Batticuore

Circa 1 adulto su 4 ha una malattia epatica spesso trascurata collegata a un rischio più elevato di malattie cardiache

Adv

Punti salienti della dichiarazione:

Adv
  • Si stima che circa un adulto su quattro nel mondo abbia un accumulo anomalo di grasso nel fegato, chiamato malattia del fegato grasso non alcolica (NAFLD).
  • La NAFLD può portare a danni permanenti al fegato e le malattie cardiache sono la principale causa di morte nelle persone con steatosi epatica.
  • Poiché la NAFLD è spesso mancata nello screening medico di routine, la nuova dichiarazione scientifica dell’American Heart Association aumenta la consapevolezza e la comprensione del suo legame con le malattie cardiache e delinea come prevenire e diagnosticare la condizione.

DALLAS, 14 aprile 2022 — Si stima che circa un adulto su quattro nel mondo abbia una malattia del fegato che è un fattore di rischio per le malattie cardiache, secondo una nuova dichiarazione scientifica dell’American Heart Association pubblicata oggi sulla rivista Arteriosclerosis dell’Associazione, sottoposta a revisione paritaria. Trombosi e biologia vascolare . La condizione, chiamata steatosi epatica non alcolica (NAFLD), si verifica quando quantità anormalmente elevate di grasso si depositano nel fegato, provocando a volte infiammazione e cicatrici. La prevalenza della NAFLD è una stima, date le sfide nella diagnosi della condizione, che sono dettagliate nella dichiarazione.

Una dichiarazione scientifica dell’American Heart Association è un’analisi esperta della ricerca attuale e può fornire indicazioni sulle linee guida future. Le organizzazioni professionali specializzate in gastroenterologia hanno precedentemente pubblicato dichiarazioni sulla condizione, tuttavia si concentrano sulla tossicità epatica (incluse cicatrici, cirrosi e cancro al fegato) piuttosto che sul rischio di malattie cardiache. Questa è la prima dichiarazione dell’Associazione sulla NAFLD.

“Nonalcoholic fatty liver disease (NAFLD) is a common condition that is often hidden or missed in routine medical care. It is important to know about the condition and treat it early because it is a risk factor for chronic liver damage and cardiovascular disease,” said P. Barton Duell, M.D., FAHA, chair of the statement writing committee and professor of medicine in the Knight Cardiovascular Institute and Division of Endocrinology, Diabetes and Clinical Nutrition at Oregon Health & Science University in Portland, Oregon.

Esistono due tipi di NAFLD: uno quando è presente solo grasso nel fegato (chiamato fegato grasso non alcolico) e l’altro quando sono presenti anche infiammazione e cicatrici (chiamato steatoepatite non alcolica o NASH). L’assunzione eccessiva di alcol può causare depositi di grasso simili e disfunzioni epatiche, quindi il termine NAFLD viene utilizzato per differenziare tra la malattia causata dall’assunzione eccessiva di alcol e la malattia senza alcol come causa sottostante.

La NAFLD potrebbe non essere diagnosticata per anni, quindi la dichiarazione sottolinea la necessità di consapevolezza e monitoraggio per la NAFLD, l’accesso a strumenti di screening e trattamento migliorati ed evidenzia i cambiamenti dello stile di vita per aiutare a prevenire e curare il disturbo.

NAFLD aumenta il rischio di malattie cardiache

Le malattie cardiache sono la principale causa di morte nelle persone con NAFLD. Le malattie condividono molti degli stessi fattori di rischio, inclusa la sindrome metabolica (aumento della glicemia e dei trigliceridi nel sangue, aumento del grasso addominale e ipertensione); diabete di tipo 2 ; ridotta tolleranza al glucosio (prediabete); e obesità. Tuttavia, le persone con NAFLD sono a più alto rischio di malattie cardiache rispetto alle persone che hanno gli stessi fattori di rischio di malattie cardiache senza la condizione del fegato.

La NAFLD a volte può essere prevenuta

La NAFLD è spesso prevenibile mantenendo un peso corporeo sano, esercitandosi regolarmente, seguendo una  dieta alimentare salutare per il cuore  e gestendo condizioni come il diabete di tipo 2 e livelli elevati di trigliceridi (un tipo di grasso) nel sangue. Anche i fattori genetici svolgono un ruolo nel determinare se una persona sviluppa NAFLD e se porta a NASH, cirrosi o cancro al fegato.

“Sebbene una vita sana possa aiutare a prevenire la NAFLD in molti individui, alcuni potrebbero sviluppare la NAFLD nonostante i loro migliori sforzi”, ha affermato Duell. “All’altra estremità dello spettro, alcuni individui possono avere un corredo genetico che li protegge dallo sviluppo di NAFLD nonostante abbiano obesità, diabete di tipo 2, sindrome metabolica, abitudini alimentari malsane o sedentarietà”.

NAFLD può non essere diagnosticato per anni

La maggior parte delle persone con NAFLD non è diagnosticata, creando una barriera per una gestione medica ottimale, secondo la dichiarazione. Le fasi iniziali della NAFLD generalmente non hanno sintomi e le persone si sentono bene e gli esami del sangue di routine potrebbero non mostrare anomalie del fegato. Spesso, gli enzimi epatici elevati nel sangue, un possibile segno di NAFLD, possono essere attribuiti erroneamente a un effetto collaterale di un farmaco o al recente consumo di alcol. Inoltre, l’assenza di livelli elevati di enzimi epatici non esclude NAFLD o NASH.

Secondo la dichiarazione, un’ecografia specializzata che misura l’elasticità del fegato, il grasso e la rigidità (risultato di cicatrici) nel fegato può rilevare la NAFLD. Questo tipo di scansione epatica è un modo non invasivo per aiutare a diagnosticare e monitorare il trattamento nella NAFLD e nella NASH, ma è sottoutilizzato. La biopsia epatica è il test definitivo per la diagnosi degli stadi più avanzati della NAFLD, tuttavia è invasiva e costosa.

“La mancanza di consapevolezza dell’elevata prevalenza di NAFLD contribuisce alla diagnosi insufficiente”, ha affermato Duell. “Gli individui con fattori di rischio per NAFLD richiedono uno screening più attento”.

Se diagnosticato in tempo, il danno epatico può essere reversibile

“Parte delle buone notizie sulla gestione della NAFLD è che un’alimentazione sana, un regolare esercizio fisico e la perdita di peso o evitare l’aumento di peso sono tutti interventi preziosi per migliorare la salute nella maggior parte di noi, indipendentemente dal fatto che abbiamo la NAFLD”, ha affermato Duell.

I cambiamenti nello stile di vita sono la pietra angolare del trattamento per la NAFLD precoce. Le raccomandazioni dietetiche includono la riduzione dell’assunzione di grassi, la limitazione del consumo di zuccheri semplici e la scelta di verdure e cereali integrali più ricchi di fibre. Una dieta in stile mediterraneo è l’unico modello dietetico specifico raccomandato da un consorzio di gruppi professionali per il trattamento di NAFLD e NASH. Evitare l’alcol è incoraggiato poiché anche un’assunzione leggera di alcol può aggravare la NAFLD e interferire con la capacità del fegato di guarire.

La consultazione con un dietista può aiutare le persone con NAFLD a pianificare e mantenere una dieta sana e perdere peso, se necessario. La dichiarazione cita una ricerca che mostra che la perdita del 10% del peso corporeo ha ridotto drasticamente il grasso epatico e migliorato la fibrosi, con livelli di miglioramento inferiori con una perdita di peso corporeo di almeno il 5%. La ricerca supporta anche 20-30 minuti di attività fisica al giorno per diminuire il grasso del fegato e migliorare la sensibilità all’insulina anche in assenza di perdita di peso.

Potrebbero essere necessari farmaci per trattare il diabete di tipo 2, abbassare il colesterolo o ridurre il peso. La chirurgia per la perdita di peso può essere appropriata per alcune persone perché la conseguente e marcata perdita di peso può essere un intervento efficace per la NAFLD. Un’assistenza ottimale può anche comportare la consultazione con uno specialista in lipidi, un endocrinologo o un gastroenterologo.

Questa dichiarazione scientifica è stata preparata dal gruppo di scrittori volontari per conto del Council on Atherosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology dell’American Heart Association; il Consiglio sull’ipertensione; il Consiglio sul rene nelle malattie cardiovascolari; il Consiglio sullo stile di vita e la salute cardiometabolica; e il Council on Peripheral Vascular Disease. Le dichiarazioni scientifiche dell’American Heart Association promuovono una maggiore consapevolezza sulle malattie cardiovascolari e sui problemi di ictus e aiutano a facilitare decisioni informate sull’assistenza sanitaria. Le dichiarazioni scientifiche delineano ciò che è attualmente noto su un argomento e quali aree necessitano di ulteriori ricerche. Sebbene le affermazioni scientifiche possano informare lo sviluppo di linee guida, non forniscono raccomandazioni terapeutiche.

I coautori sono il vicepresidente Francine Welty, MD; Michael Miller, MD; Alan Chait, MD; Gmerice Hammond, MD, MPH; Zahid Ahmad, MD; David E. Cohen, MD, Ph.D.; Jay D. Horton, MD; Gregg S. Pressman, MD; Peter P. Toth, MD, Ph.D. Le rivelazioni degli autori sono elencate nel manoscritto.

L’Associazione riceve finanziamenti principalmente da privati. Anche le fondazioni e le società (comprese farmaceutiche, produttori di dispositivi e altre società) effettuano donazioni e finanziano programmi ed eventi specifici dell’Associazione. L’Associazione ha politiche rigorose per impedire che queste relazioni influenzino il contenuto scientifico. I ricavi delle aziende farmaceutiche e biotecnologiche, dei produttori di dispositivi e dei fornitori di assicurazioni sanitarie e le informazioni finanziarie generali dell’Associazione sono disponibili qui .