Benessere

Vaccini Covid: nelle farmacie lombarde dal 15 marzo raccolte 4.500 prenotazioni, anche di prime e seconde dosi

Adv

Circa 500 gli esercizi che aderiscono alla campagna di immunizzazione in Lombardia. Dal 10 novembre, somministrati oltre 270mila booster ai cittadini over 12. Annarosa Racca: “Auspichiamo che l’ulteriore agevolazione della prima e seconda dose in farmacia possa contribuire a convincere gli indecisi; è fondamentale non abbassare la guardia”.

Milano, 21 marzo 2022 – Si è ampliata l’offerta vaccinale nelle farmacie della Lombardia: i 496 esercizi aderenti in tutta la regione stanno somministrando anche prime e seconde dosi, non più soltanto il booster. Complice questa novità, recentemente introdotta, dal 15 marzo circa 4.500 cittadini si sono prenotati sul portale per ricevere il vaccino in una farmacia lombarda.

Adv

Un’ulteriore semplificazione che punta a convincere gli indecisi, alla luce anche dell’attuale risalita dei contagi. I lombardi di età superiore ai 12 anni che ancora non sono vaccinati ora potranno decidere di recarsi comodamente nella farmacia sotto casa, per aderire alla campagna di immunoprofilassi. Le prenotazioni dovranno essere effettuate solo attraverso il portale regionale https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/. Le farmacie inoculeranno il siero Comirnaty di Pfizer: da quando hanno iniziato a contribuire alla campagna di immunizzazione, il 10 novembre scorso, le croci verdi hanno ormai superato le 270.000 inoculazioni.

“Il Covid si sconfigge vaccinandosi”, dichiara Annarosa Racca, Presidente di Federfarma Lombardia“Ci auguriamo che la possibilità di ricevere anche la prima e la seconda dose dal proprio farmacista di fiducia possa contribuire allo sprint finale di questa campagna vaccinale. La rete delle farmacie territoriali si sta impegnando per rispondere il più possibile alle esigenze della popolazione. Lo dimostra il fatto che continua a crescere il numero degli esercizi aderenti e i cittadini rinnovano la fiducia nei nostri confronti, scegliendo ora la farmacia anche per le prime inoculazioni”.

“Siamo in una fase dove anche un vaccinato in più, specie tra chi finora non aveva manifestato intenzione di aderire alla campagna anti Covid, può fare la differenza”, commenta Vicepresidente e Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti“Le farmacie si confermano ancora una volta un punto di riferimento importante. La comodità di un’opportunità magari ‘sotto casa’, l’empatia con persone con le quali ci si confronta quasi quotidianamente, possono fare leva sugli indecisi. Questo primissimo report sulle prenotazioni sembra confermare questo orientamento”.

Sono 496 gli esercizi lombardi che partecipano alla campagna vaccinale, così suddivisi per ciascun territorio: ATS di Milano, 151 farmacie aderenti; ATS Insubria, 81 farmacie; ATS Montagna, 16 farmacie; ATS Brianza, 63 farmacie; ATS Bergamo, 63 farmacie; ATS Brescia, 43 farmacie; ATS Val Padana 48 farmacie; ATS Pavia, 31 farmacie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: