Benessere

Crollo della mortalità per tutte le cause tra le persone con diabete di tipo 1

Adv

Way to eternity

Una nuova analisi sul diabete di tipo 1 (T1D) i risultati di 6 paesi mostrano che i tassi di mortalità per malattia sono diminuiti dal 2000, sebbene l’eccesso di mortalità rispetto alla popolazione generale rimanga elevato.

Lo studio è stato pubblicato su Diabetologia e si basa su dati provenienti da Australia, Danimarca, Lettonia, Scozia, Spagna e Stati Uniti.

I tassi di mortalità per diabete sono in declino negli ultimi 50 anni, insieme a una diminuzione generale della mortalità standardizzata per età, hanno spiegato gli autori. Tuttavia, la maggior parte degli studi sulla mortalità che esaminano specificamente il T1D si sono concentrati su bambini e giovani adulti, anche se i decessi correlati al diabete in questi gruppi di età sono rari.

“Le tendenze della mortalità secolare negli adulti di mezza età e negli anziani, per i quali le complicanze croniche dominano le cause di morte e tra i quali si verifica la stragrande maggioranza dei decessi per T1D, possono differire notevolmente dai giovani adulti”, hanno osservato i ricercatori. Inoltre, hanno scritto che i pazienti con T1D potrebbero anche affrontare un rischio maggiore di morte per cause non direttamente correlate al diabete.

I ricercatori hanno deciso di utilizzare i database basati sulla popolazione nei 6 paesi per comprendere meglio come è cambiato il rischio di mortalità per tutte le cause tra i pazienti con T1D negli ultimi anni e come tali cambiamenti seguono la varianza della mortalità per tutte le cause nelle popolazioni generali di quei paesi . I dati per la maggior parte dei paesi si basavano su database nazionali di assistenza sanitaria e diabete. Nel caso degli Stati Uniti, i dati provenivano da Kaiser Permanente Northwest. Gli anni analizzati variavano in base al paese, ma nel complesso coprono dal 2000 al 2016 e comprendono 1,5 milioni di anni-persona.

I dati mostrano che le variazioni annue paese per paese della mortalità per tutte le cause standardizzata per età e sesso tra le persone con T1D sono diminuite tra il 2,1% e il 5,8% durante il periodo di studio. L’Australia ha avuto il tasso di declino più basso e la Danimarca il più grande.

Gli uomini e i pazienti più anziani tendevano ad avere tassi più elevati di mortalità per tutte le cause, mostrano i dati, ma questi fattori non sembravano influenzare il tasso di declino. Quando i ricercatori hanno utilizzato rapporti di mortalità standardizzati (SMR) per confrontare i cambiamenti nella mortalità tra i pazienti con T1D rispetto alla popolazione generale, hanno scoperto che il rapporto era più alto nelle femmine rispetto ai maschi e raggiungeva il picco tra i 40 ei 70 anni.

Tuttavia, nonostante la tendenza positiva della mortalità tra le persone con T1D, i ricercatori hanno affermato che i confronti con le tendenze di mortalità della popolazione generale forniscono sfumature importanti. Anche se la mortalità per tutte le cause tra T1D è diminuita in tutti e 6 i paesi, l’SMR, un riflesso dell’eccesso di mortalità tra le persone con T1D rispetto alla popolazione generale, è diminuito solo in Danimarca, Scozia e Spagna. Ciò significa che i tassi di declino in Australia, Lettonia e Stati Uniti hanno semplicemente seguito il calo della mortalità tra la popolazione generale.

“Nonostante la riduzione dei tassi di mortalità assoluta per tutte le cause e, in alcuni paesi, nell’SMR, il T1D conferisce ancora un rischio di morte in eccesso più elevato rispetto agli individui senza diabete”, scrivono gli autori.

Hanno affermato che il controllo glicemico non ottimale e la presenza di complicanze sono ragioni chiave per il rischio più elevato e hanno concluso che ridurre la mortalità in eccesso nel T1D continuerà a essere una sfida nei prossimi anni e decenni.

“Considerando la crescente incidenza del T1D osservata nelle popolazioni più giovani negli ultimi anni, è fondamentale migliorare continuamente la gestione multidimensionale del T1D, in particolare tra le popolazioni più giovani”, hanno scritto.

Riferimento

Ruiz PLD, Chen L, Morton JI, et al. Tendenze di mortalità nel diabete di tipo 1: un’analisi multipaese di sei coorti basate sulla popolazione. Diabetologia . 2022;65(6):964-972. doi:10.1007/s00125-022-05659-9

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: