Donne e diabete

Nessuna variazione del glucosio, somministrazione di insulina durante il ciclo mestruale con pancreas artificiale

Adv

Un piccolo gruppo di donne con diabete di tipo 1 che utilizzava un sistema ibrido di somministrazione di insulina a circuito chiuso ha mantenuto livelli glicemici e somministrazione di insulina simili durante l’intero ciclo mestruale, secondo i dati dello studio

Adv

Nei risultati pubblicati su Diabetes Technology and Therapeutics , un gruppo di 16 donne con diabete di tipo 1 non ha avuto cambiamenti significativi nel controllo glicemico durante la fase luteale, la fase mestruale e il resto del ciclo mestruale. I risultati sono il primo passo verso l’esplorazione dei potenziali benefici dell’utilizzo di un sistema ibrido a circuito chiuso per ottimizzare il controllo nelle donne che lottano con il controllo glicemico durante determinate fasi del ciclo mestruale, secondo Carol Levy, MD , direttore clinico del Mount Sinai Diabetes Centro.

“Quella che è stata una sfida per i medici è come aiutare a gestire i pazienti che lottano con i cambiamenti glicemici durante il ciclo mestruale e fornire loro una guida”, ha detto Levy. “Questa è una sottoanalisi di uno studio più ampio. Abbiamo pensato che sarebbe stato interessante vedere quale erogazione di insulina e quali metriche glicemiche avremmo aggirato durante il ciclo mestruale. Abbiamo preso un piccolo gruppo di donne all’interno dello studio più ampio che ha accettato di farlo. Quello che abbiamo scoperto è che non ci sono stati cambiamenti significativi con un sistema ibrido a circuito chiuso”.

Levy e colleghi hanno arruolato 16 donne mestruate con diabete di tipo 1 dallo studio International Diabetes Closed Loop per partecipare a un sottostudio (69% bianche, età media, 31 anni). I partecipanti hanno installato un’applicazione di monitoraggio sul proprio telefono personale per monitorare le fasi del ciclo mestruale. Tutti i partecipanti hanno utilizzato a: microinfusore per insulina X2 slim con tecnologia Control-IQ (Tandem Diabetes Care) e sistema di monitoraggio continuo del glucosio Dexcom G6. Per la coorte sono state analizzate le metriche CGM e la somministrazione di insulina durante la fase luteale medio-tardiva, la fase mestruale e il resto del ciclo mestruale.

I dati sono stati riportati per una media di 145 giorni e sei cicli mestruali. La coorte aveva un livello medio di glucosio nelle 24 ore di 161 mg/dL durante la fase mestruale, 165 mg/dL durante la fase luteale e 159 mg/dL durante il resto del ciclo. Il tempo medio nell’intervallo era del 69% nella fase mestruale, del 67% durante la fase luteale e del 69% durante il resto del ciclo.

La somministrazione di insulina è rimasta invariata durante il ciclo mestruale, con velocità basali mediane che sono rimaste a 0,28 U/kg durante tutte e tre le fasi. La velocità mediana di somministrazione giornaliera di insulina in bolo è stata di 0,31 U/kg durante la fase luteale e di 0,29 U/kg durante la fase mestruale e il resto del ciclo.

“La particolarità di questa popolazione è che erano tutte ben controllate perché erano nel sistema a circuito chiuso, quindi forse un migliore controllo glicemico potrebbe essere in grado di attenuare alcuni dei disturbi [nella sensibilità all’insulina] che alcune donne vedono durante il loro ciclo mestruale”, ha detto Levy. “Le donne a volte inseguono anche questi livelli di zucchero nel sangue elevati che vedono durante il ciclo mestruale. Il sistema automatizzato può fornire alcuni vantaggi e non richiedere differenze molto maggiori nella somministrazione di insulina, ma non conosciamo ancora tutte le risposte”.

Levy ha affermato che gli studi futuri dovrebbero concentrarsi sulle donne che riferiscono di avere difficoltà a mantenere un controllo glicemico stabile durante tutto il ciclo mestruale e analizzare gli effetti di un sistema ibrido a circuito chiuso.

“Potrebbe anche non essere che metterli su un sistema a circuito chiuso risolverà i loro livelli di glucosio fluttuanti”, ha detto Levy. “Il sistema a circuito chiuso con regolazioni e altre impostazioni può davvero aiutarli.”


Divulgazioni: Levy riferisce di aver ricevuto commissioni dal comitato consultivo da Sanofi e concedere supporto, pagato al suo istituto, da Abbott Diabetes, Dexcom, Insulet, Lexicon Pharmaceuticals, Senseonics e Tandem Diabetes Care. Si prega di consultare lo studio per le informazioni finanziarie rilevanti di tutti gli altri autori.