Benessere

Nipoti e pronipoti di uomini che iniziano a fumare prima della pubertà, hanno più grasso corporeo del previsto

Adv

Un nuovo studio, condotto dall’Università di Bristol e pubblicato su Scientific Reports , ha riportato un aumento del grasso corporeo nelle donne i cui nonni o bisnonni hanno iniziato a fumare prima della pubertà.

Adv

Esperimenti con studi modello altrove hanno dimostrato che l’esposizione dei maschi a determinate sostanze chimiche prima della riproduzione può avere effetti sulla loro prole. Vi sono stati, tuttavia, dubbi sul fatto che questo fenomeno sia presente negli esseri umani e se eventuali effetti apparenti possano essere più facilmente spiegati da altri fattori.

Per studiare gli effetti dell’esposizione prepuberale negli esseri umani, gli scienziati dell’Università di Bristol hanno studiato i possibili effetti del fumo di sigaretta prepuberale ancestrale sui partecipanti al Children of the 90s , uno studio su oltre 14.000 individui. In una ricerca precedente del 2014, hanno scoperto che se un padre iniziava a fumare regolarmente prima di raggiungere la pubertà (prima degli 11 anni di età), i suoi figli, ma non le sue figlie, avevano più grasso corporeo del previsto. Nello studio appena pubblicato, hanno esteso questa analisi alle generazioni precedenti utilizzando dati raccolti di recente sui nonni e bisnonni dei partecipanti allo studio ottenuti tramite questionari. Hanno scoperto un grasso corporeo più alto nelle donne i cui nonni paterni o bisnonni avevano iniziato a fumare prima dei 13 anni rispetto a quelle i cui antenati hanno iniziato a fumare più tardi durante l’infanzia (dai 13 ai 16 anni). Non sono stati osservati effetti nei discendenti maschi. Saranno necessarie ulteriori ricerche per confermare queste osservazioni in altri studi longitudinali e per ampliare l’indagine su altri effetti transgenerazionali ed esposizioni ancestrali.

Il professor Jean Golding, autore principale del rapporto, ha dichiarato: “Questa ricerca ci fornisce due risultati importanti. Primo, che prima della pubertà, l’esposizione di un ragazzo a determinate sostanze potrebbe avere un effetto sulle generazioni che lo seguono. Secondo, uno dei i motivi per cui i bambini diventano sovrappeso potrebbero non essere tanto a che fare con la dieta e l’esercizio fisico attuali, quanto lo stile di vita dei loro antenati o la persistenza di fattori associati nel corso degli anni.

Se queste associazioni saranno confermate in altri set di dati, questo sarà uno dei primi studi sull’uomo con dati adatti per iniziare a guardare a queste associazioni e per iniziare a scomporre l’origine di relazioni tra generazioni potenzialmente importanti. È con un grande ringraziamento ai partecipanti allo studio Children of the 90s che siamo in grado di condurre una ricerca così pionieristica. C’è molto da esplorare”.

Categorie:Benessere

Con tag: