Benessere

Il colloquio motivazionale non sembra aumentare l’efficacia dei programmi di perdita di peso

Adv

New clothes. Overweight young woman sitting on the chair while thinking about new clothes

Una meta-analisi di studi randomizzati di controllo ha rilevato che un tipo di terapia della parola chiamata colloquio motivazionale non aumenta l’efficacia dei programmi di gestione del peso comportamentale (BWMP) per i pazienti obesi o in sovrappeso. I risultati suggeriscono che, data la formazione intensiva richiesta per la sua consegna, il colloquio motivazionale potrebbe non essere un’aggiunta utile a BWMP. L’analisi è pubblicata in Annals of Internal Medicine.

Quasi due miliardi di adulti e 340 milioni di bambini e adolescenti nel mondo vivono con sovrappeso o obesità. L’eccesso di peso aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e alcuni tipi di cancro e peggiora la salute psicosociale. BWMP si concentra sulla perdita di peso attraverso cambiamenti nella dieta e nell’attività fisica e sono considerati trattamenti efficaci per sovrappeso e obesità e possono migliorare il benessere psicologico. Il colloquio motivazionale è un intervento psicoterapeutico che coinvolge i pazienti nel cambiamento del comportamento.

I ricercatori dell’Università di Oxford hanno condotto una meta-analisi di 46 studi comprendenti 11.077 partecipanti per valutare il contributo indipendente del colloquio motivazionale come parte di un BWMP nel controllo del peso e nel miglioramento del benessere psicologico. Gli studi hanno valutato il colloquio motivazionale per determinare se aumentava la perdita di peso o migliorava il mantenimento del peso rispetto a un intervento minimo o nullo; aumento della perdita di peso o maggiore mantenimento del peso quando utilizzato con interventi di gestione del peso rispetto a un intervento di gestione del peso simile senza interviste motivazionali; e se il colloquio motivazionale ha migliorato il benessere psicologico. Gli autori hanno scoperto che rispetto a un intervento minimo o nullo, i programmi che incorporavano interviste motivazionali hanno portato a una perdita di peso maggiore di circa 1 kg negli adulti a 3 e 6 mesi di follow-up. Tuttavia, solo due studi hanno fornito dati sul peso dopo un anno, senza prove di una differenza sostenuta. Gli autori hanno anche scoperto che nessuna prova che l’incorporazione di interviste motivazionali in un BWMP abbia migliorato la perdita di peso in qualsiasi momento rispetto ai BWMP di intensità simile o inferiore. Inoltre, gli autori non hanno trovato prove che l’incorporazione di interviste motivazionali abbia migliorato il benessere psicologico. Gli autori hanno anche scoperto che nessuna prova che l’incorporazione di interviste motivazionali in un BWMP abbia migliorato la perdita di peso in qualsiasi momento rispetto ai BWMP di intensità simile o inferiore. Inoltre, gli autori non hanno trovato prove che l’incorporazione di interviste motivazionali abbia migliorato il benessere psicologico. Gli autori hanno anche scoperto che nessuna prova che l’incorporazione di interviste motivazionali in un BWMP abbia migliorato la perdita di peso in qualsiasi momento rispetto ai BWMP di intensità simile o inferiore. Inoltre, gli autori non hanno trovato prove che l’incorporazione di interviste motivazionali abbia migliorato il benessere psicologico.

Un editoriale degli autori della NYU Grossman School of Medicine afferma che l’IM ha un impatto trascurabile sulla gestione del peso perché l’obesità è influenzata da fattori complessi al di fuori del controllo del paziente, tra cui genetica, infiammazione, farmaci, composizione del microbioma, stress psicologico, dolore cronico , accesso a strutture ricreative, accesso a cibo sano ed esposizione alle tossine ambientali. Gli autori affermano che sebbene l’IM non sia efficace come intervento autonomo per la perdita di peso, migliora specifici comportamenti che promuovono la salute che sono importanti per la gestione del peso. Tuttavia, gli autori avvertono i fornitori che utilizzano l’IM o altre tecniche di consulenza per evitare di esacerbare lo stigma dell’obesità.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: