Equilibrio

Il bacio dello chef: la ricerca mostra che una sana cucina casalinga equivale a una mente sana

Adv

Una nuova ricerca ha scoperto che essere sicuri in cucina non fa solo bene alle papille gustative: fa anche bene alla salute mentale

Una nuova ricerca della Edith Cowan University (ECU) ha scoperto che avere fiducia in cucina non fa solo bene alle papille gustative: fa anche bene alla salute mentale. 

Adv

Lo studio segue la partnership di successo di ECU con la Good Foundation e l’iniziativa del Ministero dell’Alimentazione di Jamie, con una cucina alimentare mobile che offre corsi di cucina nella comunità e nei campus universitari di Perth e SW, dal 2016 al 2018. 

In totale, 657 partecipanti hanno seguito il corso di cucina salutare di sette settimane.  

Allo stesso tempo, gli accademici dell’ECU Institute for Nutrition Research hanno misurato l’effetto del programma sulla sicurezza di cucina dei partecipanti e sulla salute mentale auto-percepita, nonché sulla loro soddisfazione generale riguardo ai comportamenti culinari e legati alla dieta. 

I ricercatori hanno scoperto che coloro che hanno partecipato al programma hanno visto miglioramenti significativi nella salute generale, nella salute mentale e nella vitalità soggettiva subito dopo il programma, che è rimasto sei mesi dopo il completamento del corso, rispetto al gruppo di controllo dello studio. 

Sono stati anche segnalati miglioramenti nella sicurezza in cucina, nella capacità di cambiare facilmente le abitudini alimentari e superare le barriere dello stile di vita per un’alimentazione sana. 

La ricercatrice capo, la dott.ssa Joanna Rees, ha affermato che lo studio ha mostrato l’importanza della dieta per la salute mentale. 

“Il miglioramento della qualità della dieta delle persone può essere una strategia preventiva per fermare o rallentare l’aumento della cattiva salute mentale, dell’obesità e di altri disturbi della salute metabolica”, ha affermato. 

“I futuri programmi sanitari dovrebbero continuare a dare la priorità agli ostacoli a un’alimentazione sana come ambienti alimentari poveri e limiti di tempo, ponendo al contempo maggiore enfasi sul valore di un’alimentazione sana attraverso pasti cucinati in casa facili e veloci, ricchi di frutta e verdura ed evitando prodotti ultra-elaborati cibi pronti”.  

Non è solo il cibo 

L’Istituto ha precedentemente trovato un legame tra mangiare più frutta e verdura e migliorare la salute mentale a lungo termine in uno studio più ampio che raccoglie dati dietetici più sofisticati, il che implica che i partecipanti all’attuale studio potrebbero essersi sentiti meglio a causa di una dieta migliore. 

Tuttavia, lo studio ha mostrato che la salute mentale dei partecipanti è migliorata nonostante la dieta riportata non sia cambiata dopo aver completato il programma. 

Inoltre, i benefici per la salute mentale erano uguali tra i partecipanti in sovrappeso o obesi e quelli in una fascia di peso sana. 

“Questo suggerisce un legame tra la sicurezza in cucina e la soddisfazione per quanto riguarda la cucina e i benefici per la salute mentale”, ha affermato il dottor Rees. 

Chi ne beneficia di più? 

Lo studio ha anche rivelato che cucinare rimane un compito altamente di genere. 

All’inizio del programma, il 77% dei partecipanti che si identificavano come donne ha affermato di essere sicuro di cucinare, rispetto a solo il 23% di coloro che si identificavano come uomini. 

Ma alla fine del programma, la sicurezza in cucina e le abilità culinarie erano uguali in entrambe le controparti. 

“Questo cambiamento di fiducia potrebbe vedere un cambiamento nell’ambiente alimentare domestico riducendo il pregiudizio di genere e portando a un equilibrio di genere nella cucina casalinga”, ha affermato il dottor Rees. 

“Questo a sua volta può aiutare a superare alcune delle barriere presentate dal non saper cucinare, come l’alleggerimento dei vincoli di tempo che possono portare a piatti pronti ad alto contenuto energetico ma a basso valore nutritivo”. 

“Come un programma di alfabetizzazione alimentare di 7 settimane influisce sulla fiducia in cucina e sulla salute mentale: risultati di uno studio di intervento controllato quasi sperimentale” è stato pubblicato su Frontiers in Nutrition .

Saper cucinare cibi sani può giovare alla tua salute mentale, anche se non lo metti in pratica.

Categorie:Equilibrio

Con tag:,