Benessere

La perdita di peso non aiuta le possibilità di gravidanza, lo studio rileva

Adv

La perdita di peso non aiuta le possibilità di gravidanza, lo studio rileva

New clothes. Overweight young woman sitting on the chair while thinking about new clothes

Alle donne che sono obese e che lottano per rimanere incinte viene spesso consigliato di perdere peso, ma un nuovo studio non trova benefici per la fertilità dalla perdita di peso.

Adv

Uno studio randomizzato su 379 donne con obesità e infertilità inspiegabile ha scoperto che i cambiamenti intensi nello stile di vita che perdono chili non hanno portato a migliori possibilità di gravidanza e nascite sane rispetto al semplice aumento dell’attività fisica senza perdita di peso.

“Sappiamo da decenni che le donne obese hanno spesso difficoltà a rimanere incinte”, ha affermato il ricercatore Daniel J. Haisenleder, PhD, del Center for Research in Reproduction della University of Virginia School of Medicine. “Per questo motivo, molti medici consigliano di perdere peso prima del concepimento. Tuttavia, ci sono pochi studi che hanno affrontato il problema confrontando uno stile di vita sano, ad esempio esercizio fisico, con esercizio più perdita di peso”.

Obesità e gravidanza

Lo studio FIT-PLESE, condotto in nove centri medici accademici in tutto il paese, ha diviso i partecipanti in due gruppi: metà delle donne ha seguito una dieta intensa utilizzando sostituti dei pasti, farmaci e una maggiore attività fisica. L’altra metà ha semplicemente aumentato la propria attività fisica senza cercare di perdere peso. Dopo aver completato i programmi, entrambi i gruppi hanno ricevuto tre cicli di trattamenti standard per l’infertilità.

Le donne nel programma di perdita di peso hanno finito per perdere, in media, il 7% del loro peso corporeo, mentre i partecipanti al gruppo di solo esercizio in genere hanno mantenuto il proprio peso. Ma, alla fine, non ci sono state differenze significative tra i due gruppi in termini di frequenza delle nascite sane. In totale, 23 delle 188 donne che hanno completato il programma intensivo di perdita di peso di 16 settimane hanno finito per partorire; tra i 191 che hanno completato il programma di solo esercizio, 29 hanno partorito.

Tuttavia, il programma di dieta intensiva ha offerto benefici per la salute alle donne che lo hanno completato. Oltre a perdere chili di peso, hanno visto una forte diminuzione della sindrome metabolica, un insieme di condizioni che aumentano il rischio di gravi problemi di salute come diabete, ictus e malattie cardiache.

Sulla base delle loro scoperte, Haisenleder e i suoi collaboratori concludono che il programma dimagrante non ha reso le donne più fertili né ha migliorato i risultati alla nascita rispetto al semplice esercizio. Notano che i benefici per la salute della perdita di peso potrebbero non tradursi in migliori probabilità di rimanere incinta.

“La perdita di peso ha migliorato la salute metabolica in questi soggetti. Sfortunatamente i cambiamenti visti non hanno migliorato la fertilità”, ha detto Haisenleder. “L’infertilità all’interno di questa popolazione rimane un problema sanitario importante e richiederanno ulteriori studi per affrontare il problema in futuro”.

Risultati pubblicati

I ricercatori hanno  pubblicato i loro risultati sulla rivista scientifica PLOS Medicine . Il gruppo di ricerca era composto da Richard S. Legro, Karl R. Hansen, Michael P. Diamond, Anne Z. Steiner, Christos Coutifaris, Marcelle I. Cedars, Kathleen M. Hoeger, Rebecca Usadi, Erica B. Johnstone, Daniel J. Haisenleder , Robert A. Wild, Kurt T. Barnhart, Jennifer Mersereau, JC Trussell, Stephen A. Krawetz, Penny M. Kris-Etherton, David B. Sarwer, Nanette Santoro, Esther Eisenberg, Hao Huang e Heping Zhang per il Reproductive Medicine Network . Un elenco completo delle rivelazioni degli autori è incluso nel documento, che è ad accesso libero e disponibile per la lettura gratuita del pubblico.