Equilibrio

La “fame emotiva” sabota i tuoi sforzi per perdere peso?

Adv

Sai che perdere quel peso extra farebbe bene alla tua salute. Il tuo team sanitario ha parlato con te di come l’obesità aumenta il rischio di altri problemi di salute, come malattie cardiache, diabete, ipertensione e alcuni tipi di cancro. Hanno anche elaborato un piano alimentare sano e tu vuoi attenerti ad esso. E stai bene per molti giorni, ma poi succede qualcosa di sconvolgente e il tuo primo pensiero è il cibo.

Adv

Il mangiare emotivo è mangiare per sopprimere o lenire le emozioni negative , come stress, rabbia, paura, noia, tristezza e solitudine. Anche il cibo può essere una distrazione. Se, ad esempio, sei preoccupato per un evento imminente o rimugina per un conflitto, potresti concentrarti sul mangiare cibo di conforto invece di affrontare la situazione dolorosa.

Il mangiare emotivo spesso porta a mangiare troppo, soprattutto cibi dolci, grassi e ricchi di calorie. E questo può sabotare i tuoi sforzi per perdere peso.

Quando le emozioni negative minacciano di innescare un’alimentazione emotiva , prova questi nove suggerimenti per rimanere in pista:

  1. Tieni un diario alimentare. Scrivi cosa mangi, quanto mangi, quando mangi, come ti senti quando mangi e quanto hai fame. Nel tempo, potresti vedere schemi che rivelano la connessione tra umore e cibo.
  2. Doma il tuo stress. Se lo stress contribuisce alla tua alimentazione emotiva, prova una tecnica di gestione dello stress, come lo yoga, la meditazione o la respirazione profonda.
  3. Fai un controllo della realtà della fame. La tua fame è fisica o emotiva? Se hai mangiato solo poche ore fa e non hai lo stomaco che brontola, probabilmente non hai fame. Dai tempo alla voglia di passare.
  4. Ottieni supporto. È più probabile che tu ceda al mangiare emotivo se non hai una buona rete di supporto. Affidati a familiari e amici o considera di unirti a un gruppo di supporto.
  5. Combatti la noia. Invece di fare uno spuntino quando non hai fame, distraiti e sostituisci un comportamento più sano. Fai una passeggiata, guarda un film, gioca con il tuo animale domestico, ascolta musica, leggi, naviga in Internet o chiama un amico.
  6. Rimuovi la tentazione. Non tenere in casa cibi di conforto a cui è difficile resistere. E se ti senti arrabbiato o triste, rimanda il tuo viaggio al supermercato finché le tue emozioni non saranno sotto controllo.
  7. Non privarti. Quando cerchi di perdere peso, potresti limitare troppo le calorie, mangiare gli stessi cibi ripetutamente e bandire le prelibatezze. Questo potrebbe semplicemente aumentare le tue voglie di cibo, specialmente in risposta alle emozioni. Mangia quantità soddisfacenti di cibi più sani, goditi un trattamento occasionale e ottieni molta varietà per frenare le voglie.
  8. Spuntino sano. Se senti il ??bisogno di mangiare lontano dai pasti, scegli uno spuntino sano , come frutta fresca , verdure con salsa a basso contenuto di grassi, noci o popcorn senza burro. Oppure prova le versioni a basso contenuto calorico dei tuoi cibi preferiti per vedere se soddisfano il tuo desiderio.
  9. Impara dalle battute d’arresto. Se hai un episodio di alimentazione emotiva, perdona te stesso e ricomincia da capo il giorno successivo. Cerca di imparare dall’esperienza e pianifica come prevenirla in futuro. Concentrati sui cambiamenti positivi che stai apportando alle tue abitudini alimentari e concediti il ??merito di aver apportato cambiamenti che porteranno a una salute migliore.