Equilibrio Telemedicina

Gli interventi online riducono i sintomi della depressione degli adolescenti

Adv

I dati hanno mostrato che due interventi online gratuiti, brevi e in una singola sessione hanno ridotto i sintomi depressivi e la disperazione degli adolescenti e hanno aumentato la loro capacità di creare e lavorare verso obiettivi.

La depressione era la principale causa di disabilità tra gli adolescenti prima della pandemia di COVID-19, hanno scritto Jessica Schleider, PhD , assistente professore del dipartimento di psicologia alla Stony Brook University di New York, e colleghi. Il rischio di depressione adolescenziale è probabilmente aumentato in seguito alla chiusura delle scuole, all’isolamento, all’interruzione dei meccanismi di sostegno e alla recessione economica provocata dalla pandemia . I ricercatori hanno notato che la tensione finanziaria, che già impediva ad alcuni adolescenti depressi di cercare cure prima della pandemia, potrebbe aver peggiorato l’accesso ai servizi.

“Una generazione di giovani esposta a avversità psicosociali senza precedenti è quindi pronta a cadere nelle crepe del sistema di assistenza sanitaria mentale”, hanno scritto in Nature Human Behaviour . “È fondamentale identificare strategie efficaci e scalabili per ridurre la depressione adolescenziale, sia durante che dopo il COVID-19”.

Schleider e colleghi hanno valutato gli interventi durante uno studio clinico randomizzato su oltre 2.000 adolescenti, la maggior parte delle quali ragazze, di età compresa tra 13 e 16 anni che erano state reclutate da tutti gli Stati Uniti tramite i social media e hanno riportato sintomi elevati di depressione. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a uno dei tre interventi a sessione singola (SSI) della durata di circa 20-30 minuti.

Per il primo intervento online, che i ricercatori hanno chiamato Project ABC, 729 partecipanti si sono impegnati in attività basate sui valori che hanno spiegato come il piacere e la realizzazione possono diminuire la tristezza e la bassa autostima; discusso di come il comportamento può formare sentimenti e pensieri; ha chiesto ai partecipanti di identificare aree come le relazioni familiari, le amicizie, la scuola o gli hobby che portano divertimento e significato; ha creato un piano d’azione personalizzato per migliorare i propri sintomi depressivi; e ha chiesto ai partecipanti di scrivere sui potenziali benefici dell’intervento e su come possono superare le barriere per portare a termine il piano.

Per il secondo intervento online, un programma autosomministrato chiamato Project Personality, 653 partecipanti si sono impegnati in lezioni sul cervello e la sua plasticità; ha ricevuto testimonianze da giovani più grandi su come la plasticità del cervello renda i tratti adattabili alle situazioni; sentito altre storie di giovani più grandi su come la “mentalità di crescita” li ha aiutati a perseverare durante le prove sociali o emotive; studi rivisti che hanno spiegato come la personalità può cambiare e perché; e completato un esercizio in cui i partecipanti hanno utilizzato informazioni scientifiche per scrivere agli studenti più giovani sulla “capacità di cambiamento” delle persone.

Il restante intervento online, chiamato Terapia di supporto Intervento a sessione singola, includeva anche narrazioni tra pari e attività di scrittura; tuttavia, è stato “progettato per controllare aspetti non specifici del completamento di un’attività online generalmente di supporto”, hanno scritto i ricercatori. In quanto tale, i suoi 630 partecipanti sono serviti come coorte di controllo.

Tutti i partecipanti sono stati invitati a completare tre questionari: uno prima dell’intervento, uno subito dopo l’intervento e un altro 3 mesi dopo. I partecipanti hanno anche ricevuto un elenco di risorse aggiuntive per la salute mentale e gli è stato detto che potevano contattare il team di ricerca con domande o aiutare ad accedere al supporto per la salute mentale oltre l’intervento.

“In particolare, il processo si è svolto circa 8 mesi dopo la chiusura delle scuole e i mandati di distanziamento sociale sono stati imposti per la prima volta negli Stati Uniti, ma prima che il vaccino COVID-19 fosse pubblicamente disponibile”, hanno scritto Schleider e colleghi. “Il processo si è quindi svolto in un momento in cui le condizioni legate alla pandemia erano ancora in evoluzione e imprevedibili in molte regioni degli Stati Uniti e in cui alcuni adolescenti avrebbero potuto iniziare ad adattarsi ai cambiamenti e alle norme dello stile di vita”.

I ricercatori hanno riferito che dopo 3 mesi, e confrontati con il gruppo di controllo, gli adolescenti del Progetto ABC e del Progetto Personalità hanno riportato una diminuzione dei sintomi della depressione e un’alimentazione restrittiva e una maggiore capacità di creare obiettivi e lavorare per raggiungerli. Questi adolescenti hanno anche riportato meno sentimenti di disperazione subito dopo l’invenzione e 3 mesi dopo.

“In media, gli effetti sulla depressione sono stati moderati”, ha detto Schleider in un comunicato stampa. “In alcuni adolescenti, le SSI hanno aiutato a ridurre molto i loro sintomi. Per gli altri, solo una piccola quantità. Ma su scala di salute pubblica, dal momento che i programmi sono così facilmente accessibili e gratuiti, questo tipo di intervento potrebbe aiutare a ridurre il carico complessivo della depressione in questa vulnerabile popolazione giovanile”.

I risultati dello studio convalidano l’uso delle SSI per “adolescenti ad alto sintomo, anche nel contesto COVID-19 ad alto stress”, hanno scritto i ricercatori. Tuttavia, Schleider ha anche notato nel comunicato che gli interventi “non intendono sostituire altri trattamenti specifici di consulenza di persona”.

“Sono più progettati per essere una rete di sicurezza e un servizio di supporto basato sull’evidenza per molti adolescenti che altrimenti potrebbero avere un accesso limitato all’intervento o non aver cercato assistenza”, ha affermato.

Riferimenti

Schleider JL, et al. Natura Comportamento umano . 2021;doi:10.1038/s41562-021-01235-0 .

Lo studio rivela che brevi interventi online aiutano a ridurre la depressione adolescenziale. https://www.newswise.com/coronavirus/study-reveals-brief-online-interventions-help-reduce-teen-depression/?article_id=762002 . Pubblicato il 14 dicembre 2021. Accesso al 14 dicembre 2021.


Fonte: Schleider JL, et al. Nature Human Behavior. 2021;doi:10.1038/s41562-021-01235-0.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: