Mangiare e bere

La ricerca dice che le diete alla moda non funzionano: perché sono così popolari?

Adv

A due anni dall’inizio di una pandemia che ha portato le persone a stare nei loro salotti, generando innumerevoli ore di abbuffate televisive e mangiando stress, la nazione ha un nuovo problema di cui preoccuparsi: quasi la metà degli adulti statunitensi, molti già classificati come sovrappeso, ha riferito di aver messo su chili extra .

Passare a  o purificazioni alla moda può essere allettante per coloro che cercano una soluzione rapida o un drammatico calo di peso. Ma gli esperti mettono in guardia dal rispondere al richiamo della sirena di prodotti, app e annunci che promettono di aiutarti a perdere peso durante la pandemia mentre vivi la tua vita migliore.

Adv

“Evitali, perché non funzionano e possono anche essere controproducenti”, ha affermato Charlotte Markey, professoressa di psicologia alla Rutgers University di Camden, nel New Jersey. “Possono anche portare ad un aumento di peso, non alla perdita di peso”.

Anche quando le diete alla moda sembrano avere un senso, ad esempio concentrandosi sulla riduzione delle calorie, la ricerca mostra che i risultati possono essere controintuitivi. Secondo una ricerca, mangiare meno calorie può portare a cambiamenti ormonali che stimolano l’appetito e fanno desiderare alle persone cibi ipercalorici. Alcune mode eliminano persino interi gruppi di alimenti, come grano, glutine o latticini, che contengono i nutrienti necessari per una buona salute .

Mentre l’American Heart Association e altre organizzazioni sanitarie incoraggiano a mantenere un peso sano, sottolineano l’importanza di modelli alimentari sani rispetto alle mode dietetiche alla moda o ai programmi di perdita di peso drammatici. I modelli alimentari sani supportati dalla ricerca includono la dieta mediterranea e gli approcci dietetici per fermare l’ipertensione, o DASH, una dieta a basso contenuto di grassi animali, ricca di fibre di frutta, verdura, noci e cereali integrali e che includono carni magre, pesce e pollame per proteina. È stato dimostrato che questi modelli migliorano la salute del cuore e del cervello, riducono le malattie croniche e aiutano le persone a vivere più a lungo.

Ma nonostante le prove accumulate contro di essa, la dieta di moda rimane popolare. I ricercatori hanno iniziato a esplorare il perché.

Uno dei motivi è che le persone che seguono queste diete possono percepirsi come più informate di quanto non siano, ha affermato Christopher Gustafson, professore associato nel dipartimento di economia agraria presso l’Università del Nebraska a Lincoln.

Ha co-diretto uno studio pubblicato sulla rivista Appetite l’anno scorso, analizzando le motivazioni delle persone che seguono una dieta priva di glutine che non avevano ragioni mediche per farlo. Le persone celiache, ad esempio, devono eliminare il glutine dalla loro dieta perché può causare danni al loro intestino tenue. Ma negli ultimi anni, la dieta senza glutine ha guadagnato popolarità tra le persone senza motivo medico per evitare il glutine.

La ricerca di Gustafson ha rilevato che le persone senza  che seguivano la  si percepivano come più informate rispetto alle persone che non seguivano la dieta, anche se i test delle loro conoscenze oggettive hanno dimostrato che non era così. Le persone a dieta credevano erroneamente che fosse un modo più sano di mangiare e che li avrebbe aiutati a perdere peso.

“Il più forte predittore delle persone che seguono questa dieta sono stati quelli che hanno affermato di aver fatto le proprie ricerche”, ha detto. “Ma non ci sono prove che le diete alla moda siano migliori di diete sane scientificamente testate”, come i modelli alimentari seguiti in una dieta mediterranea.

La ricerca di Gustafson non ha esaminato dove le persone stavano ottenendo le loro informazioni. Ma la ricerca di informazioni sanitarie online, dove abbonda la disinformazione, è diventata un’abitudine, secondo uno studio del 2019 pubblicato sulla rivista Public Health Reports , circa due adulti su tre lo fanno . E numerosi studi hanno concluso che la qualità di tali informazioni sulla salute rimane discutibile.

Uno dei motivi per cui le persone credono che le diete alla moda funzionino è a causa delle potenti campagne di marketing che glielo dicono, ha affermato Markey, che è anche direttore dell’Health Sciences Center di Rutgers.

“Vogliamo credere che se perdiamo peso, la nostra intera vita migliorerà e questo è spesso il messaggio nel marketing. È uno sguardo molto semplificato al mondo. Ogni volta che il messaggio è eccessivamente semplificato e sembra troppo bello per essere vero, probabilmente è.”

Ci sono molti incentivi finanziari per trasmettere quel messaggio. Secondo la società di analisi Research and Markets, il mercato globale dei prodotti e servizi dimagranti è stato valutato a 254,9 miliardi di dollari nel 2021 e dovrebbe raggiungere i 377,3 miliardi di dollari entro il 2026.

La Federal Trade Commission mette in guardia i consumatori sull’acquisto di ciò che vendono le aziende di perdita di peso. I suggerimenti sul sito Web dell’agenzia includono consigli su come individuare truffe e false promesse. Le bandiere rosse includono prodotti che promettono la perdita di peso senza dieta o esercizio fisico o che affermano di mantenere il peso fuori in modo permanente.

Gli esperti offrono questi suggerimenti generali su quando essere sospettosi:

  • Una dieta promette una perdita di peso facile e veloce. “Il cambiamento delle abitudini è possibile, ma è difficile e non veloce”, ha affermato Markey. “Ogni volta che ti viene detto che qualcosa è facile e veloce, probabilmente è una bugia.”
  • Devi comprare qualcosa. “La prima cosa a cui prestare attenzione è se la fonte di informazioni su una nuova dieta sta cercando di vendere qualcosa”, ha detto Gustafson.
  • L’annuncio utilizza un linguaggio vago e scientifico invece di dati concreti. Markey ha detto che la “vera scienza” va oltre i dettagli e le spiegazioni e non fa promesse che non può mantenere. Ciò significa che a volte può sembrare provvisorio o applicarsi solo a determinati gruppi di persone che trarranno beneficio da una dieta, come quelle il cui corpo non può tollerare il glutine o i latticini. “La vera scienza direbbe: ‘Questo potrebbe funzionare per queste persone in queste circostanze'”, ha detto. “È meno sexy, ma è più probabile che sia onesto”.
  • Convalide aneddotiche. Potrebbero essere sponsorizzazioni in prima persona da celebrità o influencer. “Ci piacciono gli aneddoti perché sono facilmente riconoscibili e ci sembrano significativi, ma non sono realmente scientifici”, ha detto Markey.

Quindi, come fai a sapere se una fonte è credibile? Gustafson ha affermato che le persone dovrebbero assicurarsi che la persona che fornisce le informazioni abbia credenziali e competenze appropriate, come essere affiliata a un’università rispettabile, un’organizzazione di ricerca o una pubblicazione che probabilmente ha verificato le informazioni.

“La dieta mediterranea è quella che molti ricercatori hanno identificato come un’opzione salutare”, ha detto. “Se qualcuno uscisse e facesse ricerche su quello, troverebbe più fonti che affermano che è un’opzione salutare. Non sarebbe il caso di alcune di queste altre diete”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: