Assistenza sociosanitaria

I test verificano il nuovo strumento “Qualità della vita”.

Adv

Riconoscendo l’urgente necessità di indicatori contemporanei e completi di qualità nell’assistenza agli anziani in Australia, un nuovo tipo di strumento di valutazione della “Qualità della vita” (QOL) sviluppato dalla Flinders University è stato messo alla prova e superato a pieni voti i test.

Lo strumento QOL-ACC (Quality of Life-Aged Care Consumers) progettato da Flinders è stato creato dal punto di vista degli anziani australiani che accedono ai servizi di assistenza agli anziani sia in ambito domiciliare che residenziale ed è concepito come uno strumento basato sulle preferenze per la valutazione della qualità e valutazione.

Lo strumento valuta sei dimensioni chiave della qualità della vita, tra cui mobilità, gestione del dolore , benessere emotivo, indipendenza, connessioni sociali e attività.

Il QOL-ACC è stato implementato con più di 1000 anziani australiani fino ad oggi in strutture di assistenza domiciliare e residenziale, per fornire una serie migliorata di standard e fornire trasparenza nella qualità dell’assistenza agli anziani.

Ora, il Dipartimento federale della salute ha valutato QOL-ACC e un altro strumento di Flinders QCE-ACC (Quality of Care Experience-Aged Care Consumers) per il suo nuovo programma di indicatori della qualità dell’assistenza agli anziani.

La società di consulenza PricewaterhouseCoopers ha testato entrambi gli strumenti Flinders in una prova pilota di sei settimane che si è conclusa ad aprile, misurando gli indicatori nei domini della qualità dell’assistenza che coprono l’esperienza dei consumatori e la qualità della vita (CEQOL), in un campione rappresentativo a livello nazionale di servizi di assistenza agli anziani residenziali . Il feedback iniziale indica che entrambi gli strumenti hanno ottenuto ottimi risultati, con i risultati che dovrebbero essere pubblicati nel prossimo futuro.

Allo stesso tempo, è stato appena pubblicato un documento di analisi dalla rivista Quality of Life Research , che evidenzia l’efficacia della QOL-ACC nel raggiungere i risultati desiderati.

La professoressa di economia sanitaria Julie Ratcliffe afferma che è chiaro che la società si aspetta che gli australiani più anziani siano adeguatamente curati, trattati con dignità e supportati per godere di una buona qualità della vita e uno strumento efficace per misurarlo è vitale.

‘Molti degli strumenti QOL di lunga data non soddisfano più tutte le esigenze contemporanee. Tuttavia, alcune valutazioni dell’efficacia degli strumenti QOL rimangono incentrate sulle misure tradizionali e danno peso a strumenti consolidati.

“È quindi piacevole che stiamo iniziando a vedere approcci più progressisti per valutare gli strumenti contemporanei che stanno aiutando a promuovere miglioramenti anche nell’assistenza”, afferma il professor Ratcliffe.

“I nostri strumenti di nuova concezione non solo misurano quale sia l’attuale esperienza di vita per le persone anziane, ma sono anche un catalizzatore per ottenere migliori risultati in termini di salute e benessere, anche attraverso le moderne tecnologie come i supporti digitali e virtuali.

“Siamo lieti che la trasparenza, la versatilità e l’efficacia di questi strumenti siano sempre più riconosciute attraverso analisi come il pilota PWC”, afferma.

L’articolo mostra i risultati della valutazione di oltre 300 persone di età superiore ai 65 anni che ricevono assistenza agli anziani in comunità; Il 54,6% erano donne, il 41,8% viveva da solo e il 56,8% riceveva cure di livello superiore.

Gli intervistati con uno stato di salute autodichiarato più povero , qualità della vita e/o bisogni di assistenza di livello superiore hanno dimostrato punteggi QOL-ACC inferiori.

Il professor Ratcliffe afferma che il nuovo studio fornisce ulteriori prove della validità del costrutto del sistema descrittivo QOL-ACC.


Riferimento: J. Khadka et al, Assessing the construct validity of the Quality-of-Life-Aged Care Consumers (QOL-ACC): an aged care-specific quality-of-life measure, Quality of Life Research (2022). DOI: 10.1007/s11136-022-03142-x

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: