Benessere

SS Soldi e salute ovvero cosa non si fa per il denaro

Adv

Mostra loro i soldi: paga gli esitanti sui vaccini per farsi vaccinare

Non respingere mai il potere di persuadere del denaro. Uno studio avviato prima del lancio dei vaccini contro il COVID-19 ha scoperto che un incentivo di $ 1000 per i riluttanti al vaccino potrebbe aumentare i tassi di vaccinazione fino all’87%. 

Mentre in Italia si multano gli over 50 che non si sono vaccinati e continuano a fregarsene, essendo l’essere umano prima di tutto persona dedita a fare i suoi interessi, con un bel po’ di soldi si cambia comportamento? Un esempio tra i giovani lo si è visto con successo tra i diabetici tipo 1 vedi “Dammi la paghetta e mi controllo la glicemia“.

Adv

All’epoca, quel numero era considerato sufficiente per conferire l’immunità di gregge. Con le varianti di COVID-19 che ora proliferano a livello globale, le nozioni di immunità di gregge sono cambiate. Ma gli autori affermano che le loro scoperte sono ancora preziose, dato che gran parte del mondo in via di sviluppo deve ancora essere completamente vaccinato e poiché i funzionari della sanità pubblica continuano a incoraggiare la vaccinazione come potente strumento contro gravi effetti sulla salute. 

“È anche una domanda più grande dei vaccini e del COVID. Questo fa parte di una serie più ampia di dilemmi chiamati problemi di azione collettiva, come come convincere le persone ad agire per mitigare il cambiamento climatico”, afferma Vivek Nandur, uno studente di dottorato in economia comportamentale presso la Rotman School of Management dell’Università di Toronto e uno dei tre coautori dello studio. “Questo parla di questo e di come gli incentivi monetari possono essere utilizzati per influenzare un cambiamento comportamentale più ampio”. 

A circa 2.500 partecipanti allo studio, reclutati online nel dicembre 2020, è stato chiesto se avevano intenzione di ottenere il vaccino o, se lo avrebbero accettato in una delle tre condizioni: se fosse gratuito, se fosse efficace contro COVID-19 o se fosse non ha avuto effetti collaterali., 

Coloro che hanno risposto “sì” variavano dal 68% nella categoria “vaccino gratuito” al 75% per quelli nel gruppo “senza effetti collaterali”. Circa il 70% dei partecipanti al gruppo senza condizioni ha dichiarato che si sarebbe vaccinato. 

A tutti i partecipanti che hanno risposto “no”, è stato quindi chiesto quanto denaro li avrebbe incentivati ??ad accettare il vaccino. Un incentivo in contanti di $ 500 ha portato la percentuale di vaccini disponibili fino all’80%. Ma l’incentivo in contanti di $ 1000, il massimo, ha portato quella cifra a quasi l’87%. 

Tra il 13 e il 15 per cento dei partecipanti non era disposto ad accettare il vaccino in nessuna circostanza. Ma Nandur ha affermato che i risultati supportano altri risultati che mostrano che i riluttanti al vaccino non sono un gruppo omogeneo e che le strategie di salute pubblica devono essere similmente sfumate e mirate. Anche gli incentivi in ??denaro non sono una panacea e possono potenzialmente ritorcersi contro, date altre condizioni. 

Ad esempio, “offrire il vaccino gratuitamente nel nostro esperimento sembra rendere le persone un po’ più diffidenti, il che crea confusione e probabilmente necessita di ulteriori esami”, ha detto Nandur. 

Soldi a parte, le persone erano più disposte a prendere il vaccino se si fosse dimostrato efficace contro COVID-19 o se non avesse avuto effetti collaterali. L’esitazione era più forte tra i giovani rispetto a quelli più anziani e tra i conservatori politici. 

Lo studio è stato pubblicato su Humanities and Social Sciences Communications .

Nandur è stato coautore dello studio con David Soberman, professore di marketing e Canadian National Chair of Strategic Marketing presso la Rotman School, e Ganesh Iyer della Haas School of Business presso l’Università di Berkley.

Da allora i ricercatori hanno esaminato gli effetti di una politica del 2021 del governo del West Virginia di offrire buoni di risparmio da $ 100 alle persone di età compresa tra i 16 ei 35 anni che vengono vaccinate. La politica è stata introdotta per aumentare il tasso di vaccinazione in ritardo dello stato dal 52 a oltre il 70%.

Riunendo ricerca di facoltà ad alto impatto e leadership di pensiero su un’unica piattaforma ricercabile, il nuovo Rotman Insights Hub offre articoli, podcast, opinioni, libri e video che rappresentano le ultime novità nel pensiero manageriale e forniscono approfondimenti sulle questioni chiave che devono affrontare le imprese e la società. Visita www.rotman.utoronto.ca/insightshub .

La Rotman School of Management fa parte dell’Università di Toronto, un centro globale di ricerca e eccellenza nell’insegnamento nel cuore della capitale commerciale del Canada. Rotman è un catalizzatore per l’apprendimento trasformativo, le intuizioni e l’impegno pubblico, riunendo punti di vista e iniziative diversi attorno a uno scopo definito: creare valore per il business e la società. Per ulteriori informazioni, visitare www.rotman.utoronto.ca

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: