Donne e diabete

Seguire la dieta mediterranea durante la gravidanza riduce il rischio di preeclampsia

Adv

Punti salienti della ricerca:

Adv
  • Un’analisi dei dati sanitari e dietetici di oltre 8.500 donne in gravidanza ha rilevato che una maggiore aderenza a un piano alimentare in stile mediterraneo era associata a un minor rischio di preeclampsia, che è una complicanza della gravidanza caratterizzata da grave ipertensione che può essere grave o addirittura fatale sia per la madre che per il bambino.
  • La riduzione del rischio di preeclampsia è stata maggiore tra le donne nere, una popolazione ad alto rischio di preeclampsia.

Sottoposto a embargo fino alle 4:00 CT/5:00 ET mercoledì 20 aprile 2022

DALLAS, 20 aprile 2022 — Secondo una nuova ricerca pubblicata oggi sul Journal of the American Heart , seguire una dieta in stile mediterraneodurante la gravidanza era associato a un ridotto rischio di sviluppare preeclampsia e le donne di colore sembravano avere la maggiore riduzione del rischio. Association , una rivista ad accesso aperto e peer-reviewed dell’American Heart Association.

Studi precedenti hanno scoperto che seguire una dieta mediterranea, che consiste principalmente di verdure, frutta, legumi, noci, olio d’oliva, cereali integrali e pesce, riduce il rischio di malattie cardiache negli adulti.

La preeclampsia, una condizione durante la gravidanza caratterizzata da grave ipertensione e danni al fegato o ai reni, è una delle principali cause di complicanze e morte per la madre e il nascituro. La preeclampsia aumenta anche il rischio di malattie cardiache di una donna, come ipertensione, infarto , ictus o insufficienza cardiaca , di oltre due volte più tardi nella vita. Le donne con preeclampsia hanno un rischio più elevato di parto pretermine (parto prima della 37a settimana di gestazione) o di bambini con basso peso alla nascita, e anche i bambini nati da madri con preeclampsia hanno un rischio maggiore di sviluppare pressione alta e malattie cardiache.

Le donne di colore sono più a rischio di sviluppare la preeclampsia, ma la ricerca sui potenziali trattamenti per le donne ad alto rischio è limitata, secondo i ricercatori dello studio. I ricercatori hanno studiato la potenziale associazione di una dieta in stile mediterraneo tra un folto gruppo di donne razzialmente ed etnicamente diverse che hanno un alto rischio di preeclampsia.

“Gli Stati Uniti hanno il più alto tasso di mortalità materna tra i paesi sviluppati e la preeclampsia contribuisce ad esso”, ha affermato Anum S. Minhas, MD, MHS, capo cardiologia e cardio-ostetricia e ricercatore di imaging avanzato presso la Johns Hopkins University di Baltimora. “Dati questi rischi per la salute sia delle madri che dei loro figli, è importante identificare i fattori modificabili per prevenire lo sviluppo della preeclampsia, specialmente tra le donne nere che sono a più alto rischio di questa grave complicanza della gravidanza”.

Questo studio includeva dati per oltre 8.500 donne arruolate tra il 1998 e il 2016 nella Boston Birth Cohort. L’età media dei partecipanti era di 25 anni e sono stati reclutati dal Boston Medical Center, che serve una popolazione razziale ed etnica prevalentemente urbana, a basso reddito e sottorappresentata. Quasi la metà dei partecipanti erano donne nere (47%), circa un quarto erano donne ispaniche (28%) e le restanti erano donne bianche o di “altra” razza, secondo le informazioni autodichiarate su un questionario postpartum. I ricercatori hanno creato un punteggio di dieta in stile mediterraneo basato sulle risposte dei partecipanti alle interviste e ai questionari sulla frequenza degli alimenti, che sono stati condotti entro tre giorni dal parto.

L’analisi ha rilevato:

  • Il 10% dei partecipanti allo studio ha sviluppato preeclampsia.
  • Le donne che avevano qualsiasi forma di diabete prima della gravidanza e l’obesità pre-gravidanza avevano il doppio delle probabilità di sviluppare preeclampsia rispetto alle donne senza tali condizioni.
  • Il rischio di preeclampsia era inferiore di oltre il 20% tra le donne che seguivano una dieta in stile mediterraneo durante la gravidanza.
  • Le donne nere che avevano i punteggi più bassi della dieta in stile mediterraneo avevano il rischio più alto (72% in più) di preeclampsia rispetto a tutte le altre donne non nere che aderivano più strettamente alla dieta in stile mediterraneo.

“Siamo rimasti sorpresi dal fatto che le donne che mangiavano più frequentemente cibi nella dieta in stile mediterraneo avessero significativamente meno probabilità di sviluppare preeclampsia, con le donne nere che sperimentavano la maggiore riduzione del rischio”, ha detto Minhas. “Questo è notevole perché ci sono pochissimi interventi durante la gravidanza che si trovano a produrre benefici significativi e le cure mediche durante la gravidanza devono essere affrontate con cautela per garantire che i benefici superino i potenziali rischi per la madre e il nascituro”.

Minhas ha aggiunto: “Le donne dovrebbero essere incoraggiate a seguire uno stile di vita sano, compresa una dieta nutriente e un regolare esercizio fisico, in tutte le fasi della vita. Mangiare regolarmente cibi sani, inclusi verdura, frutta e legumi, è particolarmente importante per le donne durante la gravidanza. La loro salute durante la gravidanza influisce sulla loro futura salute cardiovascolare e anche sulla salute del loro bambino”.

I limiti dello studio sono legati alle interviste sulla frequenza del cibo: sono state condotte una volta dopo la gravidanza e si basavano su informazioni autodichiarate su quali cibi venivano mangiati e con quale frequenza venivano mangiati.

I coautori sono Xiumei Hong, MD, Ph.D.; Guoying Wang, MD, Ph.D.; Dong Keun Rhee, RD, MSPH; Tiange Liu, MHS, MBBS; Mingyu Zhang, MHS; Erin D. Michos, MD, MHS; Xiaobin Wang, MD, Sc.D.; e Noel T. Mueller, Ph.D. Le rivelazioni degli autori sono elencate nel manoscritto.

Il Boston Birth Cohort Study è stato in parte sostenuto dal March of Dimes; gli Istituti Nazionali di Sanità; e l’amministrazione delle risorse e dei servizi sanitari del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. Ulteriori finanziamenti agli autori sono elencati nel manoscritto.

Gli studi pubblicati sulle riviste scientifiche dell’American Heart Association sono sottoposti a revisione paritaria. Le dichiarazioni e le conclusioni in ogni manoscritto sono esclusivamente quelle degli autori dello studio e non riflettono necessariamente la politica o la posizione dell’Associazione. L’Associazione non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza o affidabilità. L’Associazione riceve finanziamenti principalmente da privati; anche fondazioni e società (comprese farmaceutiche, produttori di dispositivi e altre società) effettuano donazioni e finanziano programmi ed eventi specifici dell’Associazione. L’Associazione ha politiche rigorose per impedire che queste relazioni influenzino il contenuto scientifico. Sono disponibili i ricavi di aziende farmaceutiche e biotecnologiche, produttori di dispositivi e fornitori di assicurazioni sanitarie e le informazioni finanziarie complessive dell’Associazione qui .

Donna incinta con la mano sul pancione
copyright David Doolittle Fotografia 2020