Benessere

Vuoi ridurre il rischio di ictus? Siediti di meno. Muoviti di più. Fai i lavori domestici.

Adv

Immagina di guardare il film “The Batman” uno dopo l’altro quattro volte al giorno o di guidare per ben 390 miglia a tratta durante un tragitto giornaliero. O la scelta scomoda richiederà circa 12 ore, o la stessa quantità di tempo che la maggior parte degli americani rimane seduta per tutto il giorno.

Le pericolose conseguenze dell’inattività prolungata nell’uomo sono ampiamente note. Stare troppo seduti aumenta il rischio di malattie cardiache, diabete di tipo 2 e altre malattie croniche , inclusa la depressione. Per compensare i gravi effetti collaterali di uno stile di vita sedentario, i medici raccomandano agli adulti di completare almeno 150 minuti di esercizio aerobico da moderato a vigoroso a settimana.

Tuttavia, un nuovo studio della San Diego State University, pubblicato su JAMA Network Open , ha scoperto che svolgere attività quotidiane a minore intensità , come le faccende domestiche, può ridurre significativamente il rischio di ictus .

“L’attività fisica a intensità leggera può includere passare l’aspirapolvere, spazzare il pavimento, lavare l’auto, passeggiare nel tempo libero, fare stretching o giocare a palla”, ha affermato Steven Hooker, preside del College of Health and Human Services dell’SDSU e ricercatore capo dello studio di coorte.

“Abbiamo osservato che sia l’attività fisica che la sedentarietà hanno avuto un impatto indipendente sul rischio di ictus. La nostra ricerca dimostra che le strategie per la prevenzione dell’ictus dovrebbero concentrarsi su entrambi”.

Hooker e i suoi colleghi di ricerca hanno misurato sia la quantità di tempo in cui i partecipanti erano sedentari sia la durata e l’intensità dell’attività fisica in 7.600 adulti di età pari o superiore a 45 anni, quindi hanno confrontato i dati con l’incidenza di ictus nei partecipanti nell’arco di sette anni.

Hanno scoperto che coloro che erano sedentari per 13 ore o più al giorno avevano un rischio aumentato del 44% di avere un ictus.

“I risultati sono più potenti perché l’attività e i comportamenti sedentari sono stati misurati con un accelerometro, fornendo dati sostanzialmente più accurati rispetto a studi precedenti che si basavano su misure auto-riferite”, ha affermato Hooker, ex coordinatore del California Active Aging Project con una storia della ricerca sugli stili di vita sani per gli anziani .

I partecipanti allo studio indossavano un accelerometro montato sull’anca, un rilevatore di movimento sensibile che registrava con precisione l’attività fisica e la durata della seduta e dell’inattività.

Anche se smartphone e smartwatch tentano coraggiosamente di motivare gli americani a muoversi di più, una percentuale scioccante di adulti non fa abbastanza esercizio. Il CDC riporta che solo il 23% degli adulti statunitensi soddisfa le raccomandazioni settimanali per l’attività aerobica e di rafforzamento muscolare.

Ma se 10.0000 passi al giorno o chiudere un anello di esercizio sull’orologio sembrano fuori portata, Hooker ha detto che alzarsi e fare anche dieci minuti di attività fisica da leggera a moderata alcune volte durante il giorno è una strategia efficace per ridurre il probabilità di avere un ictus.

“Per la salute generale del cuore e del cervello, muoviti di più all’interno delle tue capacità e siediti di meno”, ha detto Hooker.


Ulteriori informazioni: Steven P. Hooker et al, Association of Accelerometer-Measured Sedentary Time and Physical Activity With Risk of Stroke Among US Adults, JAMA Network Open (2022). DOI: 10.1001/jamanetworkopen.2022.15385

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: