca relativa alle cause, alla prevenzione e alla cura del diabete e ai miglioramenti nella gestione della condizione e delle sue complicazioni, vi invita a sostenere in nostro manipolo di scienziati impegnati per far evolvere la terapia di questa patologia.

Personalmente ho la certezza di morire senza vedere una qualsiasi cura disponibile per il diabete tipo 1, ma desidero non sia così per le generazioni successive alla mia.

Celebra questo anniversario speciale facendo una donazione ad AGD Ricerca.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.