Vivo col Diabete

È probabile che l’obesità causi un aumento del rischio di malattie renali

Adv

Unhealthy lifestyle

Uno studio condotto dall’Università di Manchester e dai ricercatori della Manchester University NHS Foundation Trust (MFT) ha rivelato che è probabile che l’obesità causi un aumento del rischio di malattie renali.

Pubblicati su Cardiovascular Research , i risultati, basati su big data e su una risorsa unica di tessuto renale finanziata da Kidney Research UK, suggeriscono che la lotta all’obesità potrebbe avere un forte impatto sulla salute dei reni.

Adv

Utilizzando i dati di circa 300.000 partecipanti alla biobanca britannica, uno dei più grandi database biomedici del mondo e precedenti studi di associazione sull’intero genoma, il team scientifico ha estratto informazioni sulle due misure più comuni dell’obesità, l’indice di massa corporea (BMI) e la circonferenza della vita ( WC) e diverse misure della funzionalità renale.

La maggior parte degli studi precedenti non è stata in grado di spiegare se la relazione tra obesità e malattie renali fosse poco più di un’associazione.

Tuttavia, attraverso una tecnica chiamata randomizzazione mendeliana, che raggruppa le persone in base a un codice genetico assegnato casualmente alla nascita e rimuove qualsiasi pregiudizio, hanno scoperto che valori crescenti di BMI e WC predetti geneticamente erano causalmente associati alle misure della funzione renale.

Il team è stato in grado di dimostrare che l’effetto causale dell’obesità sul rene è solo in parte mediato dall’ipertensione e dal diabete di tipo 2.

Attraverso l’analisi di 467 campioni di tessuto renale, lo studio ha anche scoperto le firme dell’obesità sul rene umano: gruppi di geni e percorsi che potrebbero potenzialmente spiegare gli effetti dell’obesità sul rene.

Il primo autore, il dottor Xiaoguang Xu dell’Università di Manchester, ha dichiarato: “L’obesità e le malattie renali sono disturbi complessi comuni con un impatto clinico ed economico crescente sull’assistenza sanitaria in tutto il mondo.

“Le nostre prove confermano il valore della perdita di peso come strategia per prevenire o invertire un declino della salute dei reni, oltre a ridurre il rischio di malattie renali.

“Quindi, speriamo che i nostri risultati aiutino a stimolare ulteriori ricerche e a guidare lo sviluppo di politiche di salute pubblica per migliorare la salute dei reni e prevenire le malattie renali incoraggiando la perdita di peso”.

Il ricercatore principale, il professor Maciej Tomaszewski dell’Università di Manchester, è anche un medico consulente presso la Manchester Royal Infirmary, parte di MFT.

Ha detto: “La malattia renale cronica colpisce più del 10% degli adulti in tutto il mondo e si prevede che diventi una minaccia globale per la salute pubblica. Con l’uso della randomizzazione mendeliana, siamo stati in grado di dimostrare un effetto potenzialmente causale che il peso eccessivo ha sulla salute dei reni e il rischio di malattia renale cronica e molti altri disturbi renali.

“Attraverso l’analisi di una delle più grandi raccolte di campioni di rene umano, abbiamo scoperto le vie renali specifiche associate all’indice di massa corporea/circonferenza della vita: sono le connessioni biologiche più probabili tra obesità e salute e malattia dei reni”.

Il dottor Aisling McMahon, direttore esecutivo: ricerca, innovazione e politica presso Kidney Research UK, ha dichiarato: “Studi come questo dell’Università di Manchester si stanno aggiungendo a un numero crescente di prove che suggeriscono che l’obesità è una causa diretta di malattie renali.

“Tre milioni di persone nel Regno Unito convivono già con malattie renali. Con i livelli di obesità in aumento, questa cifra potrebbe aumentare rapidamente. I risultati del team di Manchester dimostrano la necessità di promuovere stili di vita sani al fine di migliorare la salute dei reni . Una volta qualcuno diventa un malato di rene, è un malato di rene per tutta la vita perché non esiste una cura. Essendo il più grande ente di beneficenza per la ricerca sulle malattie renali del Regno Unito, trovare trattamenti nuovi e trasformativi e modi per prevenire le malattie renali sono le nostre priorità principali. Ciò significa che i nostri sforzi per aiutare a prevenire le persone che sviluppano malattie renali sono altrettanto importanti quanto trovare nuovi modi per trattarlo”.


Ulteriori informazioni: Xiaoguang Xu et al, Contributions of obesity to kidney health and disease: insights from Mendelian randomization and the human kidney transcriptomics, Cardiovascular Research (2021)DOI: 10.1093/cvr/cvab357

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: