Mangiare e bere

Il nuovo intervento per dimagrire prende di mira il desiderio istintivo di mangiare

Adv

Le persone che sono altamente reattive al cibo hanno perso più peso e, soprattutto, hanno avuto più successo nel mantenere i chili di troppo usando un nuovo intervento alternativo per la perdita di peso che mira a migliorare la risposta di una persona ai segnali di fame interna e la sua capacità di resistere al cibo, ha riferito un team guidato dagli esperti dell’Università della California di San Diego nel numero online del 18 maggio 2022 di JAMA Network Open .

“Ci sono persone che sono molto sensibili al cibo. Cioè, non possono resistere al cibo e/o non possono smettere di pensare al cibo. Le capacità comportamentali di perdita di peso non sono sufficienti per questi individui, quindi abbiamo progettato un approccio alternativo per affrontare questa esigenza clinica “, ha affermato il primo autore Kerri N. Boutelle, PhD, professore della UC San Diego presso la Herbert Wertheim School of Public Health and Human Longevity Science e nel Dipartimento di Pediatria della Scuola di Medicina.

Circa il 74% degli adulti negli Stati Uniti vive con sovrappeso o obesità. I programmi comportamentali di perdita di peso, che includono il conteggio delle calorie, sono stati il ??trattamento di riferimento. Tuttavia non tutti rispondono e la maggior parte delle persone riacquista il peso perso.

Per coloro che hanno difficoltà a resistere al cibo, la perdita di peso può essere particolarmente impegnativa. Questa reattività alimentare è sia ereditaria che modellata dall’ambiente e da fattori individuali.

Nello studio clinico randomizzato Provide Adult Collaborative Interventions for Ideal Changes (PACIFIC), i ricercatori hanno confrontato il loro intervento, chiamato Regulation of Cues, con un programma comportamentale di perdita di peso, un gruppo di controllo e una coorte che combinava Regulation of Cues con il programma comportamentale .

La perdita di peso era paragonabile dopo 24 mesi tra gli individui sia nel regolamento dei segnali che nel programma comportamentale di perdita di peso.

Tuttavia, i partecipanti al braccio Regulation of Cues hanno stabilizzato il loro peso e lo hanno tenuto a bada mentre i partecipanti agli altri gruppi hanno riguadagnato peso a metà trattamento quando le visite cliniche sono state ridotte a mensili.

“I nostri risultati suggeriscono che i meccanismi appetitivi presi di mira dalla regolazione dei segnali possono essere particolarmente critici per la perdita di peso tra gli individui che hanno difficoltà a resistere al cibo e potrebbero essere utilizzati in un approccio di medicina personalizzata”, ha affermato Boutelle.

Secondo i Centers of Disease Control and Prevention, sovrappeso e obesità sono fattori di rischio per malattie cardiache, ictus, diabete di tipo 2 e alcuni tipi di cancro, che sono tutte tra le principali cause di morte prevenibile.

In un periodo di 12 mesi, 271 adulti di età compresa tra 18 e 65 anni hanno partecipato a 26 trattamenti di gruppo. A tutti è stato chiesto di impegnarsi in almeno 150 minuti di attività fisica di intensità moderata o vigorosa a settimana.

L’intervento sul regolamento dei segnali non ha prescritto ai partecipanti una dieta. Invece, ha addestrato l’uso di segnali naturali su quando mangiare piuttosto che concentrarsi sulle calorie, ha rafforzato la tolleranza alle voglie e si è concentrato sull’inibizione degli impulsi a mangiare cibi appetibili quando non ha fame fisicamente.

I cibi appetibili – solitamente alimenti che contengono elevate quantità di zucchero o grassi con l’aggiunta di sale e aromi – stimolano il sistema di ricompensa nel cervello e possono essere particolarmente difficili da resistere.

Il braccio di controllo ha fornito educazione alimentare, supporto sociale e formazione alla consapevolezza. Il programma di perdita di peso comportamentale prescriveva una dieta, cibi densi di calorie limitate, evitamento rafforzato dei segnali di eccesso di cibo e si concentrava sulla limitazione delle calorie. Il programma combinato ha integrato l’attenzione sulla dieta e l’assunzione di energia dal programma comportamentale di perdita di peso con la regolazione dei segnali, compresi i segnali di gestione della fame.

“Le persone che hanno bisogno di aiuto per perdere peso possono cercare il programma Regulation of Cues se la perdita di peso comportamentale non ha funzionato per loro, se sentono di avere difficoltà a resistere a mangiare o se non si sentono mai sazi”, ha detto Boutelle.

La regolamentazione dei segnali viene offerta in un altro studio clinico randomizzato chiamato Solutions for Hunger and Regulating Eating e presso l’ UC San Diego Center for Healthy Eating and Activity Research di cui Boutelle è il direttore.

I coautori includono: Dawn M. Eichen, David R. Strong, Dong-Jin Eastern Kang-Sim e Cheryl L. Rock, tutti con la UC San Diego; Carol B, Peterson, Università del Minnesota; e Bess Marcus, Brown University.

Questa ricerca è stata finanziata, in parte, dal National Institutes of Health (R01DK103554, UL1TR001442).

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: