Educazione

Medicina e diabete: tra una buona teoria e scarsa messa in pratica

Adv

L’educazione al diabete riduce i costi dell’assistenza sanitaria, migliora l’utilizzo dell’assistenza sanitaria

L’educazione all’autogestione del diabete e gli interventi di supporto potrebbero aiutare a ridurre i costi dell’assistenza sanitaria e migliorarne l’utilizzo, ma le prove variano tra gli studi, secondo i risultati di una revisione sistematica.

” Gli interventi di educazione e supporto all’autogestione del diabete (DSMES) possono avere un impatto positivo sui risultati economici e di utilizzo dell’assistenza sanitaria, il che significa che i costi relativi ai ricoveri ospedalieri, all’utilizzo del pronto soccorso e ai costi totali delle cure tendevano ad essere inferiori per le persone con diabete che hanno ricevuto servizi DSMES rispetto a individui che non l’hanno fatto”, Andrew S. Bzowyckyj, PharmD, BCPS, CDCES, professore associato di pratica farmaceutica presso la Pacific University Oregon School of Pharmacy e farmacista clinico presso il Legacy Medical Group, mi ha detto. “Purtroppo, un modello coerente non è stato osservato in modo coerente in tutti gli studi, quindi non possiamo fare affermazioni definitive, ma la traiettoria generale dei dati punta a favorire positivamente il DSMES dal punto di vista economico complessivo del costo dell’assistenza”.

consulting, training, learn

Bzowyckyj e colleghi hanno condotto una revisione sistematica degli studi sui risultati dell’utilizzo economico e sanitario a seguito degli interventi DSMES negli Stati Uniti pubblicati dal 2006 al 5 maggio 2020. Tutti gli studi avevano almeno un elemento dei comportamenti di auto-cura ADCES7. Da ogni studio sono stati estratti i costi economici e i risultati dell’utilizzo dell’assistenza sanitaria. I costi totali sono stati definiti utilizzando la definizione di costo totale di ciascun articolo; altri costi e utilizzo includevano cure ambulatoriali, costi della farmacia, visite mediche, reclami medici e costi di farmaci o forniture; l’utilizzo in regime di ricovero includeva l’utilizzo dell’ospedale, i giorni di degenza, la riammissione, i tassi di ricovero ei costi di ricovero; e l’utilizzo dell’ED includeva visite, costi o tassi di utilizzo per l’ED.

I risultati sono stati pubblicati su The Science of Diabetes Self-Management and Care.

C’erano 22 articoli inclusi nella revisione con un totale di 655.605 partecipanti. Sono stati inclusi otto studi quasi sperimentali, sette studi randomizzati controllati, cinque studi di coorte e uno studio caso-controllo. Undici studi includevano adulti con diabete di tipo 2, cinque includevano partecipanti con diabete di tipo 1 e di tipo 2 e cinque non riportavano il tipo di diabete.

Quattro studi hanno riportato una diminuzione dell’utilizzo o dei costi dei ricoveri, quattro hanno riportato una diminuzione dei costi medici ambulatoriali, tre hanno riportato una diminuzione dell’utilizzo del pronto soccorso e uno ha riportato una diminuzione dei reclami e dei costi delle farmacie dopo gli interventi DSMES. I costi ambulatoriali sono aumentati in uno studio con una coorte assicurata commercialmente e tre studi hanno riportato un aumento dei costi della farmacia. I costi totali sono diminuiti in quattro studi e sono aumentati in due.

Quattordici studi hanno incluso tutti e sette i componenti dei comportamenti di auto-cura di ADCES7. Di questi 14 studi, sette hanno riportato diminuzioni dei costi e dell’utilizzo, uno ha riportato un aumento dei costi e dell’utilizzo e le associazioni non erano chiare in sei.

Bzowyckyj ha affermato che c’erano diversi motivi per cui gli studi presentavano una grande eterogeneità, inclusa la varietà di tipi di intervento, le diverse popolazioni di pazienti, la disponibilità di dati, la durata variabile degli interventi e le differenze in cui sono stati misurati i risultati economici. Ha detto che quelle variabili rendono imperativo lo svolgimento di ulteriori studi.

“Poiché il sistema sanitario statunitense continua a spostarsi da modelli strettamente a pagamento e più verso programmi basati sul valore, è imperativo condurre analisi economiche sanitarie formali per valutare l’impatto del DSMES su tutti gli aspetti dell’obiettivo quadruplo — costi inferiori, salute migliore, maggiore soddisfazione del paziente e migliore soddisfazione del fornitore”, ha affermato Bzowyckyj. “Questi studi dovrebbero includere chiaramente i dettagli del loro specifico intervento DSMES, incluso il modo in cui è stato affrontato ciascun componente ADCES7”.

Bzowyckyj ha aggiunto che i team di ricerca dovrebbero includere uno specialista nella cura del diabete e nell’educazione per migliorare l’utilità degli studi.


Divulgazioni: Bzowyckyj riferisce di essere un membro del consiglio consultivo di Sanofi. Si prega di consultare lo studio per le informazioni finanziarie rilevanti di tutti gli altri autori.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: