Batticuore

Alta pressione sanguigna comune, poco trattata nel diabete

Adv

L’ipertensione colpisce il 71% delle persone con diabete, ma pochi di loro ricevono un trattamento adeguato per raggiungere i livelli raccomandati, secondo un nuovo studio.

Adv

Di quelli con diabete e pressione alta, il 71% è consapevole della propria pressione alta e il 57% sta assumendo farmaci per il problema. Entrambi questi numeri sono superiori a quelli della popolazione generale. “Tuttavia, una maggiore consapevolezza e sforzi terapeutici non hanno portato a un controllo migliore”, afferma l’autrice principale Linda S. Geiss, MA, dei Centers for Disease Control and Prevention.

Lo studio è apparso nel numero di gennaio dell’American Journal of Preventive Medicine.

Tra le persone con diabete che stavano usando farmaci da prescrizione per controllare la pressione alta, il 43% aveva portato la pressione sanguigna al di sotto della soglia raccomandata per una pressione sanguigna sana. Questo è leggermente inferiore al 45% delle persone senza diabete che hanno la pressione sanguigna controllata con i farmaci.

Il 20% delle persone con diabete e ipertensione non è stato consigliato o ha scelto di non adottare consigli sull’abbassamento della pressione sanguigna

“La discrepanza tra il trattamento e il controllo della pressione sanguigna in entrambe le popolazioni potrebbe derivare da una serie di fattori”, affermano gli autori, tra cui un accesso inadeguato alle cure mediche e ai farmaci da prescrizione, trattamenti inappropriati o inefficaci e la mancanza di aderenza del paziente ai farmaci da prescrizione e alle modifiche dello stile di vita .

Lo studio ha utilizzato i dati su 1.507 persone con diabete del Terzo National Health and Nutrition Examination Survey. L’obiettivo per una pressione sanguigna sana è stato fissato al di sotto di 130/85 mm Hg, sulla base delle raccomandazioni specifiche per il diabete contenute nel sesto rapporto della Commissione nazionale congiunta per la rilevazione, la valutazione e il trattamento dell’ipertensione.

La pressione sanguigna pari o superiore a 130/85 mm Hg è considerata un fattore di rischio per le malattie cardiache tra le persone con diabete. Precedenti studi hanno dimostrato che la riduzione della pressione sanguigna riduce il rischio di morte e malattie cardiovascolari.

“Il controllo della pressione sanguigna elevata tra le persone con diabete è inadeguato. Poiché studi recenti hanno documentato i vantaggi sostanziali e l’efficacia in termini di costi del controllo della pressione sanguigna tra le persone con diabete, sono urgentemente necessari sforzi di intervento efficaci per migliorare il controllo della pressione sanguigna”, afferma Geiss.

Controllo manuale della pressione sanguigna – donna
copyright American Heart Association