Benessere

Più della metà delle donne in postmenopausa soffre di caduta dei capelli

Adv

Un nuovo studio valuta la prevalenza della caduta dei capelli durante la transizione della menopausa e i fattori che contribuiscono ad essa, inclusa l’obesità

Sia gli uomini che le donne hanno maggiori probabilità di perdere i capelli con l’età. Le donne hanno anche il rischio aggiuntivo associato alla diminuzione dei livelli di estrogeni durante la transizione della menopausa. Un nuovo studio ha cercato di identificare la prevalenza della caduta dei capelli di tipo femminile (FPHL), le caratteristiche dei capelli e i fattori associati nelle donne sane in postmenopausa. I risultati dello studio sono pubblicati oggi online su Menopause , la rivista della The North American Menopause Society (NAMS).

Adv

La caduta dei capelli di tipo femminile è il disturbo di caduta dei capelli più comune nelle donne. È caratterizzato da un graduale assottigliamento della linea della parte, seguito da un aumento della perdita di capelli diffusa che si irradia dalla sommità della testa. La caduta dei capelli di tipo femminile può svilupparsi in qualsiasi momento tra l’adolescenza e il periodo postmenopausale. Tuttavia, si ritiene che la perdita di estrogeni durante la transizione della menopausa possa svolgere un ruolo nell’accelerazione dell’FPHL perché i recettori degli estrogeni sono presenti nei follicoli piliferi. È stato dimostrato che i cambiamenti ormonali legati alla menopausa influenzano i capelli del cuoio capelluto, riducono il diametro dei capelli e limitano la crescita dei capelli.

La caduta dei capelli può avere un effetto significativo sull’autostima e sulla qualità generale della vita di una donna perché influisce sul suo aspetto e sulla sua sicurezza. Poiché le donne trascorrono, in media, un terzo della loro vita dopo la menopausa, la ricerca sulle cause e sui trattamenti della caduta dei capelli è fondamentale.

In un nuovo studio trasversale che ha coinvolto 178 donne visitate in una clinica per la menopausa, i ricercatori hanno mirato a valutare la prevalenza di FPHL nelle donne sane in postmenopausa e studiare le caratteristiche dei capelli in postmenopausa, nonché i fattori associati all’FPHL. Delle donne studiate, è stato riscontrato che il 52,2% aveva FPHL. La prevalenza di FPHL è aumentata con l’età. Una bassa autostima è stata rilevata nel 60% dei partecipanti e aumentata con la gravità della FPHL.

I ricercatori hanno inoltre notato che un indice di massa corporea elevato (obesità) era associato a una maggiore prevalenza e peggioramento della FPHL nelle donne in postmenopausa. Sono necessari ulteriori studi per determinare se gli ormoni steroidei sessuali, in particolare estrogeni e testosterone, e una storia di sindrome dell’ovaio policistico sono correlati alla caduta dei capelli nelle donne in postmenopausa.

I risultati dello studio sono pubblicati nell’articolo “Prevalence of female pattern hair loss in postmenopausal women: a cross-section study”.

“La caduta dei capelli di tipo femminile era prevalente e associata a una minore autostima nelle donne sane in postmenopausa in questo piccolo studio trasversale. Una migliore comprensione dei meccanismi responsabili di questo tipo comune di caduta dei capelli nelle donne può portare a strategie preventive e opzioni di trattamento più efficaci”, afferma la dott.ssa Stephanie Faubion, direttore medico di NAMS.

Per ulteriori informazioni sulla menopausa e sull’invecchiamento in buona salute, visitare www.menopause.org .

Fondata nel 1989, The North American Menopause Society (NAMS) è la principale organizzazione no-profit del Nord America dedicata alla promozione della salute e della qualità della vita di tutte le donne durante la mezza età e oltre attraverso la comprensione della menopausa e dell’invecchiamento sano. La sua appartenenza multidisciplinare a 2.000 leader nel campo, inclusi esperti di scienze cliniche e di base di medicina, infermieristica, sociologia, psicologia, nutrizione, antropologia, epidemiologia, farmacia e istruzione, rende NAMS particolarmente qualificato per fungere da risorsa definitiva per i professionisti della salute e il pubblico per informazioni accurate e imparziali sulla menopausa e sull’invecchiamento in buona salute. Per saperne di più su NAMS, visitare www.menopause.org .