Equilibrio

La piramide di Maslow e il diabete

Adv

Sicuramente molti di voi conoscono Abraham Maslow per essere stato il creatore di una teoria psicologica sulla gerarchia dei bisogni umani chiamata Piramide di Maslow .

Adv

Questa teoria si riferisce all’ordine delle priorità che le persone hanno per vivere in base ai nostri bisogni , partendo dal più elementare e raggiungendo il livello più alto in cui possiamo realizzarci come persone.

L’idea di questa teoria è semplice e molto logica: man mano che soddisfiamo bisogni più basilari e primari, saliamo di un gradino . E soddisferemo solo bisogni più elevati come facciamo con il precedente, aspirando a continuare a scalare la piramide per continuare a soddisfare i bisogni.

Questa teoria è stata applicata al turismo, alla gestione aziendale, al marketing e a molte discipline che hanno trovato in essa un modo di lavorare e scomporre progressivamente le fasi.

Ora, come possiamo applicarlo al diabete? Lo vedremo dopo.

I gradini della piramide di Maslow

Per fare un’equivalenza della teoria originaria con la teoria pensata per essere applicata al diabete, è importante sapere quali sono i gradini della piramide che Abraham Maslow ha pubblicato nel suo libro Una teoria della motivazione umana .

Primo passo: bisogni fisiologici

Ogni essere umano ha bisogno di soddisfare questi bisogni in primo luogo, poiché la vita stessa dipende da esso. In questo passaggio troviamo i bisogni primari come mangiare, respirare, dormire e tutti quelli legati a qualsiasi aspetto fisiologico e che sono essenziali per la sopravvivenza e il corretto funzionamento del nostro organismo.

Secondo passo: sicurezza e protezione

Una volta che i bisogni primari saranno coperti, avremo bisogno di un luogo sicuro, dove immagazzinare o smaltire le risorse di base come l’acqua, un lavoro che possa fornire cibo, una casa, ecc. In breve, dobbiamo sentirci al sicuro .

Terzo passo: bisogni sociali

Gli esseri umani sono abituati a vivere nella società. Avere amici, famiglia, un partner, sentirsi accettati dai nostri coetanei … Anche l’aspetto emotivo è importante per noi e soddisfare i nostri bisogni sociali aiuta con un corretto sviluppo emotivo.

Quarto passo: riconoscimento

Coperto tutto quanto sopra, abbiamo iniziato a cercare qualcosa di più profondo. Qualcosa che influenza direttamente i nostri sentimenti e come gli altri ci percepiscono e come noi vediamo noi stessi . Autostima, successo, status, fiducia in se stessi, indipendenza, competenza… Beni immateriali che favoriscono il rafforzamento dell’autostima.

Quinto passo: l’autorealizzazione

Quando non c’è più niente da raggiungere, possiamo solo aspirare a un’ultima cosa: l’autorealizzazione. Forse il più difficile da definire per la natura astratta del suo approccio, quest’ultimo passaggio ci parla di sviluppo morale e spirituale, di essere felici attraverso il raggiungimento di risultati in un certo tempo . Ogni persona può auto-realizzarsi in un modo diverso, ma può raggiungerlo solo dopo aver soddisfatto tutti i suoi bisogni precedenti.

Maslow e diabete

Come possiamo applicare la teoria di Maslow al diabete? Ce ne parla un articolo pubblicato su Touch Endocrinology scritto da endocrinologi di diversi ospedali in India.

Fare un passo Necessitano Bisogni legati al diabete Descrizione Strumenti per la cura del diabete
uno fisiologico Benefici sintomatici sollievo dai sintomi Adesione al trattamento tramite app e agende
Due Sicurezza benefici metabolici Evitare crisi, ipoglicemia, controllare il trattamento Monitoraggio, promemoria, informazioni sulla somministrazione dei farmaci
3 sociale/di appartenenza benefici psicologici motivazione, salute mentale Gruppi di diabete, chat, social network
4 Riconoscimento Benefici sociali Accettazione sociale Contenuti motivanti e rinforzo positivo per i nostri risultati
5 Aggiornamento automatico Benefici fisici e tangibili Attività fisica, evitare complicazioni derivate dal diabete Piattaforme di contenuti personalizzate e miglioramenti nel trattamento grazie alla tecnologia
6 autotrascendenza Aiuta altre persone con diabete Empatia, supporto emotivo Strumenti per condividere esperienze, conoscenze ed educazione sul diabete

Come possiamo vedere, in questa piramide ci sono sei passaggi e non cinque , separando ciò che ci avvantaggia direttamente, come la pratica sportiva, che ha un impatto diretto sulla nostra gestione del diabete, da ciò che ci fa migliorare internamente, come il fatto di aiutare altri superano situazioni che potremmo aver già attraversato.

Questa teoria è molto incentrata sulla tecnologia e su come può aiutare una persona con diabete a raggiungere i gradini più bassi della piramide , ma ha molto senso poiché il trattamento del diabete è sempre più legato alla tecnologia in questi giorni. Dalle penne intelligenti per insulina e sistemi di monitoraggio continuo , a elementi più noti come il microinfusore per insulina o le app che ci aiutano a gestire il diabete , la tecnologia è molto presente.

La ricerca sul diabete, sebbene non si raggiunga una cura, mira a rendere il più semplice possibile la vita quotidiana delle persone che convivono con esso , evitare complicazioni derivanti da una cattiva gestione e garantire che tutti possano raggiungere i propri obiettivi glicemici.

Questa tabella, direttamente correlata alla teoria di Maslow, ci aiuta a capire quali sono i primi bisogni da coprire in termini di gestione del diabete e quali strumenti possiamo utilizzare per raggiungerlo .

Riferimenti:

Categorie:Equilibrio

Con tag:,