Benessere

Isolamento sociale tra gli anziani legato alla perdita dei denti

Adv

Gli anziani che sono socialmente isolati hanno maggiori probabilità di perdere i denti e di perdere i denti più rapidamente nel tempo rispetto a quelli con una maggiore interazione sociale, secondo un nuovo studio sugli anziani cinesi condotto dai ricercatori del Rory Meyers College of Nursing della NYU. . I risultati sono pubblicati in Community Dentistry and Oral Epidemiology .

Adv

“Il nostro studio suggerisce che il mantenimento e il miglioramento delle connessioni sociali può giovare alla salute orale degli anziani”, ha affermato Xiang Qi, uno studente di dottorato presso la NYU Meyers e primo autore dello studio. “I risultati sono in linea con studi precedenti che dimostrano che gli indicatori strutturali della disconnessione sociale possono avere potenti effetti sugli indicatori di salute e benessere”.

L’isolamento sociale e la solitudine negli anziani sono i principali problemi di salute pubblica in tutto il mondo e sono fattori di rischio per malattie cardiache, disturbi della salute mentale, declino cognitivo e morte prematura. In alcuni paesi, compresi gli Stati Uniti e la Cina, fino a un anziano su tre si sente solo, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. La pandemia di COVID-19 ha esacerbato questi problemi tra gli anziani, poiché molte interazioni di persona sono state interrotte per proteggere gli anziani dalle infezioni.

L’isolamento sociale e la solitudine sono correlati ma diversi. L’isolamento sociale è una misura oggettiva definita come avere poche relazioni sociali o contatti sociali poco frequenti con gli altri, mentre la solitudine è il sentimento creato dalla mancanza di connessione sociale.

“Sebbene l’isolamento sociale e la solitudine spesso vadano di pari passo, è possibile vivere da soli ed essere socialmente isolati ma non sentirsi soli, o essere circondati da persone ma sentirsi comunque soli”, ha affermato Bei Wu, Dean’s Professor in Global Health presso la NYU Meiers e l’autore senior dello studio.

Gli anziani sono anche a rischio per un altro problema di salute: la perdita dei denti . In Cina, gli anziani di età compresa tra 65 e 74 anni hanno in media meno di 23 denti (gli adulti in genere hanno 32 denti o 28 se sono stati rimossi i denti del giudizio) e il 4,5% di questa fascia di età ha perso tutti i denti. Malattie gengivali, fumo, mancanza di accesso alle cure dentistiche e malattie croniche come il diabete e le malattie cardiache aumentano i rischi di perdita dei denti. La mancanza di denti può avere un impatto significativo sulla qualità della vita, influenzando l’alimentazione, la parola e l’autostima.

Per comprendere la relazione tra isolamento sociale, solitudine e perdita dei denti negli anziani in Cina, i ricercatori hanno utilizzato il Chinese Longitudinal Healthy Longevity Survey per analizzare i dati di 4.268 adulti di età pari o superiore a 65 anni. I partecipanti hanno completato sondaggi in tre diversi momenti (2011-12, 2014 e 2018), che hanno catturato misure di isolamento sociale e solitudine, quanti denti le persone avevano e perso durante lo studio di 7 anni e altri fattori. Più di un quarto (27,5%) dei partecipanti allo studio era socialmente isolato e il 26,5% ha riferito di sentirsi solo.

I ricercatori hanno scoperto che livelli più elevati di isolamento sociale erano associati ad avere meno denti e perdere i denti più rapidamente nel tempo, anche quando si controllavano altri fattori come l’igiene orale, lo stato di salute, il fumo e l’alcol e la solitudine. Gli anziani socialmente isolati avevano, in media, 2,1 denti naturali in meno e 1,4 volte il tasso di perdita dei denti rispetto a quelli con legami sociali più forti.

“Gli anziani socialmente isolati tendono ad essere meno coinvolti in comportamenti sociali e di promozione della salute come l’attività fisica, che potrebbe avere un impatto negativo sul loro funzionamento generale e sull’igiene orale, oltre ad aumentare il rischio di infiammazione sistemica”, ha affermato Wu. “Questa compromissione funzionale sembra essere un percorso importante che collega l’isolamento sociale alla perdita dei denti”.

Sorprendentemente, la solitudine non era associata al numero di denti rimanenti, né al tasso di perdita dei denti.

“Sebbene l’isolamento sociale possa comportare una mancanza di supporto che può influenzare i comportamenti di salute, per gli anziani che si sentono soli, è possibile che i loro social network siano ancora attivi e possano aiutarli a mantenere comportamenti sani”, ha affermato Qi.

I risultati, che sono rilevanti per i paesi al di fuori della Cina, dato che l’isolamento sociale e la perdita dei denti sono problemi globali, evidenziano l’importanza di sviluppare interventi per ridurre l’isolamento sociale. I programmi potrebbero mirare a promuovere il sostegno intergenerazionale all’interno delle famiglie ea migliorare le connessioni sociali e tra pari degli anziani all’interno delle loro comunità locali.


Xiang Qi et al, Social isolation, loneliness and accelerated tooth loss among Chinese older adults: A longitudinal study, Community Dentistry and Oral Epidemiology (2022). DOI: 10.1111/cdoe.12727

Categorie:Benessere

Con tag: