Assistenza sociosanitaria Terapie

Tendenze: Il ruolo dei farmacisti si espanderà nel prossimo decennio, in mezzo alla pandemia e alla carenza di fornitori d’assistenza sanitaria

Quasi l’80% dei pazienti vede i farmacisti come una componente chiave del proprio team sanitario, ma è necessaria una formazione più avanzata per soddisfare la domanda crescente e colmare le lacune nell’assistenza

12 gennaio 2020– Una nuova ricerca pubblicata oggi dalla Columbia University Mailman School of Public Health e da Express Scripts ® Pharmacy, una società di Evernorth, rivela che in mezzo alla crescente carenza di fornitori, i farmacisti negli Stati Uniti sono ben considerati dai pazienti e si prevede che svolgeranno un ruolo ruolo sempre più fondamentale nella gestione delle cure.

Il rapporto Prescription of Trust , che ha intervistato più di 3.000 pazienti, 1.000 farmacisti e 500 fornitori (inclusi medici e infermieri), è stato progettato per comprendere più a fondo il ruolo in espansione dei farmacisti nella trasformazione dell’assistenza ai pazienti. È il più grande studio del suo genere mai condotto ed è il primo a includere la voce dei pazienti.

“I risultati del rapporto sono chiari. La maggior parte delle persone si fida che i farmacisti svolgano un ruolo maggiore nel fornire le loro cure. Poiché la carenza di medici e infermieri persiste e con lo sviluppo di nuove terapie complesse e soluzioni tecnologiche sanitarie digitali, il ruolo del farmacista continuerà ad evolversi”, ha affermato John McHugh, MBA, PhD, assistente professore presso il Dipartimento della Salute Politica e gestione presso la Columbia University Mailman School of Public Health.

Senior woman in pharmacy talking to the chemist or pharmacist

I risultati chiave dell’indagine, condotta da novembre a dicembre 2021, includono:

I farmacisti amplieranno le responsabilità: guardando al campo della farmacia nel 2030, la maggior parte dei farmacisti vede una transizione dall’assistenza transazionale a responsabilità più dirette nell’assistenza ai pazienti.

In prima linea in questa tendenza ci sono i farmacisti nelle cliniche ambulatoriali, nei sistemi sanitari (ospedali) e nelle farmacie a domicilio, che già spesso prestano servizio come specialisti nella consulenza ai pazienti con malattie specifiche o interagiscono con un team sanitario più ampio per aiutare a gestire la cura dei pazienti complessi.

Fornitori, pazienti si fidano dei farmacisti: quasi l’80% dei pazienti ha affermato di vedere i farmacisti come parte integrante del proprio team sanitario.

I fornitori hanno segnalato un alto livello di fiducia, spesso superiore al 90%, nelle attuali attività professionali dei farmacisti, inclusa la somministrazione di farmaci, la comunicazione con gli operatori sanitari e i pazienti su potenziali interazioni farmacologiche avverse, la consulenza ai pazienti sui loro farmaci e la somministrazione di vaccini. In particolare, i fornitori che collaborano con i farmacisti hanno una fiducia crescente nei farmacisti che forniscono assistenza diretta ai pazienti e prescrivono farmaci.

L’assistenza avanzata richiede una formazione avanzata: i farmacisti riconoscono che i pazienti hanno bisogno di una consulenza clinica e di un’educazione alle malattie più coerenti, ma affermano che la formazione sarà al centro delle aree chiave per colmare le lacune nella cura dei pazienti. Più della metà (53,3%) dei farmacisti ha convenuto che la propria formazione e istruzione attuali sono sufficienti per gestire i pazienti. Tuttavia, i farmacisti hanno identificato opportunità di formazione aggiuntiva in materia di educazione, diagnosi e prescrizione delle malattie croniche.

Man mano che i ruoli si evolvono, anche il coinvolgimento dei pazienti: lo studio mostra che quasi la metà (49,7%) dei pazienti troverebbe molto utile eseguire test di routine e visite mediche da casa. Più della metà dei farmacisti che effettuano consegne a domicilio, come quelli di Express Scripts ® Pharmacy, dichiara di impegnarsi di più con i pazienti tramite la telefarmacia, mentre circa il 15% dei farmacisti al dettaglio dichiara di utilizzare la telefarmacia. Dei farmacisti che utilizzano questa tecnologia, più di un terzo afferma che offre loro più tempo per interagire con i pazienti, consentendo loro di fornire informazioni e supporto cruciali quando – e dove – i pazienti ne hanno più bisogno.

“Mentre il ruolo dei farmacisti si è ampliato in alcune aree dell’assistenza sanitaria, la pandemia di COVID ha messo in luce la loro accessibilità e la fiducia che le persone hanno in loro come professionisti sanitari”, ha affermato Susan Peppers, RPh, vicepresidente di Express Scripts Pharmacy, uno delle farmacie a domicilio più grandi ed esperte della nazione che riempiono 281 milioni di prescrizioni ogni anno. “Oltre a dispensare farmaci da prescrizione e fornire consigli sui farmaci, molti dei nostri 1.000 farmacisti Express Scripts Pharmacy sono già formati in modo specifico su malattie specifiche che consentono loro di discutere la malattia e la gestione dei farmaci direttamente con un paziente e in collaborazione con il loro team di operatori sanitari.Il rapporto Prescription of Trust conferma che il modello di assistenza che abbiamo messo in atto presso Express Scripts Pharmacy è destinato a supportare i pazienti nel futuro della farmacia”.  

Oggi, i farmacisti americani stanno iniziando ad espandere i loro ruoli nel continuum sanitario con screening del benessere, consulenza in telefarmacia, fornitura di diagnosi per condizioni acute e prescrizione di farmaci per curarle.

“Mentre osserviamo le forze emergenti che plasmano il futuro dell’assistenza sanitaria, è chiaro che l’innovazione farmacologica accelerata e l’ampliamento dei servizi farmaceutici sono due delle forze trainanti più fondamentali”, ha affermato Eric Palmer, CEO di Evernorth. “Continuiamo a far avanzare le nostre offerte di farmacie e fornire formazione specializzata ai nostri farmacisti del personale per supportare i pazienti con cure all’avanguardia, ora e in futuro”.

Informazioni sulla Scuola di salute pubblica del postino della Columbia University

Fondata nel 1922, la Columbia University Mailman School of Public Health persegue un’agenda di ricerca, istruzione e servizio per affrontare i problemi critici e complessi di salute pubblica che interessano i newyorkesi, la nazione e il mondo. La Columbia Mailman School è il quarto più grande destinatario di sovvenzioni NIH tra le scuole di salute pubblica. I suoi quasi 300 docenti multidisciplinari lavorano in più di 100 paesi in tutto il mondo, affrontando questioni come la prevenzione delle malattie infettive e croniche, la salute ambientale, la salute materna e infantile, la politica sanitaria, i cambiamenti climatici e la salute e la preparazione alla salute pubblica. È leader nell’educazione alla salute pubblica con oltre 1.300 studenti laureati provenienti da 55 nazioni che perseguono una varietà di programmi di master e dottorato. La Columbia Mailman School è anche sede di numerosi centri di ricerca di fama mondiale, tra cui l’ICAP e il Center for Infection and Immunity. Per maggiori informazioni per favore visita www.mailman.columbia.edu .

A proposito di Evernorth

Evernorth crea e collega offerte di servizi sanitari di prim’ordine, tra cui gestione dei benefici, farmacia, soluzioni di assistenza, approfondimenti e intelligence. Con un approccio aperto alla collaborazione in tutto il panorama sanitario, forniamo soluzioni innovative e flessibili per piani sanitari, datori di lavoro e programmi governativi. Le funzionalità di Evernorth sono supportate dalla nostra famiglia di aziende, tra cui Express Scripts, Express Scripts ® Pharmacy, Accredo, eviCore e MDLIVE, insieme a piattaforme e soluzioni olistiche Evernorth che migliorano la salute e promuovono il progresso di persone e aziende. Tutte le soluzioni Evernorth sono assistite e fornite da o tramite affiliate operative di Evernorth Health, una consociata interamente controllata di Cigna Corporation, o partner di terze parti. Ulteriori informazioni su  Evernorth.com .

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: