Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Monitoraggio continuo della glicemia da offrire a tutti i pazienti con diabete di tipo 1 in Inghilterra

Adv

Tutto il diabete di tipo 1, ovvero tutti i pazienti diventeranno idonei per i monitor della glicemia in tempo reale o “flash”, con i dispositivi che verranno prescritti dal loro medico di famiglia o dal team locale per il diabete, ha annunciato NHS England.

Il NICE ha confermato oggi le linee guida cliniche, precedentemente pubblicate in forma di bozza , che raccomandano che questo tipo di monitoraggio continuo del diabete dovrebbe diventare la norma per tutti gli adulti con diabete di tipo 1 e alcuni con tipo 2.

Come risultato di questo annuncio, NHS England ha confermato che questo sarà implementato in tutto il paese.

Il NICE ha affermato che le raccomandazioni, che si applicano anche ai bambini e ai giovani con diabete di tipo 1 , significheranno che “a più di 250.000” persone verrà offerta la nuova tecnologia e ridurranno la necessità di eseguire il test della puntura del dito “fino” al 50%.

In precedenza, il NICE aveva raccomandato la tecnologia di monitoraggio continuo del glucosio per gli adulti con diabete di tipo 1 solo in determinate circostanze.

I due tipi di tecnologia che saranno a disposizione dei pazienti sono:

  • Monitoraggio continuo del glucosio in tempo reale (rtCGM), in cui un sensore collegato in modo discreto al corpo della persona raccoglie i dati sui livelli di glucosio attuali e precedenti e li trasmette al suo smartphone, oltre a una previsione di dove sono diretti i livelli. Questi forniscono allarmi o avvisi opzionali che avvertono gli utenti di glicemia alta o bassa immediata e/o imminente.
  • Monitoraggio continuo della glicemia a scansione intermittente (isCGM, comunemente denominato “flash”)”, in cui gli utenti scansionano un sensore sul braccio per ottenere dati sulla glicemia. Non tutti forniscono allarmi o avvisi opzionali.

Secondo NICE, NHS England ha già distribuito dispositivi flash raccomandati da NICE a circa il 50% di quelli con diabete di tipo 1, contro un obiettivo originale del 20% entro questo mese nel piano a lungo termine del NHS.

Cosa consigliano le nuove linee guida?

La nuova guida NICE sulla diagnosi e la gestione degli adulti con diabete di tipo 1afferma che i medici dovrebbero “offrire agli adulti con diabete di tipo 1 una scelta tra il monitoraggio continuo del glucosio in tempo reale (rtCGM) o il monitoraggio continuo del glucosio a scansione intermittente (isCGM, comunemente indicato come “flash ‘)’.

Ciò dovrebbe basarsi sulle “preferenze individuali, bisogni, caratteristiche e funzionalità dei dispositivi disponibili” del paziente, ha aggiunto.

La guida stabiliva che i medici dovrebbero anche “considerare” vari fattori come l’accuratezza del dispositivo e la facilità d’uso e la frequenza e la gravità dell’ipoglicemia.

Un’altra linea guida NICE aggiornata sul diabete di tipo 2 negli adulti ha anche raccomandato di estendere l’uso del monitoraggio “flash” agli adulti con diabete di tipo 2 in terapia insulinica “più giornaliera” in determinate condizioni.

Questi sono coloro che:

  • Presenta ipoglicemia ricorrente o grave ipoglicemia;
  • Avere una ridotta consapevolezza dell’ipoglicemia;
  • Avere una condizione o disabilità (inclusa una disabilità dell’apprendimento o un deterioramento cognitivo) che significa che non possono automonitorare la propria glicemia mediante il monitoraggio capillare della glicemia, ma potrebbero utilizzare un dispositivo isCGM (o farselo scansionare);
  • In caso contrario, si consiglia di automisurarsi “almeno” otto volte al giorno.

Il monitoraggio “Flash” – o isCGM – dovrebbe essere offerto anche agli “adulti con diabete di tipo 2 trattato con insulina che altrimenti avrebbero bisogno dell’aiuto di un operatore sanitario o di un operatore sanitario per monitorare la loro glicemia”, ha affermato il NICE.

E il monitoraggio continuo della glicemia in tempo reale (rtCGM) dovrebbe essere considerato “un’alternativa all’isCGM per gli adulti con diabete di tipo 2 trattato con insulina se è disponibile a un costo uguale o inferiore”, ha aggiunto.

La guida affermava che i medici dovrebbero “monitorare e rivedere l’uso della CGM da parte della persona come parte della revisione del piano di cura del diabete”.

Le raccomandazioni per le persone con diabete di tipo 2 renderebbero la tecnologia disponibile a “circa 193.000 persone”, ha affermato il NICE.

Le linee guida raccomandavano inoltre:

  • Offrire inibitori SGLT2 a un gruppo più ampio di adulti con diabete di tipo 2, sulla base di una valutazione del rischio cardiovascolare
  • Considerando l’allentamento del livello target di HbA1c “caso per caso e in discussione con adulti con diabete di tipo 2”

Il direttore del centro NICE per le linee guida, il dottor Paul Chrisp, ha affermato che le raccomandazioni “saranno un passo avanti nell’aiutare tutte le persone con diabete di tipo 1 a gestire la loro condizione”.

“Molte persone ritengono che il test con puntura del dito sia doloroso e dispendioso in termini di tempo e l’introduzione della tecnologia per tutte le persone che convivono con il diabete di tipo 1 lo ridurrà considerevolmente”, ha aggiunto.

Chris Askew, amministratore delegato di Diabetes UK, ha affermato che le linee guida “di riferimento” sarebbero “trasformative per le persone che vivono con il diabete”. 

Nel frattempo, il consulente specializzato del National NHS per il diabete, il professor Partha Kar, ha affermato che l’annuncio è stato “il più grande passo avanti per la cura del diabete di tipo 1 da anni”, consentendo “a tutti i idonei di avere uno di questi pezzi di tecnologia facili da usare, se lo desiderano”.

Ha aggiunto: ‘Sono lieto di vedere NICE approvare l’uso di questa tecnologia. Questi monitor sono un vantaggio per tutti: aiutano i pazienti diabetici a vivere una vita più sana, riducono il rischio di ospedalizzazione, contribuendo anche a ridurre la pressione sui servizi del SSN e offrono un migliore rapporto qualità-prezzo per i contribuenti.’

Viene come uno studio finanziato dal governo questa settimana ha rivelato che migliaia di persone hanno evitato di sviluppare il diabete di tipo 2 grazie al programma di prevenzione del SSN.

Allo stesso tempo, un nuovo studio ha rivelato che il monitoraggio flash della glicemia aiuta a migliorare significativamente i livelli di glucosio nel sangue nei soggetti con diabete di tipo 1, nonché la loro “qualità della vita”.

I ricercatori dell’Università di Manchester hanno confrontato il test della puntura del dito con il monitoraggio flash della glicemia utilizzando Libre 2 per 24 settimane e 156 persone, con la metà che utilizza ciascun metodo.

Hanno scoperto che:

  • Dopo 24 settimane, i partecipanti che utilizzavano il monitoraggio “flash” avevano ridotto la loro HbA1c in media di 8,49 mmol/mol, diminuendo il rischio di sviluppare complicazioni fino a “fino al 40%”, rispetto a 2,2 mmol/mol nel gruppo della puntura del dito.
  • La tecnologia “flash” ha anche dimostrato di essere “altamente conveniente” e di aiutare gli utenti a trascorrere due ore in più al giorno con i livelli di glucosio nel sangue nell’intervallo target e l’80% in meno di tempo con livelli di glucosio nel sangue pericolosamente bassi.

Guida NICE sulla gestione degli adulti con diabete di tipo 1 e di tipo 2

Offrire agli adulti con diabete di tipo 1 una scelta tra il monitoraggio continuo della glicemia in tempo reale (rtCGM) o il monitoraggio continuo della glicemia a scansione intermittente (isCGM, comunemente indicato come “flash”), in base alle loro preferenze individuali, esigenze, caratteristiche e funzionalità di i dispositivi disponibili. 

Quando si sceglie un dispositivo per il monitoraggio continuo della glicemia: 
• utilizzare il processo decisionale condiviso per identificare i bisogni e le preferenze della persona e offrire loro un dispositivo appropriato 
• se più dispositivi soddisfano le sue esigenze e preferenze, offrire il dispositivo con il costo più basso. [2022]

Offrire un monitoraggio continuo della glicemia a scansione intermittente (isCGM, comunemente indicato come “flash”) agli adulti con diabete di tipo 2 su più iniezioni giornaliere di insulina se si verifica una delle seguenti condizioni: hanno ipoglicemia ricorrente o grave ipoglicemia

  • hanno una ridotta consapevolezza dell’ipoglicemia
  • hanno una condizione o disabilità (inclusa una disabilità dell’apprendimento o un deterioramento cognitivo) che significa che non possono auto-monitorare la propria glicemia mediante il monitoraggio capillare della glicemia, ma potrebbero utilizzare un dispositivo isCGM (o farselo scansionare)
  • altrimenti si consiglia loro di automisurarsi almeno 8 volte al giorno.

Offrire isCGM agli adulti con diabete di tipo 2 trattato con insulina che altrimenti avrebbero bisogno dell’aiuto di un operatore sanitario o di un operatore sanitario per monitorare la loro glicemia. [2022]

Considerare il monitoraggio continuo della glicemia in tempo reale (rtCGM) come alternativa all’isCGM per gli adulti con diabete di tipo 2 trattato con insulina, se disponibile a un costo uguale o inferiore. [2022]

Assicurarsi che la CGM faccia parte dell’istruzione fornita agli adulti con diabete di tipo 2 che la utilizzano (vedere la sezione sull’istruzione). [2022]

Monitorare e rivedere l’uso della CGM da parte della persona come parte della revisione del piano di cura del diabete (vedere la sezione sull’assistenza individualizzata). [2022]

Fonte : NICE

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: