Donne e diabete

Menopausa: gli endocrinologi consigliano una assistenza personalizzata

Le raccomandazioni basate sull’evidenza sulla gestione della menopausa consigliano un’assistenza individualizzata

Le raccomandazioni sulle migliori pratiche per gli operatori sanitari che forniscono aiuto e supporto alle donne in menopausa sono state pubblicate in una dichiarazione di posizione congiunta della British Menopause Society (BMS), del Royal College of Obstetricians and Gynecologists (RCOG) e della Society for Endocrinology (SfE).

La dichiarazione è in risposta alle crescenti preoccupazioni sulla carenza di terapia ormonale sostitutiva (TOS) e fornisce un consenso di esperti sulle migliori pratiche per la cura e il trattamento della menopausa, incorporando informazioni basate sull’evidenza nazionale e internazionale. Le raccomandazioni consigliano un approccio individualizzato, considerando i rischi ei benefici delle terapie, nonché le scelte di stile di vita in modo che le donne possano prendere decisioni informate sul loro trattamento e cura.

Si stima che i sintomi della menopausa colpiscano più del 75% delle donne, con oltre il 25% delle donne che manifestano sintomi gravi. Questi possono includere vampate di calore e sudorazioni notturne, secchezza vaginale, cambiamenti di umore e problemi di memoria, molti dei quali possono durare per diversi anni. Questi sintomi possono avere un impatto negativo sulla qualità della vita e sul benessere delle donne, oltre a comportare rischi più gravi per la loro salute ossea e cardiovascolare. La menopausa per molte donne è stata avvolta da stigma e tabù, tuttavia negli ultimi due anni abbiamo assistito a un aumento della consapevolezza della menopausa e dei suoi sintomi attraverso i media. La recente carenza di terapia ormonale sostitutiva, così come una pletora di disinformazione sulla menopausa nei media mainstream, ha spinto la preparazione di questa dichiarazione.

In quanto gruppo di organizzazioni mediche, BMS, RCOG e SfE mirano a fornire una guida basata sull’evidenza agli operatori sanitari che lavorano con le donne in menopausa, per garantire che abbiano accesso a informazioni accurate e possano aiutare le donne a prendere decisioni informate sul loro trattamento e cura. È importante non solo prendere in considerazione la terapia ormonale sostitutiva, ma anche offrire consigli sullo stile di vita, come esercizio fisico, ottimizzazione del peso, smettere di fumare, ridurre l’alcol, nonché i vantaggi e gli svantaggi delle terapie alternative. La dichiarazione consiglia di considerare i bisogni individuali di ogni donna, piuttosto che un approccio “taglia unica”. Considera anche i rischi ei benefici delle terapie ormonali nel contesto dell’età, della salute cardiovascolare, dello stato del cancro e del peso corporeo.

Haitham Hamoda, presidente della British Menopause Society, afferma: “Sebbene le donne possano accedere a molte informazioni su Internet e sui social media, purtroppo rimane una certa disinformazione. L’importanza di applicare un approccio olistico e individualizzato nella cura delle donne in fase di transizione verso la menopausa è stata riconosciuta nella guida NICE nel 2015, così come in altri documenti di orientamento nazionali e internazionali. È essenziale che le donne siano informate che aiuto e supporto sono a loro disposizione e che abbiano accesso a informazioni accurate”.

La professoressa Stephanie Baldeweg, consulente endocrinologa e presidente del comitato clinico SfE, afferma: “Negli ultimi anni, i media mainstream hanno provocato discussioni molto positive su quali trattamenti sono disponibili e cosa si potrebbe fare di più per sostenere le donne in menopausa. Alcuni rapporti e titoli sono stati in conflitto, quindi la guida di organi di governo di esperti indipendenti, attraverso un’attenta considerazione dei dati sottoposti a revisione paritaria da un’ampia gamma di fonti di alta qualità, è assolutamente necessaria per consentire a pazienti, medici, professionisti e donne di fare scelte informate. “

Il dottor Edward Morris, presidente del Royal College of Obstetricians and Gynecologists (RCOG), afferma: “È stato chiaramente un periodo davvero angosciante per molte donne che hanno cercato di accedere alla loro forma regolare di terapia ormonale sostitutiva e non sono state in grado di farlo a causa di questi carenze.

“Lo scopo di questa dichiarazione è fornire raccomandazioni chiare sulle migliori pratiche per gli operatori sanitari che si prendono cura delle donne e delle persone di tutte le età che hanno sintomi della menopausa. Tutte le donne vivranno la menopausa in modi diversi ed è per questo che è importante che ricevano cure su misura adatte a loro”.

La menopausa è un evento importante della vita che può colpire le donne in modi diversi. Un approccio individualizzato nella valutazione delle donne in menopausa è essenziale ed è importante che le donne siano informate dell’aiuto e del supporto a loro disposizione e che si sentano in grado di consultare il proprio medico di famiglia per un consiglio di fiducia. Questa dichiarazione di posizione ha lo scopo di fornire raccomandazioni utili e accurate per i professionisti per guidare le donne nella ricerca di ciò che è meglio per loro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: