Assistenza sociosanitaria

In Danimarca ti aiutano a prenderti cura del diabete mentre sei ricoverato in ospedale

Adv
I talentuosi infermieri del Dipartimento di Malattie Mediche dell’ospedale collaborano con Steno Diabetes Center di Copenaghen in un team specifico per il diabete in uscita.
L’obiettivo è quello di ottimizzare l’assistenza e il trattamento quando i pazienti con diabete sono ricoverati in ospedale per altri motivi.
Durante un ricovero in ospedale, ci sono molte cose che possono significare e fanno diventare più difficile regolare la glicemia. Ad esempio, può essere stress, infezione, digiuno prima di un’operazione, una dieta diversa o tubi di alimentazione, spiega Katrine Bagge Hansen, che è responsabile della funzione della collaborazione in tale ambito.
Il team per il diabete in uscita è stato fondato nel 2013 e all’epoca consisteva in una posizione infermieristica a tempo pieno. Ma come parte di un progetto di sviluppo, il team è stato rafforzato con più risorse e ha fornito l’opportunità di vedere più persone con diabete e seguirle più da vicino.

“Sappiamo dalla ricerca internazionale che la regolamentazione del diabete è importante per la guarigione delle ferite, il tempo di ricovero e il rischio di complicanze”.

Sicurezza in una situazione sconosciuta

“Penso che dia un senso di sicurezza quando arriviamo. Ad esempio, se convivi per molti anni con il diabete, sei diventato un esperto nel tuo stesso trattamento. Quando vieni ricoverato, quel trattamento potrebbe essere sospeso e sostituito con qualcosa di nuovo. Potrebbe essere pericoloso. In quella situazione, possiamo essere una persona riservata e ascoltare le preoccupazioni che possono esserci”, afferma Louise Engelund Thomsen, infermiere coordinatrice del programma Diabete in uscita dall’Ospedale.

“In termini di assistenza infermieristica, per curare il diabete sono necessarie alcune abilità speciali. Quando il paziente viene ricoverato in un altro reparto, non puoi aspettarti che tu possa subentrare e avere lo stesso dialogo  con il paziente “, spiega Mette Riis.

“Richiede spesso uno sforzo specialistico”

Uno dei dipartimenti che lavora a stretto contatto con il team del diabete è il Dipartimento di Oncologia. Ciò è in parte dovuto al fatto che molti pazienti oncologici in trattamento con steroidi ad alte dosi possono sviluppare un diabete temporaneo o permanente. 

Inoltre, ci sono pazienti che hanno già il diabete. La loro regolazione della glicemia può anche essere influenzata dal trattamento del cancro.

“Richiede spesso uno sforzo specialistico”, afferma Lotte Engell-Nørregård, che è il primario del reparto di oncologia.

“Scopriamo che il team del diabete in uscita è incredibilmente disposto a venire a prendersi cura dei pazienti e che fanno molte cose, quasi senza che ce ne accorgiamo. Ci scrivono cosa ci consigliano di prescrivere al paziente e fanno anche un piano alla dimissione. Allo stesso tempo, rispettano il fatto che siamo noi ad avere la responsabilità del trattamento “, spiega.

Una transizione sicura

Di ritorno al Dipartimento per le malattie dello stomaco, dell’intestino e del fegato, il medico capo Katrine Bagge Hansen è ora in soggiorno. Spiega alla paziente perché ha scelto di sospendere la consueta medicina per il diabete e assicura che il team per il diabete si occuperà del follow-up durante il ricovero.

“Siamo sullo sfondo e lo stiamo tenendo d’occhio”, assicura.

Tuttavia, una volta che il ricovero è finito e devi tornare a casa, non è necessariamente un addio al team del diabete in uscita. 

“Possiamo aiutare con la transizione sicura. Può avvenire attraverso il dialogo con il proprio medico, l’assistenza domiciliare o il paziente stesso. In generale, i pazienti in ospedale vengono dimessi sempre prima, quindi potrebbe essere importante che li seguiamo durante un periodo di transizione “, afferma l’infermiera Louise Engelund Thomsen.

Il progetto di sviluppo alla base del team diabetologico in uscita è attualmente in fase di valutazione. Poi si deve decidere in quale forma la squadra dovrebbe procedere.

Linee guida sollevate da una collaborazione trasversale

Quando il team per il diabete non è presente e sta elaborando un piano di trattamento concreto, il dipartimento segue invece alcune linee guida generali per il diabete – una cosiddetta istruzione terapeutica – che il team del diabete uscente ha contribuito a formulare. Ciò è stato fatto in collaborazione con i colleghi della diabetologia nelle equipe per il diabete simili, che si trovano in altri ospedali della regione della capitale.

“Le istruzioni per il trattamento erano spesso basate localmente e quindi il trattamento era diverso negli ospedali. Raccogliendo le istruzioni e selezionando le migliori da esse, possiamo garantire un trattamento migliore e più uniforme “, afferma Katrine Bagge Hansen e sottolinea che c’è ancora spazio per deviare dalle istruzioni quando ha senso.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: