Equilibrio

Cos’è la camminata meditativa?

Adv

Per Thich Nhat Hanh , il defunto monaco vietnamita che ha reso popolare la consapevolezza in Occidente, camminare non era semplicemente un modo per spostarsi da un luogo all’altro, o un’attività da riservare a un perfetto sentiero nel bosco . Potrebbe essere una pratica contemplativa profonda che mette le persone in contatto con il loro respiro, i loro corpi, la Terra – e la consapevolezza di ciò che lui chiamava “interessere”.

Thich Nhat Hanh, che è stato uno dei leader buddisti più influenti al mondo quando è morto il 22 gennaio , ha creato il termine per descrivere “la nostra profonda interconnessione con tutto il resto”. “Tutto dipende da tutto il resto del cosmo per manifestarsi, che si tratti di una stella, di una nuvola, di un fiore, di un albero o di te e me”, ha spiegato .

Adv

Come studioso del buddismo contemporaneo , ho studiato come gli insegnamenti del monaco combinano pratiche personali come la consapevolezza con il cambiamento sociale, un movimento chiamato “Buddismo impegnato”, che Thich Nhat Hanh ha sviluppato attraverso il suo attivismo pacifico contro la guerra del Vietnam . Ma uno dei suoi insegnamenti più amati è la meditazione ambulante, una parte fondamentale di ogni visita agli 11 monasteri di Plum Village che ha fondato in tutto il mondo.

Thich Nhat Hanh credeva che la Terra fosse sacra, quindi ovunque qualcuno cammini, può ricordare questa connessione spirituale mentre unisce anche la mente con il proprio corpo . Ha insegnato che le vere case delle persone si trovano nel momento presente, attraverso la consapevolezza dei loro passi sulla Terra, dei loro corpi e delle loro menti. La meditazione camminata riporta i praticanti a questa solida base.

Ecco i passaggi della camminata meditativa, così come si fa nella tradizione del Plum Village:

1) Prenditi un momento per respirare e centra il tuo corpo nello spazio che stai per camminare. Nei centri di pratica di Plum Village, monaci e monache guidano i partecipanti a cantare alcune canzoni di consapevolezza prima di iniziare. In “ We’re All Moving ”, ad esempio, il gruppo canta: “Ci stiamo muovendo tutti in un viaggio verso il nulla, prendendolo con calma, andando piano. Niente più preoccupazioni, non c’è bisogno di sbrigarsi, niente da trasportare, lascia tutto andare.

2) Mentre cammini, fai attenzione al tuo respiro e ai tuoi passi. Cammina in modo lento e rilassato, preferibilmente con un sorriso leggero. Pensa al miracolo di essere vivo e di poter calpestare Madre Terra, ripetendo queste frasi : “Inspirando, so che Madre Terra è in me. Espirando, so di essere su Madre Terra”.

3) Fai un respiro per passo, concentrandoti sul tuo piede che tocca la Terra. Puoi anche notare quanti passi fai mentre inspiri e poi espiri, naturalmente. Il punto è trovare una connessione tra il tuo respiro e i tuoi passi.

Invece della meditazione seduta, le pratiche di Thich Nhat Hanh enfatizzano l’aggiunta di consapevolezza alla vita quotidiana sempre e ovunque. Incorporando la meditazione camminata in un programma giornaliero o settimanale, ogni passo può essere parte di una pratica più profonda dell’interessere.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: