Libri/ebook medicina narrativa

Da leggere! Scrivere per guarire: Manuale di scrittura terapeutica

Nel corso di questi anni sì è parlato e scritto, trattato di medicina narrativa e narrazione della malattia, ma la messa in pratica nell’operato quotidiano della pratico medico sanitaria è ancora nei fatti marginale e nell’ambito diabetico in particolare, assente. Se fate una ricerca all’interno di questo blog troverete in proposito diversi articoli sull’argomento e io stesso ebbi a organizzare due conferenze sulla medicina narrativa, inoltre questo spazio è di per sé voce narrativa di un percorso, percorsi di vita con una malattia. Ma non basta.

Oggi voglio segnalarvi un libro molto incisivo e utile, autrice: Alessandra Perotti, Scrivere per guarire: Manuale di scrittura terapeutica, Editrice Bibliografica (15 dicembre 2021)

Scrivere per guarire? Possiamo permetterci un’affermazione di questo tipo? Oggi sì, perché gli studi, le sperimentazioni e le testimonianze ci autorizzano a dire che la scrittura è terapeutica: scrivere fa bene, ci aiuta a ritrovare consapevolezza e benessere, a entrare in connessione con la parte più profonda di noi stessi, chiarendo i nostri obiettivi e portando sollievo ai disagi dell’esistenza. Dopo aver indagato quali siano state le tappe fondamentali e gli studi più rilevanti di questo percorso di affermazione della scrittura come terapia, la domanda è: da dove si comincia a scrivere per guarire? E poi: come si può portare tale pratica salutare nella vita di ogni giorno? Quali sono gli ambiti in cui la scrittura può essere davvero di conforto? Oltre alle diverse tipologie di scrittura da sperimentare, in queste pagine sono raccolti numerosi esercizi per verificare in concreto i benefici di una modalità espressiva antica e sempre sorprendente. Del resto, scrivere è vivere.

254 pagine da leggere e fare proprie per aprire un nuovo capitolo personale e dare forma, sostanza alla medicina narrativa. Il testo è disponibile sia in formato cartaceo che ebook.

Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: