Affari

A proposito di PNRR

Adv

Pnrr, 45 i target da raggiungere entro giugno. Sanità in prima fila. Ecco quali sono

Adv

Gli obiettivi del Pnrr che l’Italia dovrà raggiungere entro la fine dell’anno sono 100, 45 già entro il 30 giugno. Saranno pari a circa 24 miliardi e 22 miliardi.

Ad oggi, tre sono già centrati:

Tra i target principali anche la spending review che servirà a finanziare, tra l’altro, Ecco l’area tematica degli interventi:

  • Salute
  • Lotta al nero
  • Pubblica Amministrazione
  • Transizione Energetica
  • Istruzione
  • Cultura
  • Digitale
  • Sviluppo
  • Lavoro E Sociale

Entro giugno dovrà entrare in vigore il decreto ministeriale che prevede la riforma dell’organizzazione dell’assistenza sanitaria. Bisogna poi approvare il contratto per l’ammodernamento del parco tecnologico e digitale ospedaliero, quello per far sviluppare la telemedicina, e quello per rafforzare l’assistenza sanitaria intermedia e le sue strutture (Case di Comunità).

In pratica: revisione completa dei tariffari delle prestazioni sociosanitarie e dei criteri relativi a presa in carico degli assistiti: ritengo, alla luce di quanto si è visto finora con la gestione e sabotaggi della campagna di contenimento della pandemia da coronavirus, che sarà difficile attuare i predetti processi con un decreto ministeriale, e che vi saranno interventi strutturali di ridimensionamento della copertura pubblica in campo sanitario, sia per far fronte alla mancanza di medici e infermieri come per affrontare di petto il fronte ampio de “no cure” ovvero non solo la componente facente parte del settore novax ma di quella non marginale parte della popolazione che non segue le terapie, contribuisce ad alimentare lo spreco e, infine, tra sciatterie e ipocondria di varia portata, fa perdere tempo e denaro a tutti. In tutto questo va poi ricompreso il fatto che occorre fare i conti con le migliaia di lobby professionali di medici e sanitari che, non solo, sono resistenti a cambiamento ed innovazione, vedi telemedicina, ma che puntano a estendere il ruolo della libera professione in tale ambito. Nel nostro piccolo, da diabetici, tutto questo lo stiamo toccando con le tecnologie: sensori e nucroinfusori, dove si sta facendo barriera…