Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

La somministrazione di insulina a circuito chiuso migliora il tempo nell’intervallo indipendentemente dall’HbA1c basale

Adv

Secondo un’analisi dell’International Diabetes Closed-Loop Trial, l’uso di un sistema di somministrazione di insulina a circuito chiuso ha comportato un miglioramento del tempo nell’intervallo per le persone con diabete di tipo 1 in tutti i sottogruppi di HbA1c basale.

Studi precedenti hanno mostrato un miglioramento della percentuale di tempo trascorso con il glucosio nell’intervallo da 70 mg/dL a 180 mg/dL per le persone con diabete di tipo 1 che utilizzavano un sistema di somministrazione automatizzato come la tecnologia a circuito chiuso.

Monitor del glucosio continuo_381066634

L’International Diabetes Closed-Loop Trial ha valutato la tecnologia Control-IQ approvata dalla FDA sul microinfusore per insulina t: slim X2 (Tandem Diabetes Care). In questo studio randomizzato controllato, non c’era limite ai livelli di HbA1c per i partecipanti. I risultati hanno mostrato che l’uso del sistema a circuito chiuso era associato a un intervallo di tempo maggiore rispetto alla terapia con pompa con sensore aumentato.

Laya Ekhlaspour , MD, assistente professore nella divisione di endocrinologia pediatrica e diabete nel dipartimento di pediatria, Center for Academic Medicine, presso la Stanford University School of Medicine, e colleghi hanno analizzato i dati di 168 partecipanti di età compresa tra 14 e 71 anni che avevano il diabete di tipo 1 per almeno 1 anno. La maggior parte dei partecipanti era bianca e non ispanica, aveva un’assicurazione privata e aveva un reddito familiare annuo superiore a $ 100.000. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale alla somministrazione di insulina a circuito chiuso o alla terapia con pompa potenziata dal sensore ed è stata registrata una HbA1c basale durante la visita di randomizzazione.

I livelli basali di HbA1c variavano dal 5,4% al 10,6%.

La somministrazione di insulina a circuito chiuso ha portato a un miglioramento del tempo nell’intervallo in tutti i sottogruppi. Quelli con un’HbA1c inferiore al 6,5% hanno subito una riduzione del 4,4% (3,6% durante il giorno e 6,8% durante la notte), mentre quelli con un’HbA1c maggiore dell’8,5% hanno avuto un miglioramento del 21,9% (19,2% durante il giorno e 30,4% durante la notte). . I giovani adulti e gli adolescenti avevano i livelli di HbA1c più alti.

Mentre studi precedenti riportavano un controllo glicemico più scarso nelle donne con diabete di tipo 1, questo studio non ha mostrato una chiara tendenza, secondo i ricercatori.

Secondo i ricercatori, gli aggiustamenti automatici dell’insulina basale durante il giorno e la notte probabilmente hanno ridotto l’ipoglicemia e l’iperglicemia, e i boli di correzione automatica ogni ora hanno corretto l’iperglicemia durante il giorno in compensazione per i boli dei pasti saltati. I boli dei pasti saltati sono una sfida importante per le persone con diabete con un controllo glicemico non ottimale. Uno studio ha dimostrato che due boli mancati determinavano un aumento di mezzo punto di HbA1c, mentre quattro boli mancati determinavano un aumento completo dell’1% dei livelli di HbA1c. Si consiglia agli utenti di sistemi ibridi a circuito chiuso di somministrare boli pasto 10 minuti prima di mangiare.

In questo studio, l’uso del sistema a circuito chiuso ha dimostrato di essere un mezzo efficace per ridurre l’ipoglicemia notturna aumentando la percentuale di tempo trascorso nell’intervallo target. I partecipanti con livelli di HbA1c più bassi hanno ridotto la loro ipoglicemia notturna della percentuale più alta, probabilmente a causa della regolazione automatizzata dell’insulina basale del sistema a circuito chiuso.

“I risultati di questa analisi sono un valido argomento per non avere restrizioni su chi dovrebbe avere accesso a questa tecnologia”, hanno scritto i ricercatori. “I potenziali utilizzatori non dovrebbero essere esclusi perché hanno già raggiunto i target di HbA1c raccomandati o perché hanno livelli elevati di HbA1c. In effetti, le persone che hanno maggiori difficoltà ad aderire alle attuali raccomandazioni per il trattamento del diabete avranno i maggiori miglioramenti nel tempo utilizzando questa tecnologia”.

Fonte: 

Ekhlaspur L, et al. Tecnologia per il diabete Ther. 2022;doi:10.1089/dia.2021.0524.

Divulgazioni: Ekhlaspore riferisce di aver ricevuto compensi per consulenze da Tandem Diabetes e Ypsomed.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: