Mangiare e bere testimonianze

L’insaccato prelibato

Adv

Scrivo dalla Valley Padana nel lato sud del grande fiume Po, in quell’area geografica denominata Emilia-Romagna, un campione importante del territorio nazionale italiano, un pezzo basilare della cultura e pratica enogastronomica del Belpaese, fatta di tante ricette e piatti centrali nella nostra tradizione culinaria: tortellini, piadina, friggione e molto, tanto altro ancora. La food valley componente agro-zootecnica dell’altra parte ancor più solida e roboante denominata motor valley. Ma questa terra ha un elemento ancora più forte e conosciuto in ogni dove: la lavorazione delle carni. Ebbene sì qui c’è la pork valley: la terra degli insaccati: mortadella, culatello di Zibello, prosciutto di Parma solo per citarne alcuni. La terra dell’edonismo a tavola primeggia per gli insaccati.

sausage

Se a Dracula per cercare di esorcizzarlo gli si mostrava il crocefisso, da noi in Emilia-Romagna e Italia per tentare di esorcizzare, inutilmente, l’eccesso alimentare, tra insaccati e altri alimenti sovraccarichi di tutto e di più, al pronunciare la parola: diabete, l’effetto è nullo, ma anche l’interesse postumo è parimenti non pervenuto.

Ma consoliamoci con la dieta mediterranea che nessuno pratica.

Intanto nel mio piccolo un obiettivo l’ho raggiunto dopo sei mesi: sono riuscito a ridurre il peso corporeo da 78,6 kg a 70 kg. Il risultato l’ho ottenuto in totale e completa autonomia da diabetico tipo 1, dato che sono passati 25 anni dall’ultima consulenza dietologica ricevuta, e per via della mia andata in pensione avevo bisogno non solo di ridurre il peso anche a ragione di molteplici esigenze fisiche (non solo diabete ma artrite reumatoide, reni e apparato cardiovascolare), e per farlo in completa autonomia ho sviluppato un piano dietetico fondato su un dimezzamento dei carboidrati (cereali) e un controllo combinato con le calorie. Grazie anche al calcolo dei carboidrati ai pasti ho ridotto di un quarto l’infusione complessiva d’insulina erogata dal microinfusore.

Ora il passaggio successivo al raggiungimento del predetto obiettivo è quello di conservarlo: credo di non aver problemi in tal senso e con successivi post vi aggiornerò circa l’evoluzione di tutto il mio percorso.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: