Educazione

Il metodo Teach-back migliora le interazioni tra medici e pazienti con diabete

Adv

middle-age carpet fitter

Tra i pazienti con diabete, il metodo di apprendimento è stato associato a migliori interazioni con gli operatori sanitari, un maggiore coinvolgimento nel processo decisionale condiviso e una maggiore probabilità di ricevere consigli sullo stile di vita, come mostrano i dati.

Adv

Questo, a sua volta, è stato associato a riduzioni delle complicanze legate al diabete e dei ricoveri, secondo i ricercatori.

Il metodo Teach-back è una tecnica di comunicazione in cui ai pazienti viene chiesto di esprimere indicazioni mediche con parole proprie. L’Agenzia per la ricerca e la qualità sanitaria (AHRQ) ha dichiarato sul suo sito Web che l’80% di ciò che viene discusso tra medici e pazienti viene “immediatamente dimenticato dai pazienti”. Inoltre, c’è solo una probabilità del 50/50 che ciò che viene detto al paziente venga ricordato accuratamente. L’AHRQ ha affermato che questi dati rendono il metodo di apprendimento “importante” da implementare nella pratica.

Sebbene il metodo di insegnamento sia “in circolazione da decenni, c’è una scarsità di letteratura su come viene adottato, utilizzato e opera in un contesto di assistenza di routine (ad esempio, cure primarie),” Young-Rock Hong, PhD, MPH , ha detto l’assistente professore nel programma di ricerca, gestione e politica dei servizi sanitari presso l’Università della Florida.

“Studi precedenti ne hanno stabilito il concetto e gli effetti sugli esiti della cura del diabete e sull’ospedalizzazione prevenibile”, ha affermato. “Tuttavia, non esisteva uno studio noto (a nostra conoscenza) per esaminare ulteriormente come il metodo di apprendimento operi nella comunicazione tra paziente e fornitore e i successivi esiti sulla salute”.

I ricercatori hanno analizzato i risultati tra 2.901 adulti statunitensi che avevano il diabete senza complicazioni (età mediana, 61 anni; 59,5% bianchi non ispanici; 52,6% donne). Di questi pazienti, il 25% ha indicato che il metodo di apprendimento è stato utilizzato durante una visita ambulatoriale, che è servita come riferimento per lo studio. Durante l’anno di follow-up, il 16,8% dei destinatari del metodo di apprendimento ha avuto complicazioni legate al diabete e il 6,5% è stato ricoverato in ospedale almeno una volta. I ricercatori hanno utilizzato un’analisi del modello di percorso per interpretare i risultati.

Hong e colleghi hanno riportato sul Journal of Primary Care & Community Health che l’utilizzo dell’apprendimento con i pazienti ha avuto un effetto negativo diretto sull’ospedalizzazione ( = –.127; P = .021) e effetti negativi indiretti attraverso consigli sullo stile di vita ( = –.012 , P = .045) e complicanza diabetica ( = – .029, P = .049).

“Questo effetto indiretto ci mostra come la comunicazione di apprendimento interagisce con altre componenti della cura del paziente”, ha affermato Hong. “Si scopre che il Teach-back agisce efficacemente nella comunicazione paziente-fornitore e nella gestione della cura del diabete”.

Secondo i ricercatori, il metodo di apprendimento ha avuto anche un’associazione positiva diretta sulla qualità dell’interazione che i pazienti hanno avuto con il proprio medico ( = .474, P < .001), l’utilizzo del processo decisionale condiviso ( = .058, P = .032) e la ricezione da parte del paziente di consigli sullo stile di vita ( = .094, P = .001 ).

Inoltre, l’impatto del metodo di apprendimento sulla fiducia dei pazienti nella gestione dell’auto-cura è stato “completamente mediato dalla qualità dell’interazione e dal processo decisionale condiviso (totale indiretto; = .056, P = .001)”, hanno scritto i ricercatori . Ciò ha suggerito che il metodo di apprendimento ha avuto un impatto positivo sulla fiducia dei pazienti nel prendersi cura di se stessi attraverso interazioni attive paziente-fornitore, hanno aggiunto Hong e colleghi. Tuttavia, l’uso del metodo di apprendimento non ha comportato un “percorso significativo” della fiducia dei pazienti in merito a complicanze o ricoveri ospedalieri correlati al diabete.

I risultati dello studio dovrebbero incoraggiare tutti gli operatori sanitari a “investire di più e promuovere una maggiore adozione e un uso efficace di questo intervento semplice e a costo quasi zero”, ha affermato Hong.

Ha aggiunto che gli operatori sanitari possono visitare i siti Web dell’American Academy of Family Physicians e dell’AHRQ per le strategie per implementare il metodo di apprendimento. Tali tecniche, secondo un articolo sulla gestione della pratica familiare , possono includere chiedere a un paziente: “Solo per essere sicuro di essere stato chiaro, come prenderai la tua nuova medicina?”

Sebbene il tempo necessario per implementare il metodo di apprendimento sia stato visto come un ostacolo alla sua attuazione, Hong ha affermato che prove aneddotiche suggeriscono che i medici dovrebbero impiegare “meno di 2 o 3 minuti” per utilizzarlo con i pazienti.

Riferimenti:

Bodenheumer T. Fam Pract Manag . 2018;25(4):20-22.

Guida per migliorare la sicurezza dei pazienti nelle strutture di assistenza primaria coinvolgendo pazienti e famiglie. https://www.ahrq.gov/sites/default/files/wysiwyg/professionals/quality-patient-safety/patient-family-engagement/pfeprimarycare/teach-back-slides-final508.pdf . Accesso il 26 gennaio 2022.

Hong YR, et al. J Salute della Comunità di Prim Care . 2022;doi:10.1177/21501319211066658.

Categorie:Educazione

Con tag: