Benessere

Imboscarsi: buono per la mente, il corpo e l’alimentazione

Adv

I ricercatori della Drexel University hanno studiato come sentirsi in contatto con il mondo naturale avvantaggia la diversità alimentare e l’assunzione di frutta e verdura.

Summer sunny forest

Alla fine del 2020, i medici canadesi hanno fatto notizia per ” prescrivere la natura ” o consigliare il tempo all’aperto sulla base di ricerche che suggeriscono che le persone che trascorrevano due o più ore alla settimana nella natura hanno migliorato la propria salute e il proprio benessere. Sapendo questo, i ricercatori transdisciplinari della Drexel University hanno studiato in che modo la relazione con la natura – il semplice sentirsi connessi con il mondo naturale – apporta benefici alla diversità alimentare e all’assunzione di frutta e verdura, in uno studio pubblicato di recente sull’American Journal of Health Promotion .

Adv

“La relazione con la natura è stata associata a una migliore salute cognitiva, psicologica e fisica e a maggiori livelli di gestione ambientale. I nostri risultati estendono questo elenco di benefici per includere l’assunzione dietetica”, ha affermato Brandy-Joe Milliron, PhD , professore associato al College of Nursing and Health Professions di Drexel e autore principale della pubblicazione. “Abbiamo scoperto che le persone con una maggiore parentela con la natura avevano maggiori probabilità di riferire un’assunzione dietetica salutare, inclusa una maggiore varietà dietetica e un maggiore consumo di frutta e verdura”.

Il team di ricerca ha intervistato oltre 300 adulti a Filadelfia per misurare la loro connessione autodichiarata con la natura, inclusa la loro esperienza e prospettiva della natura, e gli alimenti e le bevande che avevano consumato il giorno precedente per valutare la loro diversità alimentare e stimare la loro frutta quotidiana e consumo di verdure. I partecipanti al sondaggio rispecchiavano le caratteristiche demografiche (sesso, reddito, istruzione e razza) di Filadelfia, a partire dal censimento del 2010. I dati sono stati raccolti tra maggio e agosto 2017. I risultati del sondaggio hanno mostrato che i partecipanti con un legame più forte con la natura hanno riportato una dieta più varia e mangiato più frutta e verdura.

“Questo lavoro può avere un impatto sulle pratiche di promozione della salute in due modi”, ha affermato Milliron. “In primo luogo, gli interventi di promozione della salute basati sulla natura possono aumentare la parentela con la natura per tutta la durata della vita e potenzialmente migliorare l’assunzione dietetica. E in secondo luogo, l’aumento degli interventi dietetici con attività basate sulla natura può portare a maggiori miglioramenti nella qualità della dieta”.

Il team di ricerca ha aggiunto che questi risultati evidenziano il potenziale per sfruttare esperienze o interventi basati sulla natura come l’integrazione di spazi verdi o l’inverdimento urbano nella pianificazione urbana, l’integrazione di programmi di prescrizione della natura e dei parchi nelle pratiche sanitarie (simile al modello canadese ) e la promozione esperienze basate sulla natura negli ambienti della classe, tra molti altri.

Ma, hanno notato i ricercatori, mentre il miglioramento dell’assunzione dietetica attraverso interventi basati sulla natura può essere prezioso, è anche complesso.

“La ricerca futura dovrebbe esplorare i modi in cui le diverse comunità sperimentano e apprezzano la natura”, ha affermato  Dane Ward, PhD , assistente professore al College of Arts and Sciences e coautore dello studio. “Deve includere il modo in cui le intersezioni di ambiente, cultura, razza, storia (incluso il collegamento con la terra), coesione sociale e altri fattori sociali ed economici influenzano l’identità della comunità in relazione alla relazione con la natura e all’assunzione dietetica”. 

Dahlia Stott, studentessa laureata al College of Nursing and Health Professions; Franco Montalto, PhD ed Eugenia Ellis, PhD, entrambi nella Facoltà di Ingegneria; Claire Chenault, Janeway Granche e Janell Mensinger, PhD, hanno contribuito a questa ricerca.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.