Benessere

La remissione del diabete di tipo 2 è possibile per le persone con BMI più basso

Adv

Un nuovo studio del professor Roy Taylor e del suo team mostra che la remissione dal diabete di tipo 2 è possibile per le persone con BMI più basso.

Il nuovo studio ha dimostrato che la remissione del diabete di tipo 2 è possibile anche per alcune persone con peso corporeo inferiore, hanno ascoltato oggi (1 aprile 2022) i delegati alla conferenza professionale del Regno Unito sul diabete del 2022.

Adv

I risultati della prova finanziata da Diabetes UK Reversal of Type 2 Diabetes upon Normalization of Energy Intake in the Non-obese (ReTUNE) mostrano uno sbalorditivo 70% dei partecipanti con peso corporeo inferiore è andato in remissione di tipo 2 attraverso la perdita di peso indotta dalla dieta, nonostante non vivere con obesità o sovrappeso.

Mentre l’obesità aumenta il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, il 10% delle persone con diabete di tipo 2 ha un BMI che non rientra nella categoria dell’obesità o del sovrappeso.

Il professor Roy Taylor, ricercatore principale dello studio ReTUNE dell’Università di Newcastle, ha dichiarato: “Questa è un’ottima notizia per tutti coloro che soffrono di diabete di tipo 2, non solo indicando la via da seguire per un efficace ritorno alla salute, ma anche sfidando le idee sbagliate che si aggrappano alla condizione”.

Informazioni complete sono disponibili su questo sito Web sulla remissione del diabete di tipo 2 e sulla remissione in corso, compresi i programmi dietetici e le informazioni per i medici di famiglia.

Persone con un sano BMI

In precedenza, il famoso Diabetes Remission Clinical Trial (DiRECT) del professor Taylor ha dato speranza a milioni di persone con diabete di tipo 2 e obesità o sovrappeso, dimostrando che era possibile per alcune persone portare la loro condizione in remissione attraverso la perdita di peso.

Lo studio Counterpoint, finanziato anche da Diabetes UK, ha mostrato per la prima volta che l’eliminazione del grasso dall’interno del pancreas e del fegato, i due organi chiave coinvolti nel controllo della glicemia, era la chiave per la remissione dal tipo 2 nelle persone che vivono con obesità o sovrappeso.

Per scoprire se la perdita di grasso in eccesso da questi organi potrebbe anche aiutare le persone con un BMI nella gamma sana ad andare in remissione dal diabete di tipo 2, il professor Roy Taylor e il suo team ReTUNE hanno messo 20 persone con la condizione e un BMI pari o appena al di sopra sano (BMI inferiore a 27) su un programma dietetico ipocalorico simile a quello seguito in Counterpoint.

I partecipanti sono stati supportati da un’équipe medica per interrompere tutte le compresse ipoglicemizzanti e seguire una dieta ipocalorica rigorosa (800 kcal al giorno), composta da sostituti del pasto in formula e verdure non amidacee per 2-4 settimane, seguita da un 4-6 periodo di mantenimento della perdita di peso settimanale che ha comportato la graduale reintroduzione degli alimenti normali. Tutti i partecipanti avevano ricevuto una diagnosi di diabete di tipo 2 negli ultimi 5 anni. Questo ciclo di perdita e mantenimento del peso è stato ripetuto fino a tre volte, fino a quando i partecipanti hanno perso tra il 10 e il 15% del loro peso corporeo.

Dopo ogni ciclo, il team di ricerca ha misurato la quantità di grasso nel pancreas e nel fegato dei partecipanti e ha cercato di vedere come veniva prodotta la remissione.

In seguito ai promettenti risultati preliminari dello scorso anno, i dati completi dello studio confermano per la prima volta che le persone con diabete di tipo 2 e BMI più basso possono essere aiutate a portare il loro tipo 2 in remissione attraverso un programma di dieta strutturata a basso contenuto calorico e che la chiave a questo sta perdendo grasso dannoso dal fegato e dal pancreas.

Dopo 12 mesi, i risultati hanno mostrato che:

  • L’IMC dei partecipanti era in media di 22,4 kg/m 2 alla fine dello studio (ridotto da una media di 24,8 kg/m 2 ).
  • Circa tre quarti (70%, o 14/20) dei partecipanti è andato in remissione dal diabete di tipo 2 durante lo studio, con il 50% (10/20) di questi che è andato in remissione dopo il primo ciclo di perdita di peso.
  • Per la remissione era necessaria una perdita di peso media di circa l’8% del peso corporeo.
  • Nelle 14 persone che sono andate in remissione, l’HbA1c media è scesa da 53 mmol/mol all’inizio dello studio a 45 mmol/mol di tutti i farmaci per il diabete e la pressione sanguigna è diminuita nonostante l’assunzione di meno farmaci anti-BP.
  • I livelli di grasso nel fegato e nel pancreas dei partecipanti erano più alti del previsto all’inizio dello studio, ma poi sono diminuiti a livelli normali dopo la perdita di peso.

I partecipanti hanno riferito di sentirsi soddisfatti della loro perdita di peso e dei miglioramenti di salute e non hanno segnalato difficoltà nel mantenere il peso perso.

Chris Askew, amministratore delegato di Diabetes UK, ha dichiarato: “Sulla base del pionieristico studio DiRECT, questo studio rivoluzionario del professor Taylor e del suo team migliora la nostra comprensione del perché si sviluppa il diabete di tipo 2 e cosa si può fare per curarlo.

“La nostra ambizione è che quante più persone possibile abbiano la possibilità di mettere in remissione il loro diabete di tipo 2 e di vivere bene più a lungo. I risultati di ReTUNE potenzialmente ci portano un passo significativo più vicino al raggiungimento di questo obiettivo, dimostrando che la remissione non è possibile solo per persone di un certo peso corporeo.

“La nostra speranza è che ReTUNE, come ha fatto prima DiRECT, informerà lo sviluppo di servizi e supporto in modo che molte più persone con diabete di tipo 2 possano avere la possibilità di una remissione”.

La storia di David: diabete di tipo 2 e magro

David Childs, partecipante a ReTune di Cleadon a Sunderland che ora è in remissione del diabete di tipo 2, condivide il suo viaggio:

“La mia vista stava peggiorando, avevo mal di testa costanti e sono svenuta. Sapevo che qualcosa non andava, ma non mi sarei mai aspettato che fosse il diabete! Ero un 48enne sano con un BMI di 27. Il mio medico di famiglia ha ordinato esami del sangue e, senza nemmeno una storia familiare di diabete, sono rimasti sorpresi dal fatto che i risultati dicessero che potrebbe essere il diabete di tipo 2 : ulteriori test hanno dimostrato che era vero.

“Immediatamente ho iniziato il mio viaggio per capire di più su come posso gestire la mia salute, ma poi mi sono unito alla sperimentazione ReTune e nel primo round dello studio e della perdita di peso , ero già in remissione della condizione.

“La mia salute in declino mi ha spaventato, è ciò che mi ha spinto ad agire e fare delle scelte in modo da poter vivere una vita piena e sana con la mia famiglia. Mi esercito e mangio correttamente e sono determinato a rimanere in remissione. “

Categorie:Benessere

Con tag:,