Nutrition 2022

#NUTRITION2022 Cinque nuove informazioni sugli effetti della pandemia di COVID-19 sull’alimentazione e sulla salute

Adv

Gli studi esaminano l’impatto del COVID-19 sui comportamenti alimentari e sul benessere nel corso della vita

La pandemia di COVID-19 ha colpito le persone in tutte le fasi della vita, dagli anziani ai neonati. Nuovi studi presentati a NUTRITION 2022 LIVE ONLINE esaminano le cause e gli effetti dell’insicurezza alimentare correlata al COVID-19, come la pandemia ha influenzato le pratiche di allattamento al seno e altro ancora.

Accesso a Internet e sicurezza alimentare negli anziani

In un nuovo studio, i ricercatori dell’Università del Texas a San Antonio hanno cercato di scoprire in che modo l’uso e l’accesso alla tecnologia sono correlati alla sicurezza alimentare negli anziani a rischio e che vivono in modo indipendente durante il COVID-19. I ricercatori hanno analizzato i risultati di sondaggi su 557 anziani che hanno frequentato i luoghi di ristoro della congregazione nel novembre 2020. Il 42% degli intervistati ha indicato di non avere problemi alimentari durante il periodo del sondaggio. L’analisi ha rivelato che l’insicurezza alimentare negli anziani durante la pandemia di COVID-19 era associata a un benessere sociale e mentale più povero e a un minore accesso a Internet. Questi risultati suggeriscono che l’accesso alla tecnologia dovrebbe essere preso in considerazione quando si sviluppano interventi per affrontare l’insicurezza alimentare per gli anziani.

Nathan Chiang presenterà questa ricerca on-demand a partire da mezzogiorno di martedì 14 giugno durante NUTRITION 2022 LIVE ONLINE ( abstract ; dettagli della presentazione ). Immagine disponibile.

Esperienze di allattamento al seno durante gli ordini casalinghi

Investigators from Saint Louis University explored how the COVID-19 pandemic may have impacted mothers’ roles and breastfeeding practices in the U.S. Mothers of a child 12 months of age or younger were asked via an online survey whether they thought their breastfeeding habits would have been different without the pandemic and to answer an open-ended question asking how the pandemic modified or impacted plans to feed their baby. Of the 1,861 mothers who completed the survey in July or August 2020, one-third thought the pandemic impacted their breastfeeding habits. The survey results revealed that some mothers found that the extra time at home facilitated a bond between them and their baby, resulting in breastfeeding longer than planned. However, many mothers reported the COVID-19 pandemic to be stressful, and in some cases, mothers reported low milk supply due to stress.

Haley N. Pucel presenterà questa ricerca on-demand a partire da mezzogiorno di martedì 14 giugno durante NUTRITION 2022 LIVE ONLINE ( abstract ; dettagli della presentazione ). Immagine disponibile.

Partorire durante la pandemia di COVID-19

I ricercatori della Louisiana State University hanno valutato l’ansia, la confusione e l’autoefficacia dell’allattamento al seno – la percezione di una madre della sua capacità di allattare – tra le madri che hanno partorito durante la pandemia di COVID-19. Lo studio ha incluso 180 madri in 44 stati e quattro territori degli Stati Uniti reclutate tramite annunci sui social media per partecipare a un sondaggio basato sul Web di 78 elementi tra maggio e dicembre 2020 e di nuovo a 6 settimane dopo il parto. A 6 settimane dal parto, poco più del 95% stava allattando esclusivamente al seno o combinando. I ricercatori hanno scoperto che le madri nello studio sono state in grado di mantenere le decisioni pianificate sull’alimentazione dei bambini e hanno mantenuto un’elevata autoefficacia dell’allattamento al seno nonostante la continua pandemia di COVID-19. Dicono che la crescente disponibilità del vaccino COVID-19 potrebbe aver contribuito ad alleviare l’ansia tra le nuove madri.

Erin M. McKinley presenterà questa ricerca on-demand a partire da mezzogiorno di martedì 14 giugno durante NUTRITION 2022 LIVE ONLINE ( ??abstract ; presentazione dettagli ). Immagine disponibile.

Insicurezza alimentare e disagio nella gestione del diabete

I ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health hanno analizzato le associazioni tra insicurezza alimentare e sofferenza del diabete legate al COVID-19 negli adulti con pre-diabete o diabete. Lo studio si basava su un’indagine nazionale basata sul web somministrata agli adulti a basso reddito nel giugno 2020. Il disagio del diabete è stato misurato valutando il carico emotivo, il disagio correlato al medico, il disagio correlato all’autogestione e il disagio interpersonale. Durante la pandemia, circa il 16% degli intervistati ha mostrato un disturbo da diabete moderato e circa il 26% ha sperimentato un disagio elevato. Gli adulti con insicurezza alimentare avevano maggiori probabilità di riferire distress da diabete elevato o moderato rispetto a quelli che erano al sicuro. Sulla base di questi risultati,

Hannah Posluszny presenterà questa ricerca on-demand a partire da mezzogiorno di martedì 14 giugno durante NUTRITION 2022 LIVE ONLINE ( abstract ; dettagli della presentazione ).

Livelli di vitamina A nei pazienti ospedalizzati COVID-19

La vitamina A svolge un ruolo chiave nella regolazione del sistema immunitario, nello sviluppo del tessuto polmonare e nella riparazione dei danni causati dalle infezioni. Per comprendere meglio il suo potenziale ruolo in COVID-19, i ricercatori dell’University Hospital Muenster hanno confrontato i livelli plasmatici di vitamina A nei pazienti critici e in via di guarigione con COVID-19. Lo studio è uno dei primi a differenziare tra vitamina A libera non legata, proteina legante il retinolo (RBP) e vitamina A totale. Hanno scoperto che i pazienti in condizioni critiche nella fase acuta di COVID-19 mostravano vitamina A totale e RBP- significativamente ridotte. livelli legati rispetto ai pazienti che si stavano riprendendo. Sebbene questi risultati supportino studi precedenti che hanno mostrato una carenza di vitamina A in pazienti con infezioni acute,

Richard Vollenberg presenterà questa ricerca on-demand a partire da mezzogiorno di martedì 14 giugno durante NUTRITION 2022 LIVE ONLINE ( ??abstract ; presentazione dettagli ).

Guarda le sessioni on-demand, guarda i poster e altro ancora registrandoti per un pass gratuito per partecipare alla riunione virtuale.

Si prega di notare che gli abstract presentati a NUTRITION 2022 LIVE ONLINE sono stati valutati e selezionati da un comitato di esperti ma generalmente non sono stati sottoposti allo stesso processo di revisione tra pari richiesto per la pubblicazione su una rivista scientifica. Pertanto, i risultati presentati dovrebbero essere considerati preliminari fino a quando non sarà disponibile una pubblicazione sottoposta a revisione paritaria.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: