Complicanze varie/eventuali

Sinusite, malattie del tratto respiratorio superiore possono aumentare il rischio di sviluppare l’artrite reumatoide

Adv

reaching out

Secondo i dati pubblicati su The Journal of Rheumatology , la sinusite, il carico acuto delle vie respiratorie e persino la faringite, nota anche come raffreddore comune, sono potenziali fattori di rischio per l’artrite reumatoide .

Adv

“Sempre più dati suggeriscono che l’artrite reumatoide inizia al di fuori delle articolazioni, in luoghi come i polmoni o l’intestino, prima di arrivare alle articolazioni”, Vanessa L. Kronzer, MD, MSCI, della Mayo Clinic, a Rochester, Minnesota, ha detto. “Sembra che le vie aeree superiori possano essere un altro punto in cui potrebbe iniziare.”

Per esaminare se specifiche malattie delle vie respiratorie sono associate a un aumentato rischio di AR, Kronzer e colleghi hanno condotto uno studio caso-controllo all’interno della Mass General Brigham Biobank, un archivio di ricerca del Massachusetts General Hospital, Brigham and Women’s Hospital, e dei loro centri affiliati in la grande area di Boston. I ricercatori hanno identificato 741 pazienti con nuova diagnosi di AR e li hanno abbinati a 2.223 individui di controllo non-RA in base all’età, al sesso e alla storia della cartella clinica elettronica.

L’esposizione a malattie delle vie respiratorie è stata definita come un codice di ricovero, o due codici ambulatoriali, almeno 2 anni prima dell’indice: la data della diagnosi di AR o la data corrispondente. I ricercatori hanno utilizzato modelli di regressione logistica per determinare gli odds ratio per RA, aggiustandosi per i confondenti. Hanno quindi stratificato i risultati per sierostato – con stato sieropositivo definito come presenza di fattore reumatoide e/o anticorpi anti-citrullinati – e fumo.

Secondo i ricercatori, sinusite acuta (OR = 1,61; IC 95%, 1,05-2,45), sinusite cronica (OR = 2,16; IC 95%, 1,39-3,35) e asma (OR = 1,39; IC 95%, 1,03-1,87 ) erano associati ad un aumentato rischio di AR. Il carico di malattie acute delle vie respiratorie durante il periodo di esposizione pre-indice era inoltre associato a un aumento del rischio di AR, con un odds ratio di 1,3 per 10 codici (IC 95%, 1,08-1,55).

Inoltre, la faringite acuta era associata a RA sieronegativa (OR = 1,68; IC 95%, 1,02-2,74), ma non sieropositiva. Tuttavia, rinite/faringite cronica era associata a RA sieropositiva (OR = 2,46; IC 95%, 1,01-5,99), ma non sieronegativa.

Le malattie delle vie respiratorie generalmente hanno portato a associazioni più elevate tra i fumatori, in particolare quelli con una storia di fumo superiore a 10 pack-year (OR = 1,52; IC 95%, 1,02-2,27).

“Questo studio ha mostrato che le malattie delle vie aeree superiori come la sinusite o persino la faringite – il comune raffreddore – erano associate allo sviluppo dell’artrite reumatoide”, ha detto Kronzer. “Il significato clinico di questo, in primo luogo, è che ci aiuta a capire da dove viene l’AR. In secondo luogo, questo potrebbe aiutarci a prevenire l’AR nelle persone a rischio. Forse la riduzione della diffusione delle infezioni respiratorie, ad esempio i vaccini o il lavaggio delle mani, o il trattamento della sinusite potrebbe ridurre la possibilità di sviluppare AR, ad esempio.


Divulgazioni: lo studio è stato finanziato in parte dal NIH e dalla Rheumatology Research Foundation. I ricercatori non segnalano ulteriori informazioni finanziarie rilevanti.