Benessere

Pochi inconvenienti nel seguire una dieta povera di grassi e ricca di fibre

Adv

Cheerful woman listening to music and dancing on soft couch at home in day off.

Seguire una dieta sana a basso contenuto di grassi, ricca di fibre e ricca di frutta e verdura può sembrare irta di sacrifici, ma in realtà aggiunge un senso di soddisfazione personale, secondo un nuovo studio.

Adv

Studi precedenti hanno dimostrato che le persone che seguono questo tipo di dieta riducono i rischi di sviluppare malattie cardiache, alcune forme di cancro, ictus e diabete.

“I partecipanti che hanno adottato e mantenuto il piano alimentare [di studio] per quattro anni hanno riferito una maggiore fiducia nella loro capacità di prendersi cura della propria salute, una maggiore convinzione che le scelte alimentari migliorerebbero la salute e una maggiore consapevolezza dei messaggi di salute e nutrizione”, afferma l’autore principale Donald Corle dell’Istituto Nazionale dei Tumori.

Tutti i partecipanti a questo studio avevano avuto un polipo nell’intestino crasso; 194 persone hanno accettato di cambiare la loro dieta per prevenire una recidiva e 200 persone hanno continuato il loro regime alimentare tipico. In media, i partecipanti allo studio avevano circa 60 anni quando lo studio è iniziato nel 1993.

“Contrariamente alla percezione comune delle diete povere di grassi, i partecipanti non hanno segnalato alcun effetto dannoso del piano alimentare su gusto, costo, comodità di acquisto e preparazione degli alimenti, valutazione generale della salute e benessere generale o soddisfazione per la vita, ” dice Corle.

Lo studio è pubblicato su Annals of Behavioral Medicine,

A coloro che seguivano una dieta sana è stato consigliato di ottenere circa il 20 percento delle loro calorie dai grassi, di consumare 18 grammi di fibre alimentari ogni 1.000 calorie e di assumere tre porzioni e mezzo di frutta e verdura per 1.000 calorie. Questo ha funzionato da cinque a otto porzioni al giorno.

I partecipanti hanno anche tenuto registrazioni dettagliate del cibo che hanno mangiato e hanno ricevuto più di 60 ore di consulenza sulle tecniche di modifica del comportamento e sulla nutrizione, che includevano assistenza con la preparazione dei pasti e la modifica delle ricette.

Per un periodo di quattro anni, ai partecipanti è stato chiesto di valutare l’effetto dei loro cambiamenti nella dieta.

Le domande poste ai partecipanti “si concentrano sui cambiamenti nel benessere fisico ed emotivo percepito da sé, sulla soddisfazione per la dieta e sulla cura di sé”, affermano gli investigatori. “I nostri risultati suggeriscono che un piano alimentare a basso contenuto di grassi, ricco di fibre, arricchito con frutta e verdura può essere adottato senza un impatto negativo sulla percezione generale della qualità della vita”.

L’unico accenno di difficoltà è stato nel mantenere la dieta mentre si mangia fuori casa, con coloro che seguono una dieta più sana segnalando più problemi quando mangiano con gli altri rispetto alle persone che non hanno modificato la propria dieta. Questo aspetto del mangiare richiede più ricerche, osserva Corle.

Corle ipotizza che la consulenza, combinata con una maggiore disponibilità di prodotti a basso contenuto di grassi nei supermercati, abbia contribuito a rendere la dieta più sana più conveniente per i partecipanti.

“In effetti, i partecipanti hanno riportato molti cambiamenti positivi nella percezione della qualità della vita. Questi dati forniscono la prova che l’adozione di un piano alimentare a basso contenuto di grassi, ricco di fibre e ricco di frutta e verdura può essere raccomandata senza timore di risultati negativi”, afferma Corle.

Categorie:Benessere

Con tag:,