Benessere

Quando preoccuparsi di russare?

Adv
Man snoring because of sleep apnea lying in the bed

L’ American Academy of Sleep Medicine (AASM) stima che “circa la metà delle persone russa ad un certo punto della propria vita”. Potresti avere un partner che russa costantemente di notte; forse ti è stato detto che russi anche tu. E mentre russare è fastidioso, rumoroso e piuttosto sgradevole da ascoltare, può anche essere un segno di una condizione medica sottostante o di un disturbo del sonno, specialmente se hai il diabete.

Perché le persone russano?

Il russare è più comune negli uomini: circa il 57% degli uomini russa, rispetto a circa il 40% delle donne. Anche i bambini possono russare.

Adv

Il russare si verifica quando il flusso d’aria attraverso la bocca o il naso è ostruito. Quando l’aria deve viaggiare attraverso un’ostruzione, i tessuti della bocca, della gola e del naso si colpiscono a vicenda, producendo un rumore che può variare di volume, da lievi sussulti a forti rombi che suonano come un treno merci.

Una grande quantità di tessuto della gola, un lungo palato molle (la parte posteriore del tetto della bocca) o l’ugola o uno scarso tono muscolare possono causare il russare, afferma la Johns Hopkins Medicine. Il colpevole può essere un setto deviato, polipi nasali o anche una piccola mascella o piccole narici. Le persone potrebbero essere più inclini a russare durante, per esempio, la stagione delle allergie o quando hanno un raffreddore o un’infezione del seno.

La Sleep Foundation afferma che bere alcolici o assumere farmaci sedativi può innescare il russare rilassando i muscoli che supportano i tessuti che rivestono le vie aeree. E i fumatori tendono a russare più dei non fumatori , probabilmente a causa dell’infiammazione e dell’edema delle vie aeree superiori.

Altri fattori che contribuiscono al russare includono:

  • Sovrappeso o obesità
  • Gravidanza
  • Età più avanzata
  • Una storia familiare di russamento o apnea ostruttiva del sonno
  • Ipotiroidismo o bassi livelli di ormone tiroideo
  • Acromegalia, un disturbo ormonale che porta a un eccesso di ormone della crescita
  • Ipogonadismo o bassi livelli di testosterone
  •  Dormire sulla schiena

Complicazioni del russare

Potresti pensare che russare, sebbene sia fastidioso se lo stai ascoltando, non sia un grosso problema. La realtà, tuttavia, è che russare può essere un segno di problemi di salute più gravi.

Una di queste gravi condizioni è l’apnea ostruttiva del sonno (OSA). L’ American Academy of Sleep Medicine definisce l’OSA come “un disturbo respiratorio correlato al sonno che comporta una diminuzione o una completa interruzione del flusso d’aria nonostante uno sforzo continuo per respirare”. Con l’OSA, i muscoli si rilassano durante il sonno, causando il collasso dei tessuti molli della gola e il blocco delle vie aeree. Questo blocco può causare pause nella respirazione che possono durare da 10 secondi a 60 secondi o più.

Una mancanza di respiro significa che i livelli di ossigeno diminuiscono; questo porta quindi a un breve risveglio dal sonno per ripristinare la respirazione. Quando ciò accade, la persona emette spesso rumori ansanti o soffocati mentre le vie aeree si aprono. Questo ciclo può ripetersi centinaia di volte durante la notte.

Poiché l’OSA è così dirompente per dormire bene la notte, una persona con questa condizione sarà spesso assonnata durante il giorno, avrà difficoltà a concentrarsi e si sentirà irritabile. Le conseguenze più gravi dell’OSA includono un aumento del rischio di:

L’OSA può anche portare a mal di testa, bruciore di stomaco e un aumento del rischio di avere un incidente d’auto (a causa della sonnolenza).

Se hai il diabete di tipo 2 e l’OSA, potresti trovare più difficile gestire il tuo diabete. Non dormire abbastanza e di qualità può influire sul modo in cui ti prendi cura di te stesso. Ad esempio, potresti dimenticare di prendere la medicina per il diabete o controllare la glicemia. Potresti non essere motivato a fare esercizio o seguire un piano alimentare sano.

Trattamento per russare

Se russi (o qualcuno nella tua famiglia ti ha detto che stai russando), parlane con il tuo medico. Probabilmente faranno un esame fisico e potrebbero ordinare test, oltre a uno studio del sonno per determinare se hai l’OSA. Tuttavia, tieni presente che non tutti coloro che russano hanno l’OSA.

I cambiamenti nello stile di vita possono aiutarti a gestire il russare. Questi includono:

Se le misure sullo stile di vita non aiutano a risolvere il russare, il tuo fornitore potrebbe prescrivere uno spray nasale steroideo; in alcuni casi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per correggere un problema fisico, come l’eccesso di tessuto nella parte posteriore della gola o la rimozione di tonsille o adenoidi.

Inoltre, se l’OSA è la causa del russare, il medico probabilmente consiglierà l’uso della pressione positiva continua delle vie aeree (CPAP) .


Sradicare la disidratazione con la rivoluzionaria tecnologia di monitoraggio di Aquarate

La disidratazione negli anziani, sebbene facilmente evitabile, può avere effetti dannosi sulla salute e sul benessere. Aquarate spiega come la sua tazza intelligente per il monitoraggio dei fluidi può aiutare a mitigare questo problema.

La disidratazione è una delle malattie più semplici da evitare, ma porta comunque a migliaia di decessi evitabili ogni anno, soprattutto tra le generazioni più anziane vulnerabili.

Solo un calo dell’1,5% dei livelli di idratazione è classificato come “lieve disidratazione” e provoca effetti collaterali indesiderati, con una disidratazione prolungata e più grave che porta a situazioni pericolose per la vita.

Indipendentemente dall’ambiente di cura in cui sei coinvolto, è fondamentale che i livelli di idratazione siano mantenuti a un livello ottimale per mantenere le funzioni corporee e garantire che le persone siano accudite.

Alleviare la disidratazione nelle cure domiciliari

Tutti vogliamo che i nostri cari rimangano nel comfort delle proprie case e vivano in modo indipendente il più a lungo possibile, ma con l’avanzare dell’età, la funzionalità della vescica e dei reni si deteriora e di solito abbiamo bisogno di andare in bagno più spesso. Molti medicinali hanno un effetto disidratante e quindi richiedono un apporto di liquidi maggiore del normale, cosa che spesso viene dimenticata. Questi fattori, insieme al fatto che molti anziani semplicemente non hanno sete come una volta, portano a una riduzione dei liquidi consumati e quindi alla disidratazione.

Può essere molto difficile prendersi cura personalmente di un membro più anziano della famiglia quando la vita è così occupata. Ma mantenerli idratati può evitare molti spiacevoli effetti collaterali e malattie e dovrebbe essere semplice ma spesso viene trascurato. Anche se il tuo familiare ha un assistente sociale che visita alcune volte al giorno, i livelli di idratazione non sono spesso una priorità.

Come spiega Rhianne Woodfine, terapista occupazionale per Hounslow e Richmond Community Healthcare NHS Trust: “È possibile impostare promemoria sugli allarmi o gli operatori sanitari possono richiedere l’assunzione di liquidi durante la visita, ma è difficile da monitorare. In genere, i pazienti non hanno più di quattro chiamate di assistenza in un giorno, che spesso non sono sufficienti per mantenere l’idratazione. Molti dei ricoveri che coinvolgono gli anziani che vediamo negli ospedali sono dovuti a disidratazione o cadute.

Essere in grado di monitorare e monitorare l’assunzione di liquidi a casa può ridurre i ricoveri ospedalieri e le lesioni dovute a cadute nella comunità. La famiglia, gli assistenti e gli operatori chiave potrebbero tenere d’occhio i livelli di liquidi e telefonare al paziente per ricordare loro di bere, se appropriato. Avere accesso a un portale online ridurrebbe lo stress su di loro, poiché possono stare tranquilli di non essere disidratati”.

Hydracup di Aquarate è una semplice tazza intelligente che traccia automaticamente il fluido in modo discreto. I dati vengono inviati a un’applicazione a cui gli assistenti possono accedere da remoto e vedere esattamente quanto ha bevuto un individuo. Questo ti permette di agire in tempo reale, spingendo la persona di cui ti prendi cura a bere un altro drink e puoi vedere se lo fa o no!

Il nostro team verrà e preparerà tutto per te, quindi tutto ciò che devi fare è semplicemente sostituire la loro tazza attuale con l’ Hydracup e sei a posto. Con il rilevamento di oscillazioni, versamenti e versamenti, saprai sempre quando hanno versato la bevanda o l’hanno gettata nel lavandino, in modo da ottenere un vero riflesso di ciò che hanno effettivamente bevuto.

Questo è ciò che alcuni dei nostri clienti e utenti hanno da dire:

Utente domestico di 89 anni: “Vivendo con varie condizioni mediche, è davvero importante assicurarsi di bere molta acqua per mantenersi idratati. L’Hydracup è un’ottima soluzione: è facile da bere, è comodo da tenere in mano e mi fa sapere esattamente quanto liquido ho consumato ogni giorno. Davvero un ottimo prodotto!”

Consiglio Wirral: “Aquarate fornire questa soluzione è molto tempestivo data la grande spinta alla disidratazione in tutto il settore e ci consentirà l’opportunità di testare tecnologie sanitarie all’avanguardia. Prevenire la disidratazione è una preoccupazione urgente in quanto può portare a ricoveri ospedalieri non necessari e declino funzionale per i residenti. Non vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto con Aquarate mentre forniscono questa soluzione digitale, vedendo al contempo i vantaggi per l’utente, il fornitore di assistenza e il Wirral Council”.

La figlia di un utente domestico di 90 anni: “Ora sappiamo con sicurezza quanto beve mio padre ogni giorno e questo aiuta a mantenerlo adeguatamente idratato. È vigile e sembra di nuovo il suo vecchio sé”.

