Equilibrio

Come ascoltare la musica può alleviare la transizione verso la menopausa

Adv

Un nuovo studio suggerisce che la musicoterapia può ridurre i sintomi della menopausa e la depressione

Mentre i ricercatori continuano a cercare opzioni terapeutiche efficaci per i sintomi della menopausa come alternative a soluzioni farmacologiche comprovate, è stato dimostrato che una serie di terapie innovative migliorano i sintomi. Un nuovo studio identifica la musicoterapia come un’opzione interessante, non solo per gestire i sintomi della menopausa, ma anche l’umore depresso. I risultati dello studio sono pubblicati oggi online su Menopause , la rivista della The North American Menopause Society (NAMS).

Non tutte le esperienze di menopausa di una donna sono uguali. I sintomi possono variare, così come la loro gravità e frequenza. Alcuni dei sintomi più comuni includono vampate di calore, disturbi del sonno, umore depresso, secchezza vaginale, disfunzione sessuale e dolori articolari e muscolari.

Sono state condotte pochissime ricerche sull’effetto della musica sui sintomi della menopausa. La maggior parte degli studi si è concentrata su altri trattamenti alternativi come l’ipnosi, le terapie cognitivo-comportamentali, la meditazione e la consapevolezza. L’idea che la musica abbia un effetto curativo non è nuova. Piuttosto, è radicato nelle culture antiche che credevano che la musica potesse guarire il corpo e l’anima.

Perché la musica è così terapeutica? Perché stimola la secrezione di alcuni neurotrasmettitori, tra cui dopamina, serotonina ed endorfine e l’ormone ossitocina, diminuendo il livello degli ormoni dello stress circolanti come il cortisolo. Queste sostanze svolgono un ruolo nella pressione sanguigna, così come nella frequenza cardiaca e respiratoria.

Numerosi studi dimostrano che le donne possono avere un rischio maggiore di depressione durante la transizione della menopausa rispetto al periodo premenopausale. Studi precedenti hanno dimostrato che la musicoterapia ha contribuito a migliorare i sintomi depressivi nei pazienti con gravi disturbi mentali psicotici e non psicotici. È stato anche dimostrato che la musicoterapia aiuta a prevenire la depressione postpartum.

Finora, tuttavia, non esiste uno studio noto che abbia indagato gli effetti della musicoterapia sui sintomi della menopausa e sul rischio di depressione nelle donne in menopausa. Sulla base dei risultati di questo piccolo studio, i ricercatori hanno concluso che l’ascolto di musica può ridurre significativamente i punteggi della depressione e aiutare a ridurre i sintomi della menopausa nelle donne in postmenopausa. Questi risultati suggeriscono che la musica potrebbe essere utilizzata come opzione terapeutica non farmacologica nella cura delle donne in menopausa.

I risultati dello studio sono pubblicati nell’articolo “L’effetto della musicoterapia sui sintomi della menopausa e sulla depressione: uno studio randomizzato e controllato”.

“Questo piccolo studio evidenzia il potenziale effetto benefico di un intervento di facile attuazione, a basso costo, a bassa tecnologia e a basso rischio come la musicoterapia per i sintomi della menopausa, in particolare i sintomi dell’umore. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati in popolazioni di studio più ampie, c’è poco svantaggio nell’aggiungere la musicoterapia al nostro armamentario per la gestione dei sintomi della menopausa”, afferma la dott.ssa Stephanie Faubion, direttrice medica del NAMS.

Per ulteriori informazioni sulla menopausa e sull’invecchiamento in buona salute, visitare www.menopause.org .

Fondata nel 1989, The North American Menopause Society (NAMS) è la principale organizzazione no-profit del Nord America dedicata alla promozione della salute e della qualità della vita di tutte le donne durante la mezza età e oltre attraverso la comprensione della menopausa e dell’invecchiamento sano. La sua appartenenza multidisciplinare a 2.000 leader nel campo, inclusi esperti di scienze cliniche e di base di medicina, infermieristica, sociologia, psicologia, nutrizione, antropologia, epidemiologia, farmacia e istruzione, rende NAMS particolarmente qualificato per fungere da risorsa definitiva per i professionisti della salute e il pubblico per informazioni accurate e imparziali sulla menopausa e sull’invecchiamento in buona salute. Per saperne di più su NAMS, visitare www.menopause.org .

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: