Vista e dintorni

Quando il diabete colpisce, le visite oculistiche possono salvarti la vista

Adv

Un esame oculistico annuale potrebbe salvarti la vista se hai il diabete ? Sicuramente, dice un esperto di visione.

Adv

“Il diabete è noto per alterare la salute dei vasi sanguigni nella retina e questi cambiamenti vascolari non causano sintomi nelle fasi iniziali”, ha spiegato il dottor Jeffrey Sundstrom, oculista e specialista della retina presso il Penn State Health Eye Center di Hershey, Pennsylvania. .

“È estremamente importante rilevare tempestivamente eventuali cambiamenti in modo da poter adottare misure per prevenire la perdita della vista, e il modo per farlo è con un esame annuale della vista della dilatazione”, ha affermato in un comunicato stampa della Penn State.

Con il diabete, i vasi sanguigni nella retina spesso perdono e questo può innescare un gonfiore della macula , la parte della retina nella parte posteriore dell’occhio responsabile della visione centrale.

“Una grave perdita della vista a causa del diabete può verificarsi quando i vasi sanguigni anormali crescono nella retina e nel vitreo , la porzione di gel dell’occhio”, ha detto Sundstrom. “Questi vasi sanguigni anormali possono portare a sanguinamento nella parte posteriore dell’occhio e persino causare un tipo di distacco della retina. Se una di queste condizioni non viene trattata, possono portare a una progressiva perdita della vista e cecità”.

Più della metà delle persone con diabete svilupperà la retinopatia diabetica , una delle principali cause di cecità negli Stati Uniti, ma meno della metà dei pazienti diabetici riceve controlli annuali della vista.

Anche le donne incinte con diabete gestazionale sono a rischio di retinopatia diabetica e dovrebbero essere viste più volte durante la gravidanza, secondo Sundstrom.

Ci sono diversi trattamenti se vengono scoperti problemi agli occhi, inclusi trattamenti laser e farmaci.

Oltre a sottoporsi a un esame oculistico annuale dilatativo, i pazienti diabetici dovrebbero seguire l’ABC per gestire il diabete e ridurre il rischio di perdita della vista e altre potenziali complicanze come infarto e ictus, ha affermato Sundstrom.

  • A sta per il test dell’emoglobina A1C , che rileva se i livelli di zucchero nel sangue sono sotto controllo. Per i diabetici l’obiettivo è inferiore al 6,5%.
  • B sta per pressione sanguigna.
  • C sta per colesterolo, che dovrebbe essere inferiore a 200 mg/dL

“I pazienti dovrebbero collaborare con il proprio medico di base per ottimizzare tutti e tre gli ABC e consultare il proprio oculista per gli esami annuali di screening della retinopatia diabetica”, ha raccomandato Sundstrom. “La chiave per mantenere una buona vista è un buon rapporto sia con il tuo medico di base che con il tuo oculista”.

Gestendo il proprio ABC e sottoponendosi a un esame oculistico annuale , la maggior parte dei pazienti con diabete può mantenere una buona vista, ha affermato.

Categorie:Vista e dintorni

Con tag:,