NRS Healthcare: “Questa è davvero una buona notizia, c’è una domanda repressa di prodotti per il monitoraggio dell’idratazione a Torbay e qualsiasi sviluppo per promuovere l’offerta Aquarate può solo portare benefici per la salute a coloro che non sono in grado di gestire la propria assunzione di liquidi. L’offerta Aquarate differenzia tra i bevitori in modo che sia possibile un monitoraggio più accurato”..

Ecco cosa hanno detto alcuni utenti:

Natalie Erickson, infermiera del Liverpool Royal Hospital: “Attualmente utilizziamo grafici cartacei per il monitoraggio dell’equilibrio dei liquidi. Ciò significa che il personale deve chiedere ai pazienti cosa hanno bevuto e fare affidamento sul fatto che il paziente ricordi cosa hanno bevuto.

Per coloro che non sono in grado di segnalare al personale ciò che hanno consumato, il sistema si basa sulla presenza del personale quando vengono raccolte le bevande, il che non è sempre possibile. La registrazione del fluido endovenoso può variare e il monitoraggio dell’output può rivelarsi difficile, in particolare se il paziente è mobile. Questi, tra gli altri problemi, portano a discrepanze nell’accuratezza dei grafici di bilancio dei fluidi”.

Il dottor Mike Fisher, CCIO di Liverpool e Broadgreen University Hospitals Trust: “Siamo orgogliosi di lavorare con Aquarate. Utilizziamo la tecnologia del ventunesimo secolo per risolvere un problema di sicurezza del paziente molto vecchio, impiegando dispositivi abilitati ai sensori per monitorare l’equilibrio dei fluidi di un paziente per migliorare la qualità e la sicurezza delle loro cure”.

Marie McCarthy, infermiera del Liverpool Royal Hospital: “Il bilanciamento dei liquidi gioca un ruolo molto importante nella valutazione del paziente. Può influenzare le scelte e le decisioni terapeutiche. L’accuratezza dei grafici del bilancio dei fluidi è attualmente buona solo quanto la persona che li compila. Influenze esterne come i vincoli di tempo, l’impegno e il livello di personale possono tutti contribuire all’accuratezza, o meno, dei grafici del bilancio dei fluidi attualmente in uso. Avere un sistema digitale in atto aiuterebbe a migliorare l’accuratezza ed eliminare alcuni dei fattori che influenzano l’attuale processo di completamento manuale”.

Stefano Bustini, medico ST5 presso il Liverpool Royal Hospital: “Il SSN è un’organizzazione nota per l’utilizzo di sistemi legacy che in molti casi sono cartacei. È anche un’organizzazione in cui i livelli di personale a volte possono essere limitati e in cui è necessario elaborare e analizzare enormi quantità di dati. La nuova tecnologia potrebbe aumentare notevolmente la precisione e la velocità di queste attività. Hydracare ridurrebbe il tempo impiegato dal personale per la registrazione manuale dei dati sull’equilibrio dei fluidi per i pazienti, liberandoli così per altre attività. Aumenterebbe l’accuratezza dei dati sull’equilibrio dei fluidi del paziente, il che contribuirebbe a una maggiore sicurezza del paziente”.

Hydracare per le case di cura

Sebbene la disidratazione sia una condizione facilmente prevenibile, la carenza di personale e l’inadeguata formazione del personale possono portare a morbilità, mortalità e qualità della vita legate alla disidratazione in contesti di cura istituzionali come ospedali, case di cura e case di cura. Si ritiene che il 20% degli anziani che vivono nelle case di cura del Regno Unito sia disidratato e almeno due pazienti anziani alla settimana muoiano di fame o di sete.

La disidratazione è stata evidenziata come una causa comune di ricovero in ospedale nei residenti delle case di cura a causa di infezioni del tratto urinario, cadute e fratture. Le infezioni delle vie urinarie e gli AKI sono spesso sovradiagnosticati e trattati in modo eccessivo, mentre un modo accurato per monitorare l’idratazione potrebbe spesso essere la soluzione.

Essere adeguatamente idratati migliora anche le condizioni della pelle con meno ferite e segni. Il movimento intestinale è anche notevolmente peggiorato dalla disidratazione e la stitichezza è un enorme problema nelle case di cura, specialmente per i residenti che assumono codeina per alleviare il dolore e altri farmaci che peggiorano la stitichezza. Garantire che i residenti bevano abbastanza liquidi riduce le vertigini e la sonnolenza degli individui e aumenta la funzione cognitiva necessaria per vedere il carattere di ogni persona.

All’interno delle case di cura, vengono ancora utilizzati bilanci manuali dei fluidi, che richiedono tempo e sono difficili da mantenere accurati. In media, gli assistenti trascorrono sei minuti al giorno, per residente a monitorare in questo modo i fluidi del residente. Ciò presenta un enorme potenziale risparmio sui costi del personale e libererebbe tempo per altre attività di assistenza.

Oltre al risparmio sui costi e alla riduzione dei ricoveri ospedalieri dalle case di cura, l’utilizzo del sistema Hydracare di Aquarate per monitorare il consumo di liquidi può anche ridurre drasticamente il fabbisogno di farmaci e fornire i dati vitali richiesti dal CQC per dimostrare che la casa di cura soddisfa le esigenze di idratazione dei residenti

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: