Benessere

I bambini esposti alla cannabis nel grembo materno possono essere a rischio di obesità, glicemia alta

Adv
baby, girl, newborn

Sia il CBD che il THC mettono i bambini a rischio nonostante il CBD sia commercializzato come benefico per la saluteIl consumo di cannabis tra le donne in gravidanza è in aumento e potrebbe essere associato a esiti negativi per la salute dei bambini, secondo un nuovo studio pubblicato sul  Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism della Endocrine Society.Uno studio del 2016 in Colorado ha rivelato che fino al 22% delle donne in gravidanza aveva livelli rilevabili di cannabinoidi nel proprio corpo. Le donne che usano cannabis, sia tetraidrocannabinolo (THC) che cannabidiolo (CBD), durante la gravidanza potrebbero mettere il loro bambino a rischio di basso peso alla nascita e problemi comportamentali. L’esposizione ai cannabinoidi può anche aumentare il rischio futuro del bambino di obesità e glicemia alta.Parte della popolarità del CBD è che viene commercializzato come “non psicoattivo” e che i consumatori possono trarre benefici per la salute dalla pianta senza sballo. Il CBD è pubblicizzato per fornire sollievo per ansia, depressione e disturbo da stress post-traumatico. È anche commercializzato per favorire il sonno.“Abbiamo scoperto che l’uso di cannabis durante la gravidanza era collegato all’aumento della percentuale di massa grassa e ai livelli di glucosio a digiuno nei bambini di 5 anni”, ha affermato Brianna Moore, Ph.D., della Colorado School of Public Health di Aurora, Colorado. Incoraggiamo le donne ad astenersi dall’uso di cannabis durante la gravidanza o l’allattamento per ridurre al minimo gli effetti negativi sulla salute della prole”.I ricercatori hanno studiato campioni di urina di 103 donne in gravidanza, il 15% delle quali aveva livelli rilevabili di cannabinoidi (come THC e CBD) nelle urine. I bambini di 5 anni di queste madri avevano una massa grassa e livelli di glucosio a digiuno più elevati rispetto ai bambini che non erano stati esposti alla cannabis durante la gravidanza.“Sono necessari ulteriori studi per capire come l’esposizione a diversi cannabinoidi durante la gravidanza possa avere un impatto sulla prole”, ha detto Moore.Altri autori di questo studio includono: Katherine Sauder e Dana Dabelea della Colorado School of Public Health e della University of Colorado School of Medicine di Aurora, Colorado; Allison Shapiro dell’Anschutz Medical Campus dell’Università del Colorado ad Aurora Colo.; e Tessa Crume e Gregory Kinney della Colorado School of Public Health di Aurora Colo.Lo studio ha ricevuto finanziamenti dal National Institutes of Health.Il manoscritto,  “Esposizione fetale alla cannabis e ai risultati metabolici dell’infanzia: lo studio Healthy Start”,  è stato pubblicato online, prima della stampa.# # #Gli endocrinologi sono al centro della risoluzione dei problemi di salute più urgenti del nostro tempo, dal diabete e obesità all’infertilità, alla salute delle ossa e ai tumori correlati agli ormoni. La Endocrine Society è l’organizzazione più antica e più grande del mondo di scienziati dediti alla ricerca sugli ormoni e medici che si prendono cura delle persone con malattie legate agli ormoni.La Società conta più di 18.000 membri, tra cui scienziati, medici, educatori, infermieri e studenti in 122 paesi. Per saperne di più sulla Società e sul campo dell’endocrinologia, visitare il nostro sito all’indirizzo? www.endocrine.org . Seguici su Twitter a  @TheEndoSociety  e  EndoMedia .

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: