Benessere

Non buttar via il tuo tempo

Adv

Come ridurre la solitudine: attività significative possono migliorare la salute, il benessere

Composite of Clock and Calendar

Il tempo libero a volte è idealizzato, ma la ricerca mostra che il tempo libero a volte può essere malsano a causa della crescente solitudine. Un nuovo studio della Penn State ha dimostrato che impegnarsi in attività significative e stimolanti durante il tempo libero può ridurre la solitudine delle persone e aumentare i loro sentimenti positivi. 

Un team internazionale di ricercatori, tra cui John Dattilo, professore di attività ricreative, parchi e gestione del turismo alla Penn State, ha studiato come aumentare il tempo libero e ridurre la solitudine durante la pandemia sia tra gli studenti universitari internazionali che tra gli anziani.

Adv

Attraverso due diversi studi, i ricercatori hanno scoperto che le persone che hanno vissuto esperienze significative e stimolanti erano meno sole, anche quando non erano disponibili livelli più elevati di contatto sociale e supporto.  

“C’è un detto famoso: ‘Il tempo vola quando ci si diverte’”, ha detto Dattilo. “Il corollario non detto è che il tempo si trascina quando sei annoiato. La nostra ricerca mostra che entrambe queste idee sono vere. Impegnandosi in attività significative durante il tempo libero che richiedono concentrazione, le persone possono ridurre la solitudine e aumentare la felicità momentanea”. 

Solitudine e pandemia

Nonostante, o forse in parte a causa della tecnologia in grado di connettere le persone ovunque e in qualsiasi momento, ricerche precedenti hanno dimostrato che la solitudine è aumentata negli ultimi decenni. 

La solitudine tocca persone di tutte le età, dai bambini ai giovani adulti agli anziani. La pandemia di COVID-19, che ha indotto molte persone a modificare il proprio comportamento sociale per prevenire la diffusione della malattia, ha esacerbato il problema della solitudine in tutto il mondo. 

“La solitudine è molto legata alla nostra salute”, ha spiegato Dattilo. “La salute psicologica, emotiva e cognitiva è messa a dura prova quando le persone sono sole. La solitudine è associata alla depressione e ad altri problemi di salute mentale”. 

“Preoccupante”, ha continuato Dattilo, “c’è un’epidemia di solitudine. E mentre la pandemia di COVID-19 ha aumentato la solitudine per molte persone, il lato positivo è che la pandemia ha anche messo in luce la portata del problema della solitudine. Tutto ciò che possiamo fare come società per ridurre la solitudine dovrebbe migliorare la salute e la felicità delle persone di tutto il mondo”. 

In un nuovo articolo apparso su Leisure Sciences, i ricercatori hanno esplorato la solitudine tra gli studenti universitari internazionali a Taiwan. Lo stesso gruppo di ricerca ha anche pubblicato un  articolo sulla riduzione della solitudine tra i residenti delle case di cura  alla fine del 2021.  

Ricerche precedenti hanno dimostrato che la solitudine tra gli studenti universitari internazionali è comune in tutto il mondo. Gli studenti internazionali vengono rimossi dai loro social network e vivono in una cultura diversa, spesso una che parla una lingua diversa. Tipicamente, gli studenti internazionali possono prevenire la solitudine partecipando ad attività sociali per ricevere “sostegno sociale”, la sensazione di essere accuditi dalle persone con cui socializzano. Durante la pandemia, tuttavia, molte attività di gruppo e incontri sociali sono state cancellate o vietate.  

Inoltre, i ricercatori hanno identificato che le opportunità sociali online che si sono rese disponibili durante la pandemia potrebbero essere meno accessibili agli studenti internazionali a causa delle differenze linguistiche e culturali.  

Il flusso riduce la solitudine 

Secondo i ricercatori, la solitudine ridotta è associata all’impegno in attività divertenti che richiedono sia concentrazione che abilità. 

“Quando le persone sono assorbite da ciò che stanno facendo, entrano in uno stato chiamato ‘flusso’”, ha spiegato Dattilo. “Il flusso può essere raggiunto impegnandoci in attività mentali o fisiche che apprezziamo e che ci richiedono di concentrarci completamente per utilizzare le nostre abilità”. 

Affinché le persone raggiungano uno stato di flusso, un’attività deve richiedere una buona parte delle loro abilità, ma non essere così difficile da sembrare impossibile. Inoltre, deve richiedere concentrazione per essere eseguito ed essere significativo per il partecipante. Sforzi artistici come suonare il pianoforte o dipingere possono indurre il flusso. Così possono fare attività fisiche come sciare o tagliare la legna, insieme a compiti mentali come scrivere o raccontare storie. Ciò che induce il flusso varia da persona a persona in base alle capacità e ai valori individuali.  

“Quando entriamo in uno stato di flusso, diventiamo assorbiti e concentrati e sperimentiamo un godimento momentaneo”, ha continuato Dattilo. “Quando lasciamo uno stato di flusso, siamo spesso sorpresi da quanto tempo è passato.” 

Le persone con molto tempo libero, come gli studenti universitari che sono bloccati durante una pandemia o le persone che vivono in una casa di cura, possono ottenere un flusso quando si impegnano in attività che ritengono significative. In questo modo, per loro il tempo passa velocemente, la loro vita ha un senso e la loro esperienza di solitudine si riduce, secondo i ricercatori. 

Il supporto sociale di amici e conoscenti è il modo principale per ridurre la solitudine. Per molte persone, tuttavia, ottenere un sostegno sociale adeguato può essere difficile. Sebbene i ricercatori abbiano scoperto che gli studenti con alti livelli di supporto sociale erano meno soli, hanno scoperto che il flusso era ancora più importante per ridurre la solitudine. Aiutare le persone a raggiungere il flusso può ridurre la solitudine in situazioni in cui il supporto sociale è insufficiente. Ancora più importante, può ridurre la solitudine delle persone in qualsiasi situazione.  

Flusso incoraggiante per tutti 

Alcune attività non inducono mai flusso, mentre altre attività possono o meno, a seconda dell’individuo. Secondo Dattilo, non c’è niente di sbagliato nel guardare la televisione, ma, in genere, non aiuta le persone a entrare in uno stato di flusso perché è improbabile che incontrino sfide. Inoltre, persone diverse trovano diverse attività significative e divertenti. È improbabile che i residenti delle case di cura si divertano a giocare a bingo se non si divertissero a giochi simili quando erano più giovani, ha detto Dattilo.

“Imparare quali attività potrebbero consentire a qualcuno di entrare in uno stato di flusso richiede porre domande e ascoltare”, ha affermato Dattilo. “Le persone tendono a prosperare grazie a un sano impegno e sfida. Io e i miei collaboratori speriamo che questa ricerca aiuti le persone a vivere una vita più piena, più felice e più sana”. 

Questa ricerca è stata finanziata dal Ministero della Scienza e della Tecnologia di Taiwan. Liang-Chih Chang della National Open University di New Taipei City, Taiwan, è stato l’autore principale di questa ricerca. Anche Pei-Chun Hseih della Brock University in Ontario, Canada e Fei-Hsin Huang della Lungwha University of Science and Technology di Taoyuan City, Taiwan, hanno contribuito a questa ricerca.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: