Equilibrio

Come rimanere giovani e resilienti nonostante lo stress

Adv

Un po’ di stress può fare bene al tuo benessere psicofisico , ma troppo può portare ad ansia, depressione e altri problemi di salute. Può anche farti invecchiare più velocemente . Quindi imparare a diventare più resistenti allo stress è importante se non hai fretta di invecchiare velocemente.

Adv

Gli studi hanno dimostrato che le persone che non sono brave a gestire lo stress possono aumentare il rischio di morire prematuramente del 43% . L’aumento dei decessi potrebbe essere in parte dovuto all’effetto che lo stress ha sul DNA.

Il DNA, che si trova in quasi tutte le cellule (eccetto i globuli rossi), contiene geni che codificano per i mattoni (proteine) che compongono il tuo corpo. Il DNA è costituito da due filamenti intrecciati insieme nella famosa “doppia elica”. Le tue cellule fanno costantemente copie di se stesse e quando una cellula si divide, i due filamenti si disfano e viene creata una copia identica di ciascuno – beh, la maggior parte delle volte.

A volte si verificano errori durante il processo di replicazione, specialmente alla fine dei filamenti di DNA. Questi errori possono causare mutazioni nel DNA copiato, portando la cellula a diventare cancerosa. Fortunatamente, le cellule hanno cappucci protettivi chiamati telomeri alle estremità del filamento di DNA progettati per garantire che questi errori non accadano.

I cappucci telomeri sono come sequenze di perline (ripetizioni telomeriche). Ogni volta che la cellula si divide, la generazione successiva perde un granello di ripetizioni telomeriche. Sfortunatamente, ogni cellula ha un numero fisso di queste ripetizioni, il che significa che può replicarsi solo un certo numero di volte prima che i cappucci protettivi dei telomeri vengano erosi. Questo numero di divisioni cellulari è chiamato limite di Hayflick . Una volta che una cellula raggiunge il limite di Hayflick (fino a 60 divisioni cellulari, per la maggior parte delle cellule), si autodistrugge (in modo sicuro) . Questa è l’essenza dell’invecchiamento.

Alcune cellule del corpo, in particolare le cellule immunitarie che combattono le infezioni, possiedono molecole chiamate telomerasi. La telomerasi può aggiungere nuovamente le perline (ripetizioni telomeriche) nelle cellule immunitarie (e in alcune altre, come le cellule cancerose), il che significa che l’invecchiamento può essere invertito in queste cellule. La telomerasi può aggiungere nuovamente le perline, il che significa che l’invecchiamento può essere invertito nelle cellule in questione.

Questo ha senso in quanto le cellule immunitarie devono replicarsi molte volte per combattere virus e batteri. Senza telomerasi, raggiungerebbero il limite di Hayflick e scomparirebbero, lasciando gli organismi senza protezione. Sfortunatamente, tuttavia, anche la telomerasi smette di funzionare correttamente quando le persone raggiungono gli 80 anni e perdono le cellule immunitarie a causa dell’invecchiamento.

Non è tutto fuori dal tuo controllo

Il fumo, il consumo eccessivo di alcol, il sovrappeso e lo stress sono tutti associati alla perdita dei telomeri. La telomerasi non funziona in modo altrettanto efficiente quando una persona soffre di stress eccessivo e questo provoca un invecchiamento precoce.

L’adozione di uno stile di vita sano, come una dieta a base vegetale , può fermare e persino invertire il processo. E anche l’attività fisica, soprattutto quella intensa , può aumentare l’attività della telomerasi. Quindi condurre una vita sana può ridurre la velocità dell’invecchiamento, così come gestire lo stress.

Come accennato in precedenza, non tutto lo stress è negativo. In psicologia distinguiamo tra “ eustress ” (stress positivo), necessario per avere successo sul lavoro, nello sport e nelle relazioni, e “distress” (stress negativo), quando la pressione diventa troppo per noi da gestire. L’angoscia è ciò che la maggior parte di noi intende quando dice o sente di essere stressato; è anche ciò che potrebbe accelerare l’invecchiamento delle cellule.

Quindi non c’è bisogno di proteggersi da ogni stress, solo l’angoscia che dura a lungo, è implacabile e ti impedisce di vivere la tua vita a pieno .

Accettare eventi stressanti e utilizzare strategie di coping come cercare aiuto dagli amici o diventare intraprendenti quando si affrontano le sfide, può creare resilienza allo stress, che a sua volta è associata a telomeri più lunghi . Inoltre, rivalutare un evento che provoca ansia, come accettare un impegno per parlare in pubblico, percepindolo come eccitante può aiutarti a gestire lo stress . Queste tecniche possono impedire all’eustress di diventare angoscia e migliorare la resilienza allo stress.

La resilienza è la capacità di riprendersi dopo le avversità e diventare resistenti agli stress quotidiani. Oltre alla risoluzione dei problemi, al supporto sociale e all’uso efficace delle strategie di coping, la consapevolezza può anche aiutarti a diventare più resistente agli stress quotidiani.

Altre tecniche includono fare cose che migliorano le tue emozioni positive , come leggere un libro, ascoltare musica o giocare a un gioco per computer. Vivere emozioni positive amplia la tua mente , permettendoti di percepire e attingere dalle tue risorse psicologiche, intellettuali e sociali, soprattutto quando vivi le avversità.

Donna che tiene un discorso pubblico, asciugandosi la fronte
Rivaluta gli eventi ansiosi come qualcosa di eccitante. LightField Studios/Shutterstock

Non possiamo ancora essere sicuri che queste strategie psicologiche influenzino i telomeri e, per estensione, il processo di invecchiamento. Tuttavia, la lunghezza dei telomeri e l’attività della telomerasi nelle cellule sembrano essere influenzate negativamente dallo stress e positivamente influenzate dalla gestione dello stress . Quindi, se hai dei cambiamenti nello stile di vita che puoi apportare per aiutarti a sviluppare la resilienza allo stress, potresti volerli adottare. Potrebbero non farti vivere quanto uno squalo artico , ma potrebbero aggiungere anni preziosi alla tua vita.


Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con licenza Creative Commons. Leggi l’ articolo originale 

Categorie:Equilibrio

Con tag: