Terapie

E andiamo a incapsulare il diabete tipo 1

Adv

Con Pancryos, la quale stipula un contratto di licenza per il dispositivo di macroincapsulamento

Il dispositivo ha dimostrato di aumentare la sopravvivenza e la secrezione di insulina delle cellule in modelli preclinici.

Pancryos ha stipulato un accordo di licenza esclusivo a livello mondiale con Brigham e Women’s Hospital per il dispositivo di macroincapsulazione a convezione (ceMED).

Un team di ricercatori del Brigham and Women’s Hospital, dell’Harvard Stem Cell Institute  (HSCI), dell’Università di Harvard e della University of Massachusetts Medical School ha sviluppato ceMED.

Questo dispositivo fungerà da meccanismo di erogazione per la terapia di produzione di insulina naturale derivata da cellule staminali dell’azienda, PanINSULA, per il trattamento del diabete di tipo 1.

Ha lo scopo di migliorare la capacità di carico cellulare mentre aumenta la sopravvivenza della cellula, la sensibilità al glucosio e la secrezione tempestiva di insulina.

Il dispositivo ha dimostrato di aumentare la sopravvivenza e la secrezione di insulina delle cellule in modelli preclinici e ha iniziato a ridurre i livelli di glucosio nel sangue già due giorni dopo il trapianto.

Rispetto agli attuali dispositivi basati sulla diffusione, ceMED offre vantaggi sostanziali, tra cui una migliore sopravvivenza cellulare, una diminuzione dell’incapsulamento fibroso e tassi di accensione e spegnimento più rapidi per la secrezione di insulina.

Secondo i risultati iniziali ottenuti con il dispositivo ceMED, il suo design distintivo potrebbe essere in grado di superare i limiti di trasporto di massa dei dispositivi standard di macroincapsulazione e potrebbe anche facilitare la somministrazione di dosi maggiori alle cellule senza comprometterne la vitalità o la funzione.

Il co-fondatore di Pancryos Henrik Semb ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è offrire a tutti i pazienti con diabete di tipo 1 una fonte sicura e sostenibile di cellule beta derivate da cellule staminali funzionali immunoprotette e arricchite.

“Questa licenza esclusiva mette Pancryos in una posizione unica per fornire le nostre cellule beta di alta qualità con l’innovativo dispositivo ceMED che proteggerà le cellule dagli attacchi immunitari.

“Questo è uno sviluppo molto eccitante per il trattamento del diabete di tipo 1 e per i milioni di persone che soffrono senza una cura”.

Colpendo più di 50 milioni di persone in tutto il mondo, il diabete di tipo 1 non ha un trattamento noto.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: