Complicanze varie/eventuali

Comorbidità nel diabete di tipo 1 più comuni con la storia familiare della malattia

Adv

Secondo i dati del T1D Exchange Clinic Registry, le persone con diabete di tipo 1 che hanno una storia familiare di malattia hanno maggiori probabilità di avere comorbidità correlate, rispetto a quelle senza tale storia familiare.

Adv

“Avere una storia familiare di diabete di tipo 1 è uno dei maggiori fattori di rischio per lo sviluppo della malattia”, Erin M. Tallon, MS, RN , dottoranda presso l’Institute for Data Science and Informatics dell’Università del Missouri-Columbia, ci ha detto. “Individui che hanno un parente stretto con diabete di tipo 1 hanno da nove a 15 volte più probabilità di sviluppare il diabete di tipo 1 rispetto a coloro che non hanno una storia familiare della malattia. Abbiamo condotto questo studio per indagare se avere una storia familiare immediata di diabete di tipo 1 potrebbe anche essere associato allo sviluppo di altre comorbidità o complicanze legate al diabete. Il nostro algoritmo ci ha permesso di studiare le condizioni di comorbilità individuali, nonché i gruppi di condizioni di comorbilità, che tendevano a essere diagnosticate più frequentemente in entrambi i gruppi”.

famiglia con cane
Fonte: Adobe Stock

Tallon e colleghi hanno creato un algoritmo di data mining per analizzare le associazioni tra dati demografici, fattori fenotipici e comorbidità tra i partecipanti al registro clinico di scambio T1D che avevano una storia familiare di diabete di tipo 1. I dati dello scambio sono stati raccolti tra luglio 2007 e aprile 2018. È stato creato un algoritmo per scoprire le caratteristiche individuali e concomitanti nelle persone con una storia familiare di diabete di tipo 1 rispetto a quelle con diabete di tipo 1 sporadico. L’algoritmo ha scoperto modelli di funzionalità con uno, due o tre elementi inclusi.

I risultati sono stati pubblicati su Diabetes Care .

Delle 16.232 persone incluse nello studio, il 24,3% aveva padre, madre, fratello o figlio con diabete di tipo 1. Sono stati scoperti 265 pattern significativi dall’algoritmo, inclusi 29 pattern con un elemento, 103 con due elementi e 133 con tre elementi.

I partecipanti con diabete di tipo 1 familiare avevano una maggiore prevalenza di ipertensione; iperlipidemia o dislipidemia; aterosclerosi; retinopatia, maculopatia o vitreopatia; disfunzione erettile o sessuale; GERD; neuropatia e nefropatia rispetto a quelli senza una storia familiare di diabete di tipo 1. C’era una percentuale più alta di partecipanti neri con una storia familiare di diabete di tipo 1 rispetto a quelli senza una storia familiare (6,3% contro 4,1%).

Le persone con diabete di tipo 1 sporadico avevano maggiori probabilità di non avere altre condizioni mediche. C’era anche una percentuale più alta di partecipanti asiatici e ispanici senza una storia familiare di diabete di tipo 1 rispetto a quelli con una storia familiare. Le persone senza una storia familiare di diabete di tipo 1 avevano anche maggiori probabilità di essere diagnosticate all’età di 9-18 anni rispetto a quelle con una storia familiare.

I ricercatori hanno scritto che la differenza tra le persone con una storia familiare di diabete di tipo 1 e quelle senza una storia familiare non può essere spiegata dalla durata del diabete o dall’HbA1c media, poiché entrambe le cifre erano simili tra i due gruppi.

“Le conoscenze acquisite da questi risultati possono informare e far progredire lo sviluppo di strumenti di previsione del rischio e interventi personalizzati per ritardare o prevenire l’insorgenza di condizioni di comorbidità e complicanze legate al diabete”, ha affermato Tallon.


Divulgazioni: lo studio è stato finanziato da sovvenzioni del NIH e della National Science Foundation. Tallon non riporta alcuna informativa finanziaria rilevante. Si prega di consultare lo studio per le informazioni finanziarie rilevanti di tutti gli altri autori.