Batticuore

La tecnica del vaccino COVID-19 evidenzia risultati promettenti per le malattie cardiache

Adv

Sophia Antipolis – 30 aprile 2022 : un metodo per fornire materiale genetico al corpo è in fase di sperimentazione per riparare il muscolo cardiaco danneggiato dopo un infarto. La ricerca rivoluzionaria è presentata oggi a Frontiers in CardioVascular Biomedicine 2022, un congresso scientifico della Società Europea di Cardiologia (ESC). 1

I vaccini a RNA messaggero (mRNA) COVID-19 2utilizzare nanoparticelle lipidiche (minuscole goccioline di grasso) per fornire mRNA alle cellule del corpo. Questo mRNA istruisce le cellule a produrre una proteina spike fittizia sulla loro superficie per imitare la proteina sul virus che causa COVID-19. Il corpo quindi attiva una risposta immunitaria creando anticorpi che possono essere utilizzati se l’individuo viene infettato dal virus.

Un metodo simile per la consegna di mRNA è stato utilizzato nel presente studio. Tuttavia, invece di mirare a una risposta immunitaria, l’obiettivo finale dei ricercatori è istruire le cellule del cuore a ripararsi dopo un infarto.

Questo studio preliminare è stato condotto per determinare se l’mRNA potrebbe essere consegnato con successo al muscolo cardiaco in nanoparticelle lipidiche. I ricercatori hanno iniettato diverse formulazioni nella parete ventricolare sinistra dei cuori di topo durante un intervento chirurgico al torace aperto in anestesia generale. Ventiquattro ore dopo la somministrazione, i topi sono stati sacrificati ed è stata esaminata la posizione della traduzione dell’mRNA.

I ricercatori hanno scoperto che l’mRNA ha raggiunto con successo le cellule del cuore 24 ore dopo l’iniezione. Tuttavia, nonostante l’iniezione nel cuore, i livelli più alti di traduzione dell’mRNA sono stati trovati nelle cellule del fegato e della milza.

L’autrice dello studio, la dott.ssa Clara Labonia dell’University Medical Center di Utrecht, nei Paesi Bassi, ha affermato: “Ci si aspettava un’elevata espressione nel fegato, poiché metabolizza le nanoparticelle lipidiche. Tuttavia, è stato incoraggiante vedere che c’era una traduzione dell’mRNA nel tessuto cardiaco, il che significa che le nanoparticelle lipidiche potrebbero funzionare come sistemi di rilascio per la terapia dell’mRNA”.

Ha concluso: “Il prossimo passo di questa ricerca è testare più formulazioni e scegliere quella che mira in modo più efficiente al tessuto cardiaco. Valuteremo quindi se la somministrazione di mRNA a topi con cuore ischemico (che ricorda un attacco di cuore) ha qualche effetto terapeutico”.

Riferimenti e note
1 L’abstract “Modified mRNA delivery to the heart using lipid nanoparticles” sarà presentato durante la sessione “ Young Investigator Award – Novelties in cardiovascolari disease movement ” che si terrà il 30 aprile alle 11:30 CEST nell’Aula 3.
2 I vaccini mRNA COVID-19 includono Pfizer-BioNTech e Moderna.

Informazioni sulle frontiere nella biomedicina cardiovascolare (FCVB)   #FCVB2022
Frontiers in CardioVascular Biomedicine (FCVB) è il congresso biennale dell’ESC Council on Basic Cardiovascular Science (CBCS), che lavora per colmare il divario tra scienza e pratica clinica. FCVB è ospitato dal CBCS in collaborazione con 14 gruppi di lavoro ESC e società europee di scienze cardiovascolari.

Informazioni sulla Società Europea di Cardiologia
La Società Europea di Cardiologia riunisce professionisti sanitari provenienti da oltre 150 paesi, che lavorano per far progredire la medicina cardiovascolare e aiutare le persone a condurre una vita più lunga e più sana.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: