Terapie

Hai preso la pastiglia?

Adv

L’imballaggio intelligente potrebbe migliorare il modo in cui gli anziani assumono i farmaci

Secondo un nuovo studio, gli anziani sono aperti all’utilizzo di imballaggi intelligenti per migliorare la loro esperienza di assunzione di farmaci.

Adv

I pacchetti intelligenti vengono utilizzati per monitorare elettronicamente quando i pazienti assumono i farmaci. Quando la prescrizione non viene seguita come consigliato dal medico, il sistema intelligente può avvisare i pazienti e i loro caregiver. 

Circa la metà dei pazienti con malattie croniche nei paesi sviluppati non assume i farmaci correttamente. Con una popolazione che invecchia in cui l’assunzione di più farmaci è comune, l’assunzione errata di farmaci, chiamata non aderenza ai farmaci, è un problema che ha un impatto sulla salute dei pazienti e costa miliardi di dollari al sistema sanitario.

C’è stata un’ondata di tecnologia di telemedicina per affrontare questo problema negli ultimi due decenni, dai complessi dispositivi di erogazione di farmaci a casa alle app di promemoria. 

“Molti di questi prodotti sono pubblicizzati come facili da usare ed efficienti, ma non tutti sono testati pensando agli anziani. Quindi, come potremmo sapere se gli anziani sono in grado di usarli per l’assunzione quotidiana di farmaci e ci sono fattori che possono influire sul loro utilizzo in casa?” ha affermato Sadaf Faisal, dottorando presso la University of Waterloo School of Pharmacy e autore principale dello studio. 

I ricercatori hanno visitato e studiato 10 partecipanti nelle loro case con un’età media di 76 anni. In media, ciascuno ha assunto 11 farmaci per almeno cinque malattie croniche. Ai partecipanti è stato fornito un blister intelligente che si sincronizzava con un portale web e registrava ogni volta che un partecipante apriva un blister per assumere farmaci. 

I ricercatori hanno quindi intervistato i partecipanti per valutare la loro esperienza con il blister intelligente. È stato inoltre chiesto loro di classificare l’usabilità della tecnologia rispetto a scale standardizzate utilizzate nella valutazione del prodotto.

“Tra tutti i partecipanti, abbiamo riscontrato vantaggi e svantaggi della tecnologia abbastanza coerenti”, ha affermato Tejal Patel, professore di farmacia e coautore dello studio. “La capacità di apprendere facilmente il prodotto era importante affinché i partecipanti lo utilizzassero in modo coerente. Anche il feedback della loro cerchia sociale, come bambini, partner o operatori sanitari solidali, ha contribuito a rafforzare l’uso della tecnologia”.

In generale, i partecipanti che si sentivano più a loro agio con la tecnologia erano più aperti all’uso e al gradimento del blister intelligente. Tuttavia, le dimensioni del dispositivo e la mancanza di portabilità erano un aspetto negativo significativo e se il prodotto si comportava in modo incoerente, inviando promemoria un giorno ma non un altro, ad esempio, i partecipanti si sentivano frustrati. I partecipanti hanno anche affermato che il costo è una barriera da utilizzare e che sarebbero meno propensi a prendere in considerazione la tecnologia intelligente se non fosse coperta da un piano antidroga o finanziata dal governo.

“Affinché la tecnologia sia efficace, deve essere accettata dagli utenti finali”, ha affermato Faisal. “I prodotti intelligenti per l’aderenza basati sulla tecnologia hanno il potenziale per supportare i pazienti, ma gli operatori sanitari dovrebbero valutare i comportamenti e gli ostacoli all’assunzione di farmaci da parte degli anziani e gli ostacoli all’uso di un prodotto prima di consigliarli”.

Lo studio è stato recentemente pubblicato sulla rivista PLOS One .

Categorie:Terapie

Con tag:,