Benessere

Il diabete è una bomba ad orologeria

Adv

Finger colapsing wooden dominos block

I ricercatori dell’Università di Adelaide hanno avvertito che troppe persone o convivono inconsapevolmente con il diabete, corrono un rischio significativo di sviluppare la condizione pericolosa per la vita o semplicemente ignorano gli ovvi segnali di pericolo e potrebbero prepararsi a malattie gravi e debilitanti lungo la strada .

Coloro che sono in sovrappeso o obesi e di età pari o superiore a 40 anni; avere una storia di pre-diabete, infarto o ictus; coloro che assumono farmaci antipsicotici e le donne che hanno avuto il diabete gestazionale o la sindrome dell’ovaio policistico sono tutte a maggior rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 poiché queste condizioni possono avere gravi effetti sui livelli di glucosio nel sangue.

Adv

Le linee guida del Royal Australian College of General Practitioners suggeriscono che quelle persone dovrebbero sottoporsi a controlli regolari dei livelli di zucchero nel sangue dal proprio medico.

A livello globale, si stima che una persona su due che convive con il diabete non sia a conoscenza della condizione, che può essere paragonata a una bomba a orologeria medica che può portare a tutti i tipi di altre complicazioni.

Considerando che la diagnosi precoce è fondamentale per prevenire complicazioni, i ricercatori dell’Università di Adelaide hanno studiato più di 1,5 milioni di pazienti adulti che frequentano 544 studi medici generici in tutta l’Australia per identificare se erano stati testati per il diabete.

Secondo il Professore Associato David Gonzalez, il coordinatore dello studio, l’Australia ha registrato un allarmante aumento della percentuale di persone con diabete negli ultimi decenni.

Aggiunge: “C’è anche un gruppo di persone con la malattia a cui non è stata diagnosticata, quindi dobbiamo esplorare se le persone vengono sottoposte a test quando visitano il loro medico di famiglia”.

L’ampio studio, pubblicato sul Journal of Diabetes Research , ha rilevato che otto pazienti su 100 hanno avuto una diagnosi di diabete (tipo 1 o tipo 2).

Nel frattempo, è stato riscontrato che un paziente su 100 aveva un pre-diabete (in cui i livelli di glucosio nel sangue sono più alti del normale ma non sufficientemente alti per diagnosticare il diabete stesso).

Solo la metà dei pazienti ad alto rischio di diabete è stata sottoposta a screening tra il 2016 e il 2018. Tra quelli con pre-diabete, circa un terzo probabilmente svilupperebbe il diabete a meno che non si impegnassero in adeguate misure di controllo e, soprattutto, non implementassero cambiamenti dello stile di vita sostenuti.

“In modo allarmante, meno di un terzo delle persone che usano farmaci antipsicotici è stato sottoposto a screening, mentre si raccomanda di sottoporlo a test ogni anno”, avverte il professor Gonzalez.

Lo studio ha anche scoperto che gli uomini di mezza età (quelli di età compresa tra 40 e 69 anni) avevano meno probabilità di essere sottoposti al test, forse perché tendevano a fare meno visite ai loro medici di famiglia.

I ricercatori hanno concluso che più persone con diabete verrebbero diagnosticate se quelle ad alto rischio fossero regolarmente controllate.

“Se hai 40 anni o più, in sovrappeso o con obesità, hai una storia di pre-diabete, infarto o ictus, prendi farmaci antipsicotici , hai avuto il diabete gestazionale o la sindrome dell’ovaio policistico , parla con il tuo solito medico di famiglia oggi di essere sottoposto a screening per diabete”, afferma il professor Gonzalez.

“E se hai il diabete, è molto importante discutere un piano di gestione con il tuo medico di famiglia per ridurre la possibilità di gravi complicazioni in futuro”.


Maggiori informazioni: Mingyue Zheng et al, Diabetes Mellitus Diagnosis and Screening in Australian General Practice: A National Study, Journal of Diabetes Research (2022). DOI: 10.1155/2022/1566408

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: