Equilibrio

La mezza età non è una crisi, ma il sonno, lo stress e la felicità sono un po’ diversi dopo i 35 anni

Adv

Meno di un quinto degli americani afferma di aver effettivamente vissuto una crisi di mezza età. Eppure ci sono ancora alcuni malintesi comuni che le persone hanno sulla mezza età.

Adv

Studio la mezza età e soprattutto come le persone in questa fase della vita sperimentano il sonno e lo stress . Nella mia ricerca, ho anche scoperto che la mezza età porta sia opportunità che sfide.

Siamo arrivati?

È difficile stabilire esattamente quando inizia la mezza età. Rispetto ad altri periodi di sviluppo, come l’infanzia, l’adolescenza e l’età adulta più avanzata, la mezza età dura più a lungo e include ruoli sociali più diversi. Ci sono meno studi pubblicati sulla mezza età rispetto agli studi sull’infanzia e sull’età adulta più avanzata. Quindi i ricercatori sanno ancora poco sui tempi e sulle esperienze uniche di questa fase della vita.

La mezza età può iniziare in momenti diversi per persone diverse.

Negli anni ’90, le persone generalmente concordavano sul fatto che la mezza età inizia all’età di 35 anni . Questo si è spostato verso un’età più avanzata. Ora gli americani potrebbero dire che la mezza età inizia all’età di 44 anni e finisce a 60 anni . Una maggiore aspettativa di vita e i progressi della medicina potrebbero aver contribuito a questo cambiamento.

Gli adulti di oggi vivono una vita più lunga e più sana rispetto alle generazioni precedenti. Inoltre, sono aumentate le richieste di stabilire una carriera mentre si costruisce una famiglia. Ecco perché alcuni ricercatori hanno iniziato a riferirsi al periodo che va all’incirca dai 30 ai 45 anni come “età adulta stabilita”, distinguendola dalla mezza età come era precedentemente intesa.

L’età cronologica è solo un modo per definire l’inizio della mezza età. La psicologa Margie Lachman sottolinea l’osservazione di alcune transizioni della vita e dei ruoli sociali che si verificano comunemente nella mezza età come un modo per elaborare una definizione.

Donna con capelli chiari e occhi scuri che guarda in alto e di lato, come se vedesse i propri pensieri, con il mento appoggiato alla mano.
Vite più lunghe e cambiamenti nei ruoli sociali hanno spostato il pensiero delle persone su quando inizia la mezza età. bobbieo/iStock tramite Getty Images

Così tanti ruoli, così poco tempo

La mezza età è un momento in cui gli individui occupano il maggior numero di ruoli sociali. L’adulto medio degli Stati Uniti nella mezza età ha in genere quattro ruoli chiave: lavoratore retribuito o casalinga; coniuge o partner; genitore; e figlio adulto. Avere più ruoli può fornire maggiori opportunità per costruire risorse come reddito, autostima, relazioni e successo. Ma le persone devono anche dividere il loro tempo e le loro energie in questi molteplici ruoli.

Ti piace quello che hai letto? Voglio di più? Iscriviti alla newsletter quotidiana di The Conversation .]

I fattori di rischio per le malattie dell’età avanzata si manifestano anche nella mezza età. Sono comuni un metabolismo più lento, aumento di peso e cambiamenti ormonali. Inoltre, le donne sperimentano la menopausa, che comporta vampate di calore e alti e bassi emotivi. Gli uomini nella mezza età hanno maggiori probabilità rispetto agli uomini e alle donne più giovani di sviluppare l’ apnea notturna .

Tutti questi fattori sono strettamente correlati al sonno, quindi non sorprende trovare un sonno scarso tra gli adulti di mezza età . Dormire meno di sei ore a notte, dormire di scarsa qualità e altri problemi di sonno sono prevalenti .

Sonno, stress, felicità

Tuttavia, i cambiamenti fisici legati all’età non sono l’unica minaccia al sonno. Anche la lotta degli adulti di mezza età per destreggiarsi tra ruoli multipli spesso incompatibili causa stress. Lo stress ha conseguenze negative sul sonno, come l’insonnia cronica. Quel che è peggio: lo stress può derivare da uno scarso sonno . Quindi dormire male o essere stressati può creare un circolo vizioso e problemi di salute a cascata .

Sia il sonno che lo stress influenzano le emozioni, quindi potresti aspettarti bassi livelli di felicità nella mezza età. La ricerca lo conferma. Meno persone sono felici durante la mezza età rispetto ai gruppi più anziani e più giovani. Tuttavia è importante notare che la mezza età implica anche la crescita , compresi i picchi di produttività del lavoro, un migliore processo decisionale finanziario e una maggiore saggezza.

Sebbene i ricercatori siano stati in grado di identificare i modelli generali di sonno degradato, aumento dello stress e minore felicità nella mezza età, le esperienze variano da persona a persona. Per alcune persone, potrebbe esserci più crescita che declino o un equilibrio di entrambi. In effetti, alcune ricerche mostrano che la crescita personale è correlata al benessere durante la mezza età.

Per ora, è già chiaro che la mezza età è un momento cruciale che determina la traiettoria dell’invecchiamento . Ecco perché la cura di sé durante la mezza età è particolarmente importante, nonostante gli impegni presi da un maggior numero di ruoli. È difficile enfatizzare eccessivamente il valore di dormire a sufficienza e gestire lo stress. Fare queste cose potrebbe aiutare le persone a trasformare una “crisi di mezza età” in “potenziale di mezza età”.


Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con licenza Creative Commons. Leggi l’ articolo originale .La conversazione

Categorie:Equilibrio

Con tag: